Multe, scattano rincari. Quanto paghiamo in più

Dal primo gennaio 2019 le multe costeranno circa il 2,2% in più rispetto al 2018, secondo quanto stabilito dall’art. 195 del Codice della Strada che prevede aumenti ogni due anni

Multe, scattano rincari. Quanto paghiamo in più

Anno nuovo, spese nuove. Dal primo gennaio 2019 le multe costeranno circa il 2,2% in più rispetto al 2018, secondo quanto stabilito dall’art. 195 del Codice della Strada che prevede, ogni due anni, un adeguamento delle sanzioni per infrazioni stradali. Occorrerà attendere la comunicazione in Gazzetta ufficiale per averne la certezza, ma la possibilità è più che concreta e, quindi, i guidatori dovranno prestare un po’ più di attenzione per non vedere alleggerito il portafoglio.

Tra i rincari previsiti: il divieto di sosta dovrebbe aumentare da 41 a 42 euro; le violazioni alle Ztl e corsie privilegiate (bus e tram) dovrebbero passare da 81 a 83 euro; ci sarà un aumento di 4 euro per il passaggio con il semaforo rosso (da 163 a 167 euro); l’uso del cellulare alla guida costerà 165 euro; la mancata revisione del veicolo passerà da 169 a 173 euro; l’assenza di copertura assicurativa avrà un rincaro da 169 a 173 euro. Aumento anche per le infrazioni dei limiti di velocità che arrivano: a 42 euro per violazioni entro i 10 km/h; a 173 euro se il limite viene superato tra i 10 e i 40 km/h; a 545 euro tra 40 e 60 km/h; a 849 euro se si supera il limite di oltre 60 km/h. Infine, aumentano (e su questo forse troppo poco), i minimi delle multe per guida in stato di ebbrezza che salgono da 532 a 545 euro.

Commenti