Paradisi fiscali, oltre 7 miliardi di gettito persi

Sono questi i mancati introiti del fisco italiano per le società che si sono trasferiti in aree con una tassazione più bassa

Paradisi fiscali, oltre 7 miliardi di gettito persi

Risorse economiche che sarebbero utilissime per le casse del nostro Paese. Le società operanti in Italia che trasferiscono nei paradisi fiscali muovono circa 23 miliardi di euro generando un mancato gettito fiscale per oltre 7 miliardi di euro.

L'80% dei trasferimenti avviene in altri Paesi dell'Unione Europea con una tassazione più bassa, a partire dal Lussemburgo, Irlanda e Olanda che "sottraggono" circa 5,4 miliardi di risorse per il fisco. I dati sono quelli dello studio "I profitti persi delle nazioni" svolta ricercatori Thomas Tørsløv e Ludvig Wier dell'Università di Copenaghen e Gabriel Zucman dell'Università di Berkeley in California. La ricerca è stata presentata al Fondo monetario Internazionale.

Dalle analisi svolte, nel 2016, le imprese multinazionali, come ricorda Italia Oggi, hanno spostato oltre 650 miliardi di dollari verso i paradisi fiscali, con un risparmio sui loro bilanci di circa il 10%. Tra i Paesi più colpiti ci sono l’Italia (19%), la Francia (24%), la Germania (29%), e il Regno Unito (21%), mentre tra i paesi extra Ue ci sono il Brasile (10%) e gli Stati Uniti (17%) e proprio le multinazionali statunitensi, secondo i ricercatori, sono quelle che trasferiscono più profitti (circa il 60%) rispetto alle multinazionali di altri Stati (40% in media).

Commenti