Economia

Piaggio, intesa a quattro. Consorzio sulle batterie

Accordo con Honda, Yamaha e Ktm: "Pronti ad accogliere altri". Prima iniziativa del genere

Piaggio, intesa a quattro. Consorzio sulle batterie

Accordo storico, il primo del genere, orientato alla diffusione su vasta scala di veicoli elettrici leggeri: ciclomotori, scooter, motocicli, tricicli e quadricicli a motore. Piaggio, Honda, Ktm e Yamaha sono i quattro big del settore che lo hanno sottoscritto. Di fatto, nasce lo Swappable Batteries Motorcycle Consortium (SBMC) fondato sulla volontà di incentivare una gestione più sostenibile del ciclo di vita delle batterie in linea con le politiche internazionali sul clima.

Si parte in quattro, ma il consorzio è aperto ad altre realtà, come i produttori di batterie: CATL, BMZ, Bosch, LG e Samsung.

«Lo sviluppo della mobilità elettrica a bassa tensione - spiega una nota - dipende in modo fondamentale dalla disponibilità di sistemi di batterie intercambiabili, progettati sulla base di specifiche comuni».

L'iniziativa ha come obiettivo la soluzione delle problematiche in relazione al futuro della mobilità elettrica, come l'autonomia, i tempi di ricarica, l'infrastruttura e i costi, senza perdere di vista quattro priorità: lo sviluppo di specifiche tecniche comuni per i sistemi di batterie intercambiabili; la verifica della possibilità di condividere questi sistemi; la definizione e promozione delle specifiche comuni del consorzio, da proporre come standard agli organismi internazionali preposti; l'estensione dell'adozione delle specifiche comuni del consorzio a livello globale.

Lavorando a stretto contatto con gli stakeholder e gli organismi di standardizzazione a livello nazionale, europeo e internazionale, i fondatori del consorzio parteciperanno così alla definizione degli standard tecnici internazionali. La disponibilità delle stazioni di ricarica varia, infatti, tra i differenti Paesi, e le informazioni a disposizione degli utenti finali sono ancora molto limitate.

Il punto di vista di Piaggio: «La mobilità urbana sta attraversando un delicato momento di transizione verso l'elettrificazione. Grazie a questo consorzio, in cui sono rappresentati quattro protagonisti, aziende leader del mercato, i motocicli continueranno a ricoprire un ruolo chiave nel contesto urbano. Le batterie intercambiabili, in proposito, forniscono una risposta ottimale per l'accelerazione dei tempi di ricarica dei veicoli, offrendo agli utenti un'alternativa estremamente interessante». «La mobilità urbana - aggiunge il gruppo guidato da Roberto Colaninno - è parte integrante della storia e del Dna di Piaggio, e noi intendiamo mettere tutto il nostro know-how tecnologico e il nostro spirito di innovazione al servizio del Consorzio».

Alla nota di Piaggio segue quella di Honda con Yoshishige Nomura, Chief Officer Motorcycle Operations: «Riteniamo che l'adozione di motocicli elettrici su vasta scala possa contribuire in modo sostanziale alla realizzazione di una società più sostenibile». Il messaggio finale di Takuya Kinoshita (Yamaha): «Spero che la nostra iniziativa spinga altre aziende che condividono i nostri stessi valori a prendere parte a questa missione».

Commenti