Slitta il documento sull'assestamento di bilancio da consegnare all'Ue

L'assestamento di bilancio slitta: non sarà nel Consiglio dei ministri in programma stasera ma verrà rinviato alla prossima settimana. Ancora divisa la maggioranza sulla destinazione del "tesoretto"

Slitta il documento sull'assestamento di bilancio da consegnare all'Ue

Ci vorrà ancora qualche giorno per mettere nero su bianco l'assestamento di bilancio. Il documento con le nuove stime sul deficit, annunciato dal premier Giuseppe Conte la scorsa settimana, non sarà discusso nel Consiglio dei ministri in programma questa sera ma viene rinviato alla prossima settimana. La conferma arriva da Palazzo Chigi, dopo l'anticipazione fatta dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, a margine della cerimonia di parificazione del rendiconto generale dello Stato per l'esercizio finanziario 2018. Il Cdm si terrà comunque alle 18.50: nell'ordine del giorno provvedimenti in scadenza e, con ogni probabilità, il dl Bonisoli che era atteso già la scorsa settimana.

L'assestamento di bilancio è importante perché il Governo è chiamato a decidere dove destinare i risparmi le risorse dovute alla minor spesa per il reddito di cittadinanza e Quota 100: si parla di circa tre miliardi di euro. Aperta, sul piano politico, la discussione su dove destinare queste risorse. La divisione è fra chi vuole impiegare quei soldi per abbattere il deficit (Tria) e chi, invece, vorrebbe impiegarle per ridurre le tasse o fare investimenti.

In più c'è la richiesta pressante, da parte della Commissione Ue, di abbassare il rapporto tra deficit e pil dall'attuale 2,4% al 2,1%. Servono soldi e una crescita che per ora non c'è.

Commenti