Superbonus 110%, arriva la proroga: ecco le novità

Secondo quanto previsto dalla legge di bilancio si potrà accedere al bonus sino al 31 dicembre ma con dei vincoli

Superbonus 110%, arriva la proroga: ecco le novità

Ci sarà tempo sino al 31 dicembre prossimo purché i lavori siano stati completati almeno per il 30% entro il 30 giugno. Il governo ha stabilito una proroga per il superbonus 110 sulle villette unifamiliari e la misura sarà inserita nel primo provvedimento che verrà pubblicato successivamente all'approvazione del Documento di economia e finanza (Def).

Come riportato in un articolo di ItaliaOggi, l'anticipazione è arrivata dal sottosegretario all'Economia Federico Freni durante l'interrogazione di Alberto Gusmeroli (Lega) in commissione finanza riguardante le detrazioni da 110% per gli interventi effettuati su immobili unifamiliari dalle persone fisiche.

Negli ultimi mesi questo argomento aveva tenuto banco date le decisioni introdotte con la legge di Bilancio del dicembre scorso e con l'attesa della pubblicazione del decreto del ministero della Transizione ecologica che dapprima era prevista per lo scorso 9 febbraio ma la cui attuazione è stata effettiva solo a partire dal 16 marzo.

Tutto ciò aveva generato un po' di confusione tra imprese e consumatori con l'incertezza se si potesse ancora accedere alle detrazioni da superbonus ed entro quando.

Il dl 34/2020 prevedeva che le spese dovessero essere inizialmente essere "sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022" anche se i commi 3-bis e 8-bis dell'art. 119 prevedono delle finestre temporali agevolate più ampie inerenti l spese sostenute da parte di determinati soggetti ai fini dell'agevolazione.

La legge di bilancio ha prorogato il superbonus110 sino al 31 febbraio 2025: "Per gli interventi effettuati dai condomini, dalle persone fisiche di cui al comma 9, lettera a), e dai soggetti di cui al comma 9, lettera d-bis), compresi quelli effettuati dalle persone fisiche sulle singole unità immobiliari all'interno dello stesso condominio dello stesso edificio, compresi quelli effettuati su edifici oggetto di demolizione e ricostruzione di cui all'articolo 3, comma 1, lettera d), del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, la detrazione spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2025, nella misura del 110 per cento per quelle sostenute entro il 31 dicembre 2023, del 70 per cento per quelle sostenute nell'anno 2024 e del 65 per cento per quelle sostenute nell'anno 2025. Per gli interventi effettuati su unità immobiliari dalle persone fisiche di cui al comma 9, lettera b), la detrazione del 110% spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022, a condizione che alla data del 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 30% dell'intervento complessivo".

Pertanto, con la modifica intervenuta con la legge di bilancio e con il prossimo attuativo sarà stabilito che si potrà accedere alle detrazioni al 110 sino al 31 dicembre prossimo a patto che, gli interventi sulle unifamiliari, abbiano raggiunto uno stato di avanzamento al 30% entro il 30 di giugno.

Commenti