SuperMario, Bankitalia e il caso Monte Paschi

In questa rubrica ho speso verso il professor Mario Draghi parole di grande elogio e ringraziamento per la sua decisione di servire il Paese in questa fase di grave emergenza

In questa rubrica ho speso verso il professor Mario Draghi parole di grande elogio e ringraziamento per la sua decisione di servire il Paese in questa fase di grave emergenza. Una scelta coraggiosa che lo esporrà sicuramente anche a critiche. Quando poteva tranquillamente attendere la candidatura ad autorevole presidente della Repubblica godendosi nel frattempo un meritato riposo nella più assoluta serenità economica e familiare. Proprio perché nutro stima nei suoi confronti mi permetto di tornare a una vicenda che lo ha visto protagonista allorché si trovava ai vertici della Banca d'Italia. Accadde, infatti, che diede il via libera a Monte dei Paschi di Siena per l'acquisizione di Antonveneta dalla banca spagnola Santander. Ad un prezzo spropositato senza adeguata preventiva due diligence. Inconcepibile. La storia è nota. Quel fatto contribuì al tracollo dell'istituto di piazza Salimbeni. La ricapitalizzazione non si è rivelata e come poteva esserlo un passaggio indolore. Costò molti denari a tutti noi, cittadini/contribuenti. Questo ricordo non intende certo assumere la valenza di un rimprovero, piuttosto un caloroso invito alla persona in qualità di premier ad avviare un percorso di riforma radicale delle funzioni della Banca d'Italia.

Proprio in merito al suo ruolo e alle effettive competenze. Ovvero che sia messa finalmente nella condizione di svolgere con efficienza ed efficacia l'esercizio di autorità di controllo, e aggiungo, di intervento. Ciò che oggi non le è concesso di fare. Troppo spesso le analisi dettagliate finiscono nei soliti cassetti. Con conseguenze negative. Penso ai travagli di azionisti di banche, ai normali correntisti e a tutti noi che, come cittadini, siamo costretti a dover ripianare alle disinvolte operazioni dei vertici di molti istituti di credito nostrani. Caro Draghi, promesso che interverrà per dar vita a una nuova Bankitalia?

www.pompeolocatelli.it - info@pompeolocatelli.it

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

giancristi

Mar, 23/02/2021 - 10:43

Mettere la Banca d'Italia in grado di operare efficacemente.

Savoiardo

Mar, 23/02/2021 - 11:05

Draghi e la Cupola Plutocratica Mondiale.

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 25/02/2021 - 17:28

con un ministro del lavoro che non è riuscito ancora a capire di cosa si parla quando si accenna alla parola lavoro diventa assolutamente difficile pensare che questo governo possa pensare di risolvere il problema inerente i fallimenti che la sinistra vuole addebitare agli italiani!