Tassa sulla plastica: i prodotti colpiti e quelli esclusi

Confermata nella manovra la plastic tax. Colpiti tutti i prodotti monouso di plastica. Escluse siringhe e plastiche compostabili

Dalle bottiglie d'acqua al tetrapak del latte, dai contenitori dei detersivi alle buste d'insalata. La lista dei prodotti di plastica monouso che saranno colpiti dalla plastic tax è lunga e non farà sconti a nessuno.

Prima di tutto, nella nuova bozza della manovra è confermata la tassa di un euro al chilo sugli imballaggi di plastica e sui contenitori utilizzabili una sola volta fatti dello stesso materiale. L'imposta dovrà essere pagata “al momento della produzione” e dell'importazione in Italia, ma non si applica sulle plastiche esportate dal fabbricante.

I prodotti colpiti

Ma quali sono i prodotti sui quali sarà applicata la tassa? La bozza parla dei cosiddetti Macsi, cioè i manufatti in plastica con singolo impiego, imballaggi compresi. In modo ancor più dettagliato – si legge - la tassa si riferirà a tutti quei “dispositivi, realizzati con l’impiego, anche parziale, delle materie plastiche di cui al comma 1, che consentono la chiusura, la commercializzazione o la presentazione dei medesimi MACSI o dei manufatti costituiti interamente da materiali diversi dalle stesse materie plastiche. Sono altresì considerati MACSI i prodotti semilavorati, realizzati con l’impiego, anche parziale, delle predette materie plastiche, impiegati nella produzione di MACSI”.

Sgomberato il campo dagli equivoci, è adesso possibile dare uno sguardo ai prodotti effettivamente presenti nella lista nera. Sì a tutti i monouso di plastica. Quindi tappi ed etichette, così come il polistirolo, le vaschette in polietilene, il tetrapak, i contenitori dei detersivi, le buste di numerosi alimenti, le bottigliette di acqua naturale e bibite varie, ricordandoci che queste ultime sono sottoposte anche alla sugar tax.

I prodotti esclusi

Non saranno invece tassate le siringhe e tutti i prodotti riutilizzabili, come ad esempio le taniche e i vari contenitori per custodire gli oggetti. Escluse completamente dalla plastic tax anche le plastiche compostabili, ovvero quelle plastiche che si biodegrdano in appositi impianti di compostaggio, trasformandosi in compost da usare come fertilizzante naturale. Per “favorire un'inversione di tendenza”, inoltre, accanto alla plastic tax arriverà anche un bonus del 10% alle imprese per l'adeguamento tecnologico finalizzato alla produzione proprio di manufatti compostabili e biodegradabili.

Una misura che non piace a produttori e Unionchimica Confapi

In ogni caso, è lo stesso ministro italiano dell'Economia, Roberto Gualtieri, a fare il punto sulla tassa sulla plastica su Radio Uno Rai: “La plastic tax riguarda solo la plastica monouso. Quella compostabile e biodegradabile, ad esempio, non vengono toccate. Al momento c'è un uso smisurato della plastica e tutto il mondo sta andando nella direzione di limitare quell'uso. Siamo comunque pronti a dialogare con tutti i settori produttivi. Il nostro obiettivo è superare l'abuso della plastica monouso”.

Sul piede di guerra i produttori di plastica e le piccole e medie industrie. Unionchimica Confapi ha espresso profonda preoccupazione per l'avvento della plastic tax. Secondo l'unione di categoria “tale misura è ingiusta e non equilibrata, e rischia di vanificare quanto il Governo sta promuovendo in materia di green economy. Si tratta di una tassa che, così come impostata, si fonda su una definizione non chiara di cosa si debba intendere per imballaggi monouso in materiale plastico. Ciò potrebbe determinare danni notevoli a tutto il settore, con lo spettro della chiusura definitiva di numerose imprese".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Ven, 01/11/2019 - 15:24

Avanti così, magari al posto della plastica useremo più vetro, oggi costa veramente poco, magari ANCHE rotto lungo le strade, nei prati dove giocano i bambini, in spiaggia...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 01/11/2019 - 15:40

ecco, ora paghiamo di piu, contenti babbei comunisti grulli? :-) magari facessero pagare questa tassa solo a tutti quelli che si sono iscritti alle ultime 10 primarie del PD..... :-)

umbe65it

Ven, 01/11/2019 - 15:52

Ma il contenuto della scatola cranica di chi si inventa certe cose sarè compostabile e biodegradabile, o sono solo palline di polistirolo?

Una-mattina-mi-...

Ven, 01/11/2019 - 15:57

TROPPO POCO, TROPPO FACILE: CI VUOLE ANCHE UNA TASSA SU CHI NON USA LA PLASTICA, ALTRIMENTI LA GENTE SI FA FURBA,E LA PLASTICA NON LA USA PIU', MENTRE I BOIARDI NON INCASSANO...

Fausto17

Ven, 01/11/2019 - 16:00

Bene: l'europa ci IMPONE l'impacchettamento singolo per prodotti alimentari porzionati, prodotti agroalimentari e probabilmente altro di cui non sono a conoscenza. Sui contenitori in plastica di prodotti liquidi e non, vengono date le istruzioni su dove lasciarli nella raccolta differenziata e questi GENI dei nostri governanti li tassano! Ricapitolando e sintetizzando: l'europa ci obbliga ad usare la plastica, i produttori dei prodotti commerciali ci dicono come eliminarla ed il governo ci tassa perchè la usiamo... altro che Comma 22, questi quaquaraqua stanno proprio alla canna del gas! L'ambiente e l'ecologia non c'entra si vuole fare solo CASSA!!!

Ritratto di Walhall

Walhall

Ven, 01/11/2019 - 16:01

Seguite il mio ragionamento. Parliamo di aziende di grandi dimensioni. Se sono possessore di una multinazionale italiana prestigiosa (anche non necessariamente italiana), dove ciò che produco, a prescindere che sia un bene o un servizio primario, è acquistato con un elevato indice di gradimento da parte dei consumatori e ho i giusti agganci nella politica, farò pressione sulle conoscenze che contano, affinché vi sia una tassa su ciò che realizzo e gravi sul consumatore finale, proprio perché ho la certezza che il mio prodotto non subirà scostamenti negativi sulla vendita, ma anzi, potrò addirittura beneficiare di favori particolari perché aiuto lo Stato a incassare di più, oltre a eliminare, scremare e ostacolare la crescita dei medio-piccoli competitors. Ecco svelata la sugar tax, la plastic tax, la tobacco tax, la diesel tax, la digital tax, ecc. Non ci vuole molta fantasia per comprendere l'inganno, solo un po di dimestichezza con l'economia.

Ritratto di Arminius

Arminius

Ven, 01/11/2019 - 16:02

No, non ci posso credere che ne fanno una giusta! Anche se la proposta è una goccia nel mare (ricoperto di plastica) almeno si comincia a porre il problema all'attenzione della gente. Temo che a livello planetario non si risolverà nulla prima che sia troppo tardi..., ma almeno vedo che qualcuno ci sta provando.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 01/11/2019 - 16:03

Il bonus del 10% alle industrie per l'adeguamento lo pagheremo noi con le tasse e poi pagheremo anche la tassa sulla plastica di cui non siamo parte della catena finale. Ho visto che una bottiglia d'acqua che di solito la vendevano in offerta a 17 cent al litro ora tutti a 20cent.

PRALBOINO

Ven, 01/11/2019 - 16:04

La plastica e non solo quella è come la cxxxa del cane nessuno la rxxxoglie Il mio modesto parere sarebbe che chi assembla più materiali diversi difficilmente riciclabili paghi di più per fare le cassette dell'uva vengono assemblati molti materiali due tipi di legno,nastro di plastica ,plastica trasparente,ganci di ferro,nastro di cartoncino ed infine l'uva

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 01/11/2019 - 16:04

E danno i bonus per far più figli, così aumenteremo la plastica. Io nettrei una tassa a chi mette al mondo un futuro inquinatore, altro che bonus.

agosvac

Ven, 01/11/2019 - 16:05

A parte che a questo punto fare la raccolta differenziata avrebbe poco senso, c'è da dire che a questo Governo dell'ecologia non importa un bel niente: a loro importa solo mettere più tasse!

lorenzovan

Ven, 01/11/2019 - 16:07

chi critica appartiene probabilmente alla razza di quelli che strillano per le bottiglie di plastica in acqua..dei sacchetti di plastica ammucchiati ai lati delle estrade..e via di seguito..e' la maledizione italiana..chiunque faccia qualcosa bene viene sempre attaccato dall«'altra parte..e qusto vale per destra e sinistra..cosi' nessun paese riesce ad andare avanti...

oracolodidelfo

Ven, 01/11/2019 - 16:09

cgf 15,24 - non tema; fra un anno, forse anche meno, se si accorgeranno che hanno bisogno di soldi, tasseranno anche quello. Ridicolo combattere l'uso della plastica con le tasse. Se qualcosa è dannoso, si proibisce e basta. Scuse magre e patetiche allo scopo di introdurre nuovi balzelli. Imbelli ed inetti, arrendetevi....siete stati smascherati!

vinvince

Ven, 01/11/2019 - 16:13

TASSE E MANETTE , SINISTRE PERFETTE !!!

maurizio-macold

Ven, 01/11/2019 - 16:15

Limitare l'uso della plastica e' segno di civilta'. E bisogna incentivare anche il suo recupero in modo tale che si possa recuperare l'aumento del suo costo. Con un po' di buona volonta' ed educazione civica potremo FORSE un giorno diventare un paese civile.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Ven, 01/11/2019 - 16:19

Se l'obiettivo del governo fosse stato ambientale, avrebbe dato grossi sgravi fiscali a chi produce plastica biodegradabile; con questo dispositivo, al contrario, il governo invece evidenzia che l'obiettivo è di rapinare i sudditi italiani; è una banale manovra socialista nella direzione di impoverire il paese

Raffaello13

Ven, 01/11/2019 - 16:19

Legge fatta da INCOMPETENTI e Ideologicamente Confusi che NON sanno valutare gli Effetti di un simile provvedimento, che a rigor di logica è ILLEGGITTIMO perchè cozza contro degli OBBLIGHI di altre Leggi di garantire una protezione e controllo sanitario di cibi e derrate deperibili.

Raffaello13

Ven, 01/11/2019 - 16:27

Ghe senso ha fare la Raccolta Differenziata se POI la plastica non si vuole Usare? Oforse si sa che è IMPOSSIBILE NON USARLA e si vogliono FREGARE i soldi dell'IVA facendo finta di aver impedito l'Aumento?

Ritratto di ateius

ateius

Ven, 01/11/2019 - 16:33

è la sinistra.. desiderosa di mettere le mani nelle tasche dei Cittadini che LAVORANO per darli a chi vive di chiacchiere e "cultura" buonista e ideologica, non può tassare i beni di consuumo?.. ne tassa i CONTENITORI.- acqua bibite latte detersivi verdure frutta salumi formaggi.. e non mi viene in mente altro. praticamente il paradiso dei sinistri realizzato sulla terra.- il popolo LAVORA E PAGA sempre di più PER MANTENERE I PARASSITI.-

cgf

Ven, 01/11/2019 - 16:36

@Walhall immagino che lei sia ricco a palate, nella sua vita abbia fatto fruttare i propri talenti, in tutti i sensi, ed ora le rendano non poco, tale acume economico... NO? allora è solo dietrologia spicciola, a quel punto mi scusi, ma perché racconta fantapolica anziché commentare?

Ritratto di Skapestrato

Skapestrato

Ven, 01/11/2019 - 16:38

Ringraziamo Greta

Divoll

Ven, 01/11/2019 - 16:48

Capito a cosa serve Greta?

Divoll

Ven, 01/11/2019 - 16:49

Greta serve a far lievitare tasse e prezzi. E a pagare e' sempre il comune cittadino (mica Greta)

mimmo1960

Ven, 01/11/2019 - 16:58

In Germania esiste un metodo vincente, in vigore dal 2003, per incentivare la pratica del riciclo del vetro e della plastica: nei supermercati infatti ci sono delle apposite macchine al cui interno il consumatore può gettare le bottiglie e in cambio ottiene del denaro. Qui invece ci tassano, ma!!

aldoroma

Ven, 01/11/2019 - 17:05

Iva sulla plastica è aumentata Rimodulazione camuffata Che genii abbiano al governo

lorenzovan

Ven, 01/11/2019 - 17:05

vinvinvce bufale e balle...destra pimpante

rino34

Ven, 01/11/2019 - 17:17

la plastica inquina i mari, poi si disfa e se la mangiano i pesci, sono d'accordo sul tassare tutto quello che è uso e getta, imballaggi, articoli di uso quotidiano. Anzi sarebbero da eliminare proprio. Diverso il discorso se si parla di mobili e oggetti di design. E comunque hanno inventato da alcuni anni plastiche bio, per cui tutta questa difesa della plastica io non la farei.

Anselmo Masala

Ven, 01/11/2019 - 17:18

ma non era meglio che avessero aumentato l'iva?Questi balzelli,oltre che una presa per il cxxo sono un vero e proprio stillicidio!!!

Ritratto di Walhall

Walhall

Ven, 01/11/2019 - 17:21

@cgf: sì, sono ricco non lo nascondo, ovviamente me li sono guadagnati duramente, per mezzo di una laurea e continua ricerca della conoscenza attraverso la ricerca, e oggi gruppo fondato da me, la mia ex moglie e mio fratello, è tra i migliori in Germania nel settore del fotovoltaico e dell'eolico. Se secondo lei ciò che sostengono è fantapolitica significa che lei svolge un nobile lavoro subordinato o un altrettanto nobile lavoro imprenditoriale ma di modesto rilievo, perché non le consente di guardare la realtà del mondo dall'alto. Cordiali saluti.

caren

Ven, 01/11/2019 - 17:29

Oltre al danno la beffa. Cercano di coprire l'elefante con un fazzoletto. Primo, perché la plastica non è stata abolita, sempre di plastica si tratta, secondo perché dovremo pagare un di più, su ogni confezione. Altro che limitare l'uso della plastica, cari signori.

Popi46

Ven, 01/11/2019 - 17:32

Immagino il successo strabiliante che questa iniziativa avrà a Roma

salmodiante

Ven, 01/11/2019 - 17:35

Ci sono già catene di fast food che non offrono più il coperchietto e la cannuccia per la bibita, non è molto, ma significa sensibilità.In famiglia, per esperienza personale, la maggior quantità di plastica proviene dalle bottiglie e dai flacconi.

salmodiante

Ven, 01/11/2019 - 17:38

mimmo1960; anche in una catena di supermercati esistono dei contenitori per il recupero delle vaschette di frutta e verdura...non se lo fila nessuno!

tiromancino

Ven, 01/11/2019 - 17:54

Cosi sottraiamo terra per coltivare piante per generare materiali biodegradabili e chissenefrega se qualcuno morirà di fame. Perché è meglio rifornire l'industria.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 01/11/2019 - 18:08

Pazzi,pazzi,pazzi e incompetenti!!Invece di spingere per una più efficiente "raccolta differenziata"(il Nord lo fa al 65%....il Sud lo fà poco:43%...per non parlare delle Isole:26%!!)...e riciclare al massimo le "plastiche"(quelle che si possono recuperare come "materie prime secondarie"),ed inviare le altre "non separabili"che sono in aumento per ovvii motivi di conservazione dei cibi,(altrimenti inviate in discarica a € 200/ton....con guadagni per le "municipalizzate" alla faccia dell'ecologia...) ad impianti di "pirolisi"(450°C),per la loro trasformazione in "gasolio",con una resa del 60% in "gasolio"(percorso più conveniente,dell'invio ai "termo-valorizzatori"),per non rinunciare alle "accise"(perchè qui sta il problema,che se gravate come ora al 100% ammazzerebbero il processo,che invece è decisamente "ecologico"),le TASSANO,così il problema RIMANE ,...e fanno CASSA!!Poi i "gretini" parlano di difesa dell'ambiente!

Ritratto di cape code

cape code

Ven, 01/11/2019 - 18:16

Macold, babbeo, cominciamo ad essere civili facendo arrivare i tuoi amici fancazzisti coi documenti come fanno negli altri paesi e ad alzare gli stipendi adeguandoli al caro vita invece che tassare solamente come fanno i tuoi amici piddioti. Allora si' che saremo un paese civile.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Ven, 01/11/2019 - 18:49

la plastica al governo non frega manco del nulla...è una nuova tassa,mascherata da ecologia.pe rla storia:siamo tutti Gretini

stefi84

Ven, 01/11/2019 - 18:53

Tassando non si risolve nulla, solo un aggravio sulle famiglie. Bisognava invece incentivare l'uso di quella biodegradabile o sostituirla con qualcos'altro. Alla fine questo "stile Greta" finirà per aumentare la povertà.

ziobeppe1951

Ven, 01/11/2019 - 18:56

E la Gruber?....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 01/11/2019 - 19:28

@maurizio-macold - ecco, comincia a dirlo agli incivili extracomunitari che continuano a gettare sacchetti di plastica pieni di immondiazia nel mio giardino.

pilandi

Ven, 01/11/2019 - 20:24

@Leonida55 guarda basta andare in alcune zone d'italia e gli incivili non sono importati, sono assolutamente autoctoni. L'inciviltà non ha bandiere, come la stupidità d'altronde.

pilandi

Ven, 01/11/2019 - 20:26

Il disincentivare l'uso di prodotti inquinanti è un dovere se si guarda al futuro, esistono innumerevoli alternative alla plastica: carta, vetro, agglomerati naturali...

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Ven, 01/11/2019 - 20:38

#Leonida55: ...Oltre a cacare e pisciare ovunque si trovino, proprio come sono abituati a fare nei loro paesi di origine.

cgf

Ven, 01/11/2019 - 20:55

@Walhall quindi quando parlava di cor.. pardon di cose conosciute, le adotta lei stesso? ovviamente si vista la sua dimostrata preparazione.

vinvince

Ven, 01/11/2019 - 21:16

Lorenzovan@. non sai fare neanche le rime !!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 02/11/2019 - 05:33

@pirlandi - certo, ma la loro percentuale è nefasta. Ma voi comunisti volete semerp negare, ancjhe l'evidenza. Ma nascete bugiardi o lo diventate strada facendo?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 02/11/2019 - 05:35

@Sergio Sanguineti - certamente. Poi ci sono dei pistola alla pirlandi che li difende pure e li giustifica. Fino a che non lo faranno anche a casa sua.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 02/11/2019 - 05:36

@vinvince - non sa neppure ragionare.

Raffaello13

Sab, 02/11/2019 - 08:30

I furbi che ci governano se ne infischiano della ecologia e vogliono solo raccattare SOLDI, fingendo di averli trovati per mantenere l'IVA ed invece tassando una MIRIADE di prodotti alimentari che Per Legge DEVONO essere Confezionati in involucri di Plastiche Varie. Il Vetro NON è ecologico xchè fonde a 1200 C° e per essere riciclato deve fare parecchi giri, dal produttore ai Consumatori, dallo Scarto ai lavaggi e disinfezione (+ energia e+ sprechi di acqua!) e di nuovo ai "produttori" di bevande. Il Tappo, poi, o è di Polietilene o NON è igienico, xchè rilascia altre sostanze! Ignoranti NON sapete governare!

Raffaello13

Sab, 02/11/2019 - 08:33

La colpa NON è delle Plastiche am dei Sindaci INCAPACI di Gestire i Carrozzoni Corrotti che hanno l'Appalto della Raccolta e Smaltimento Rifiuti. Miliardi buttati via ogni anno.