Turismo

Trasporti, Tirrenia trasferisce la sede legale a Cagliari

Morace, ad della compagnia di navigazione: "Risultato importante, l'isola è la nostra principale destinazione e ha un ruolo centrale". L'assessore regionale Deiana: "Decisione storica, che porterà anche rilevanti entrate per le casse regionali"

Trasporti, Tirrenia trasferisce la sede legale a Cagliari

Tirrenia sempre più "sarda": l’assemblea dei soci ha infatti deliberato a favore dello spostamento della sede legale della compagnia nell'isola, che quindi viene trasferita a Cagliari, in via Sassari 3. Tirrenia - Compagnia Italiana Navigazione mantiene in tal modo la promessa fatta alla Regione Sardegna lo scorso luglio quando, nell’ambito di un incontro tra l’assessore ai Trasporti Massimo Deiana, e l’amministratore delegato di Tirrenia - Cin Ettore Morace, è stato siglato un protocollo d’intesa che prevede dieci nuove iniziative a favore della Sardegna, tra cui lo spostamento della sede legale in Sardegna, importante anche perché porta concreti vantaggi fiscali alla regione.

"Siamo particolarmente soddisfatti per questo importante risultato - ha dichiarato l'ad Morace -. Sin dal nostro insediamento, abbiamo lavorato affinché la Sardegna, nostra principale destinazione, avesse un ruolo centrale nello svolgimento delle nostre attività: lo riteniamo giusto e doveroso. Quest’estate abbiamo già mantenuto anche l’impegno di assumere marittimi in Sardegna, superando di gran lunga il numero prefissato e, in questo senso, continuiamo a lavorare per rendere operativi anche tutti gli altri punti dell’accordo".

"Si tratta di una notizia che definirei senza enfasi, storica, che abbiamo atteso invano per decenni - commenta l'assessore Deiana -. Oltre al valore indubbiamente simbolico del trasferimento esistono anche conseguenze pratiche di non poca importanza, come quella che la Tirrenia-Cin potenzierà la presenza amministrativa sull’isola e soprattutto verserà le imposte, solo di iva circa 30 milioni all’anno, in Sardegna generando rilevanti entrate per le casse regionali".

Fra le novità più rilevanti dell'intesa fra Regione e Cin, ricordiamo le tariffe ridotte del 50 per cento rispetto a quelle "residenti" sulla linea Cagliari-Civitavecchia nel periodo invernale in cui sono previsti tre viaggi settimanali e il blocco dei costi per le merci sulle tratte principali per Genova, Livorno, Napoli e sempre per Civitavecchia. Il biglietto residenti sarà applicato agli emigrati sardi su tutte le rotte per la Sardegna e nel periodo estivo anche su Genova-Porto Torres e su Civitavecchia-Olbia, linee non in convenzione dove pertanto non esiste alcun obbligo di riduzioni.

La tariffa promozionale da 123 euro per due passeggeri più auto, cabina e cena andata e ritorno, sarà applicata ai non residenti in partenza dal Continente verso l'isola in occasione di eventi importanti da definire con l'assessorato al Turismo, in media e bassa stagione. L'accordo tra Regione e Cin siglato a fine luglio contiene anche una serie di correttivi sulla frequenza delle tratte gestite dalla Tirrenia. Aumenteranno da cinque a sei alla settimana le partenze su Livorno a seguito di richieste da parte della Regione o degli autotrasportatori. La società di navigazione a fronte di circostanze rilevanti, come per esempio manifestazioni sindacali o gare sportive e comunque su indicazione dell'amministrazione regionale, potrà effettuare corse straordinarie sulla tratta per Civitavecchia nel periodo invernale con cadenza trisettimanale.

Commenti