In Emilia Scoperto un asilo nido completamente in nero

Un asilo nido completamente in nero spacciato come associazione senza fini di lucro che aveva come soci una quindicina di bambini da uno a tre anni, i cui genitori pagavano una retta da 700 euro per un imponibile evaso di 214mila euro. È stato scoperto a Bologna grazie all’azione di un team composto da uomini dell’agenzia delle entrate e dai vigili urbani. Un altro caso clamoroso scoperto nel capoluogo emiliano è quello di un cittadino che aveva 43 immobili, non dichiarati, molti affittati in nero, per un imponibile evaso di 964mila euro. Sono questi due esempi concreti di come in Emilia-Romagna abbia funzionato il patto antievasione fra agenzia delle entrate e comuni sul territorio. Hanno aderito in 186 (54%) nella regione e nei primi cinque mesi del 2010 - ha spiegato il direttore regionale dell’agenzia delle entrate Antonino Gentile - le segnalazioni sono state 2.993 (+60%), gli accertamenti 718 (+97%), il maggior imponibile è arrivato a 22,817 mln (+155%) e la maggiore imposta accertata a 4,9 mln (+267%).
Numerosi i casi di attività commerciali che si travestono da associazioni sportive dilettantistiche per fruire di un regime fiscale privilegiato.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti