Orlando, ucciso dal Fbi un uomo vicino a uno dei killer di Boston

Sotto interrogatorio in Florida, l'uomo avrebbe cercato di aggredire un agente. È rimasto ucciso. Per il Bureau era vicino agli attentatori della maratona. Cnn: collegato a triplice omicidio del 2011

Orlando, ucciso dal Fbi un uomo vicino a uno dei killer di Boston

È stato ucciso a Orlando (Florida) dall'agente del Fbi che lo stava interrogando, dopo avere tentato di attaccarlo. Ibragim Todashev, secondo quanto racconta Nbc News, era un conoscente di Tamerlan Tsarnaev, uno dei due killer della maratona di Boston.

Todashev conosceva il maggiore dei fratelli Tsarnaev perché entrambi praticavano arti marziali miste. 27 anni, di origini cecene, era sotto interrogatorio, probabilmente in casa sua, per possibili connessioni con i due responsabili dei morti alla maratona di Boston. Una settimana prima dell'attentato - secondo fonti investigative - avrebbe avuto una lunga discussione con Tamerlan.

Inizialmente collaborativo, Todashev è diventato improvvisamente aggressivo. È stato ucciso da un colpo esploso da un agente del Fbi, mentre cercava di attaccare chi lo stava interrogando. Secondo la Abc sarebbe riuscito ad accoltellare più volte l'agente, che non rischia però la vita.

Un amico del 27enne, Khusn Taramiv, ha spiegato ai media statunitensi che lui e Todashev sarebbero stati sentiti ieri per più di tre ore. Secondo la testimonianza dell'uomo, gli agenti sarebbero poi rimasti soli con Todashev, che era già stato sentito dopo gli attentati.

Triplice omicidio di Waltham

In serata una fonte investigativa, citata dalla CNN, ha aggiunto che Todashev sarebbe collegato a un triplice omicidio avvenuto nel 2011 a Waltham, nel Massachusetts. La sera dell'11 settembre vennero uccise qui tre persone. Una di loro era amica di Tamerlan Tsarnaev. Alcuni indizi emersi durante l'indagine sulle bombe di Boston hanno portato gli inquirenti a inserire Tsarnaev nella lista dei sospettati.

Commenti