Rivoluzione per i bebè in Cina: ora si potranno avere due figli

Dopo trent'anni scompare la "politica del figlio unico", adottata di Deng Xiao Ping per tenere sotto controllo le nascite. Aboliti anche i campi di rieducazione e lavoro

Rivoluzione per i bebè in Cina: ora si potranno avere due figli

La Cina abolisce la "politica del figlio unico", adottata per tenere sotto controllo le nascite nel Paese più popoloso del mondo. D'ora in poi le famiglie potranno avere due figli. La decisione presa dalle autorità cinesi rivoluziona la legge che da trent'anni vieta alle coppie di avere più di un bambino. Il legislatore ha, tuttavia, previstono alcune eccezioni che vanno a limitare le minoranze etniche o le coppie "rurali" il cui primo figlio è una bambina.

Una vera e propria rivoluzione liberale per la Cina. Oltre alla svolta sulla "politica del figlio unico", la corte suprema cinese si anche espressa a favore dell’abolizione dei campi di rieducazione e lavoro. Le due decisioni storiche erano state prese in novembre, ma sono state formalizzate soltanto oggi con l’approvazione del comitato permanente del Congresso nazionale del popolo (Anp). Il sistema di rieducazione attraverso la detenzione nei campi di lavoro (laojiao) era stato introdotto nel 1957 e consentiva allo Stato di detenere persone, dopo la sola decisione della polizia, fino a quattro anni. Più volte denunciata dalle organizzazioni di difesa dei diritti umani, i laojiao venivano utilizzati, principalmente dalle autorità locali, per contrastare la corruzione. "Questa pratica - spiega il governo - non è più necessaria grazie allo sviluppo del sistema giudiziario cinese". Le organizzazioni umanitarie hanno, tuttavia, messo in guardia la comunità internazionale sulla possibilità che i campi di lavoro possano comunque continuare a esistere cambiando solamente il nome della pratica.

Il Comitato permanente ha adottato anche la risoluzione che consente alle coppie con un figlio unico di averne un secondo. Una novità che segna un significativo allentamento della politica cinese per la pianificazione familiare. La "politica del figlio unico" fu introdotta, pochi anni dalla morte di Mao Tse-tung, dal suo successore Deng Xiao Ping.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti