Il tornado-mostro che uccide i bambini

New YorkÈ stato come se una gigantesca e mostruosa palla da bowling, con un diametro di oltre tre chilometri, avesse attraversato tutta la cittadina di Moore a una velocità folle (di 320 km orari) distruggendo e spianando tutto quello che si trovava di fronte. Il bilancio è catastrofico: oltre diecimila tra abitazioni e costruzioni pubbliche completamente distrutte. La periferia a sud di Oklahoma City non esiste più, è completamente rasa al suolo: un gigantesco «bulldozer» è passato e ha spianato tutto. Non una sola casa è rimasta in piedi, dallo stesso ospedale di Moore è sparito d'incanto tutto il quarto piano: è stato evacuato e miracolosamente non ci sono vittime. La scuola elementare di Moore, chiamata Plaza Towers, non esiste più, il tornado killer lo ha spazzato via dalle fondamenta e il bilancio è pesantissimo: ci sono sette ragazzini morti e ne mancherebbero all'appello altri 13.
Il presidente Obama è subito intervenuto, assicurando che l'Oklahoma «non sarà lasciato solo» e ordinanndo immediati aiuti e sovvenzioni. L'intero bilancio delle vittime di questo tornado killer che si è abbattuto lunedì pomeriggio nella zona residenziale di Oklahoma City parla finora di 24 vittime, tra i quali i sette piccoli studenti della scuola elementare di Moore, oltre a 140 feriti gravi. Sono più di 120 le persone finora estratte vive dalle macerie e i soccorritori continuano senza sosta le ricerche tra le case e gli edifici crollati, servendosi dell'aiuto di cani e di tecnologie sofisticate. Questo tornado, hanno spiegato gli esperti del National Weather Service, si è rivelato il terzo peggiore (e quindi più devastante) della storia americana dal 1950.
Peggiore fu «twister» (come vengono chiamati dagli americani) che si abbattè sulla cittadina di Joplin in Missouri nel maggio 2011, causando 158 morti e 3 miliardi di dollari di danni. Poi, in questa triste classifica, anche il tornado che colpì proprio il territorio di Moore nel maggio 1999, causando 46 morti e centinaia di feriti. Proprio così, questo sobborgo di Oklahoma City è una zona maledetta e segnata: in questi ultimi 15 anni è stato colpita da 5 tornado. E quello di due giorni fa aveva una forza distruttrice mostruosa: aveva una circonferenza di oltre 3 chilometri, alimentato da venti che hanno soffiato a oltre 320 kmh. Mentre altri tornado durano pochi minuti, questo ha imperversato sull'aerea per circa 42 minuti, un periodo di tempo lunghissimo. Difatti i sopravvissuti parlano di uno scenario apocalittico: «Era un mostro enorme, scuro e spaventoso», ha raccontato alla Cnn la signora Ana Smith, ancora piena di lividi e sanguinante.
«Sembrava di stare nel film Twister, il rumore era assordante come il boato di una bomba atomica con le autovetture che sono volate per centinaia e centinaia di metri», ha detto un ragazzo alla Foxnews. Lui si è salvato, assieme a tutta la sua famiglia, mettendosi al riparo nel rifugio sotterraneo.
Da questa parti, ogni abitazione e ogni costruzione comunale e federale ha uno «shelter» sotterraneo per ripararsi dai tornado killer e infatti le vittime sono poche decine rispetto all'entità apocalittica dei danni. Questa volta in tanti non sono riusciti a mettersi in salvo in quanto le sirene dell'imminente tornado sono suonate con appena 16 minuti di anticipo. E nella scuola elementare qualcosa non ha funzionato con sette bambini morti sotto le macerie. E poteva andare perfino peggio, se non ci fosse stato l'eroismo di alcune maestre, come la signora Mary Crosswhite, che con il suo corpo ha fatto da scudo a diversi ragazzini.

Commenti