F1, scandalo di Singapore Briatore lascia la Renault Ecclestone: "Sorpreso"

Il manager italiano e il capo degli ingegneri Pat Symmonds lasciano la scuderia francese. Il team non contesterà le recenti accuse della federazione sul presunto falso incidente di Piquet jr nel 2008 per favorire Alonso

F1, scandalo di Singapore 
Briatore lascia la Renault
 
Ecclestone: "Sorpreso"

Parigi - Il team principal Flavio Briatore e il direttore tecnico Pat Symonds lasciano la Renault. L’annuncio è stato dato dal team francese con un comunicato sul sito ufficiale. Il team Ing Renault F1, aggiunge la scuderia francese, non contesterà le recenti accuse formulate dalla Federazione internazionale dell’automobile legate al presunto falso incidente di Nelson Piquet Junior in occasione del Gran Premio di Singapore dello scorso anno per favorire l’altro pilota Fernando Alonso. Il 21 settembre si riunirà a Parigi il consiglio mondiale dello sport motoristico per valutare la vicenda. "Prima di quella data non faremo ulteriori commenti" precisa la Renault.

Ecclestone: "Sono sorpreso" Il patron della Formula 1 si è detto "sorpreso. Non ho idea di cosa accadrà" - ha aggiunto il patron del circus - staremo a vedere".  

L'accusa Briatore e Symonds sono stati accusati dal pilota brasiliano Nelsinho Piquet di avere organizzato a "tavolino" il suo incidente nel Gp di Singapore dello scorso anno. Del caso se ne occuperà il 21 settembre il Consiglio Mondiale della Fia, la federazione internazionale.

Singapore Le prime notizie sul presunto incidente del figlio di Piquet erano trapelate poco dopo la fine del Gran Premio di Spa il 30 agosto scorso, con la conferma da parte della Fia dell’avvio di una indagine sul caso sollevato dalla televisione brasiliana Globo riguardo al Gp di Singapore, vinto dalla Renault di Alonso, capace di approfittare dell’incidente che vide protagonista il suo allora compagno di squadra brasiliano Nelsinho Piquet che andò a sbattere contro un muretto. Alonso approfittò della situazione in pista in regime di safety car dopo l’incidente di Piquet passando in testa alla gara per aver rifornito prima di tutti poco prima dell’uscita del compagno di team.

Ordine di scuderia La tv brasiliana Globo aveva parlato di un "ordine di scuderia" imposto a Piquet, allo scopo di impedire attraverso l’entrata in pista della safety car un immediato rifornimento agli altri piloti. Circa due settimane prima che il caso scoppiasse, proprio a ridosso del Gp di Valencia, Piquet Jr era stato silurato dalla Renault che lo ha rimpiazzato con il giovane pilota francese Romain Grosjean.