Tra il festival della canzone e l’esibizione del Califfo

Un weekend con i grandi interpreti della romanità in musica. Domani sera Franco Califano sarà in all’Auditorium, mentre domenica il Teatro Olimpico ospiterà la finale del Festival della Canzone Romana, giunto quest’anno alla XIX edizione. Califano, nell’ambito delle «Giornate della Musica» organizzate dalla Fondazione CittàItalia, proporrà uno speciale «Concerto per l’arte - C’è bisogno d’amore», accompagnato dal morbido sax di Stefano Di Battista e dalla splendida voce di Nicky Nicolai. Il «Califfo» canterà i successi più amati dal pubblico e alcuni brani del nuovo lavoro discografico C’è bisogno d’amore, in cui duetta con Federico Zampaglione dei Tiromancino (in una riedizione non certo memorabile di La nevicata del ’56) e con Simona Bencini dei Dirotta su Cuba (Quello che non sappiamo), oltre ad avvalersi della raffinata tromba di Fabrizio Bosso (E la chiamano estate) e del talento di Nicolai e Di Battista (in una nuova versione di E allora sì, brano scritto per Mina). L’incasso della serata saranno utilizzati per il restauro di una lunetta affrescata del XVI secolo, conservata nel Museo Nazionale di Palazzo Venezia, e dell’opera Musica al Pincio, un olio del 1913 di Armando Spadini.
Domenica, al teatro Olimpico gli spettatori sono attesi da una «full immersion» nella tradizione musicale romana. Interpreti famosi e nuove leve in una serata dedicata all’antologia della canzone e dei concorsi che si sono svolti dal 1800 ai nostri giorni. Il cast della manifestazione, organizzata da Lino Fabrizi, è composto da alcuni fra i più importanti esponenti della musica romanesca. Tra loro, Lando Fiorini, Aldo Donati (componente della Schola Cantorum insieme ad Alberto Cheli e Velia), Giorgio Onorato, Luciano Rossi; parteciperanno inoltre l’attore Alfiero Alfieri e il balletto folcloristico della Crazy Gang.
Durante la serata saranno inoltre premiati tre giovani scelti tra le nuove proposte. A presentare la serata saranno Francesco Vergovich, storica voce della radiofonia romana e Loretta Rossi Stuart, attrice e ballerina.