«Fini contro la Sbai», ma è uno scherzo

«Fini contro la Sbai», ma è uno scherzo

Prendi un lancio d’agenzia qualsiasi. Copia e incolla il testo, poi modificalo a piacimento. Et voilà, lo scherzo è servito. Lo sa bene adesso Souad Sbai (nella foto), deputata del Pdl e leader dell’associazione donne marocchine in Italia, balzata dalla sedia, ieri pomeriggio, prima che i colleghi buontemponi (Mario Landolfi capofila) le svelassero il trucco, tra una risata e l’altra. Cosa diceva il falso take? «Fini: dalla Sbai questo non me l’aspettavo». Motivo? Il no della parlamentare, riferito ieri dal Giornale, alla proposta di legge di Fabio Granata sulla cittadinanza veloce. In cortile, a Montecitorio, pure Fini ci scherza su: «Chiudi la cornetta se ti chiama qualche giornalista... ».