Gardaland, otto ragazzini della «Milano bene» arrestati per furto

Quando i carabinieri di Peschiera sono arrivati, li hanno trovati con le mani nel sacco. Anzi, nello zainetto per la precisione, quello dei coetanei che stavano facendo un giro sulle montagne russe e nel tunnel dell’orrore di Gardaland. E così, otto minorenni milanesi hanno passato una notte la fresco. Si tratta di ragazzini tra i 16 e i 17 anni, tre di Monza e cinque di Milano che avevano deciso di cercarsi un divertimento supplementare al grande parco giochi. Gli arresti sono avvenuti in due puntate: sabato i monzesi e domenica i milanesi, entrambi provenivano dalle stesse scuole. «L’avevano fatto alcuni nostri amici e si erano divertiti molto», ha detto uno dei giovani. I militari li hanno classificati come ragazzi di ottima famiglia, anzi, qualcuno decisamente benestante, figlio di professionisti e imprenditori che avevano allungato ai ragazzi anche una «diaria» di tre-quattrocento euro per la giornata. Giusto un anno fa, una quindicina di adolescenti della Milano bene, dieci minorenni, erano stati sorpresi a Gardaland a rubare nelle borse di altri visitatori.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti