Gasparri «C’è lo sfigato di Ballarò». Ma era uno scherzo

Incidente diplomatico tra il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri e l’inviato della trasmissione di RaiTre «Ballarò», Alessandro Poggi. A scatenare il caso, risolto poi con una telefonata in diretta stampa e un abbraccio con Poggi, una battuta dal palco di Gasparri: «C’è uno sfigato di Ballarò che passa la vita a inseguirci ed è venuto anche qui. Solo che oggi non ci sono gossip o polemiche, e non ha un cazzo da fare. Per questo facciamogli un applauso». Secca la replica di Giovanni Floris, il conduttore del programma: «A Ballarò mai fatto gossip». E immediata la precisazione dell’ufficio stampa del Pdl, che ha sottolineato il carattere goliardico della battuta. Poco dopo, il chiarimento in diretta. Gasparri ha telefonato davanti ai cronisti a Floris, quindi ha spiegato il retroscena: «Lui era arrivato con la pagina del «Giornale» in cui campeggiava il titolo “Facciamo primarie tra escort e magistrati”. Io gli ho dato due buffetti sulle guance per dirgli di non cercare sempre polemiche» Incidente chiuso. Per i protagonisti ma non per Pd, Idv e Udc che hanno stigmatizzato il comportamento di Gasparri.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.