Banca Passadore chiude col record di utili

Banca Passadore ha chiuso l'esercizio 2012 con un utile record di 10 milioni di euro (+14,7 per cento sul 2011), una raccolta in crescita del 3,8 per cento a 1.641 milioni, e impieghi a 1.243 milioni (+7,5). «Nonostante tali significativi risultati abbiano consentito di raggiungere, pur nel periodo di crisi, gli obiettivi “sfidanti“ fissati dal piano strategico 2010-2012 - sottolinea una nota dell'istituto genovese dopo l'assemblea degli azionisti -, il management della banca ha integralmente rinunciato alla percezione del bonus triennale previsto». Nel corso dell'assemblea, sono stati approvati anche i conti 2012 e la distribuzione di un dividendo di 0,10 euro (invariato rispetto agli anni precedenti). Nel primo trimestre 2013, Banca Passadore, che quest'anno celebra i 125 anni della fondazione, registra un ulteriore aumento della clientela (+4,2 per cento) e degli impieghi (+2,9), e vede l'utile netto balzare in avanti del 40 per cento a 4,8 milioni di euro. L'istituto informa poi che si è conclusa con un giudizio favorevole la periodica ispezione della Banca d'Italia.
Prosegue ,infine,il programma di espansione territoriale della banca: all'apertura della nuova Filiale di Aosta avvenuta il 18 gennaio scorso, farà seguito la formale inaugurazione nel prossimo mese di giugno, con un evento che si terrà nel vicino Forte di Bard nell'ambito delle iniziative programmate per la celebrazione del «compleanno» della data di fondazione. Dopo l'ultima apertura, l'istituto è oggi presente in 14 città di 6 regioni (Liguria, Lombardia, Piemonte, Emilia, Toscana, Valle d'Aosta) con 21 Filiali ed Agenzie.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.