I liguri si armano: scoperti altri due arsenali abusivi

C'è una Liguria armata. In un momento di tensioni e di fattacci di cronaca nera sempre più gravi, si scopre che l'America (dove si dice sia così facile trovare un'arma) non è poi così lontana. Di arsenali privati e clandestini ce ne sono parecchi. E di recente, specie dopo che di armi ne sono state usate, anche i controlli delle forze dell'ordine sono stati più frequenti.
Mercoledì pomeriggio, a Genova, è scattato l'ennesimo blitz. I carabinieri del nucleo operativo della Compagnia San Martino, hanno denunciato per «detenzione e porto abusivo di armi da fuoco e omessa denuncia di rinvenimento di armi» una genovese, A. B. di 45 anni. La donna dice di aver trovato nell'abitazione dei propri genitori pistole, munizioni, coltelli, macheti e altro. Ma anziché presentarsi in caserma a denunciare il tutto, le ha date ad altre persone, di fatto alimentando il giro clandestino di armi.
Un altro arsenale è spuntato a Ventimiglia. Sette spade, una scimitarra e tre pugnali erano in casa erano nella casa di un cinquantaseienne che è stato trovato ubriaco in strada dai poliziotti.
L'uomo ha minacciato gli agenti e dalla successiva perquisizione sono saltate fuori tutte le armi detenute illegalmente.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento