Mostre, natura e spettacoli per rilanciare la MarinaVARAZZE

Innovazione, responsabilità sociale di impresa, eventi di qualità. Questo il tris d'assi calato dalla Marina di Varazze per il 2013, una ricetta anti-crisi che punta a consolidare ulteriormente l'integrazione tra porto turistico e territorio cittadino. La strategia, illustrata da Giorgio Casareto, Direttore di Marina di Varazze, è all'insegna della continuità con il passato, per proseguire la stagione di iniziative di successo organizzate dal 2008 a oggi (celebrate da una mostra fotografica di Luigi Cerati, che ha immortalato tutti i «big» della musica che si sono esibiti nel porto negli ultimi anni) e dell'innovazione, con importanti migliorie e novità.
«Quest'anno puntiamo su un'evoluzione a lungo termine per captare elementi di positività e stabilità», ha affermato Casareto, presentando la proposta di tariffazione settennale, «un'opportunità di valore per fidelizzare il cliente», ma anche una intensa serie di eventi per il pubblico. Una ricca offerta, con esibizioni dal vivo di artisti quali PFM, Zibba & Almalibre, DiscoInferno, RadioStar, Simona Molinari, il comico Beppe Braida di Zelig e, dulcis in fundo, il ritorno di Max Gazzé (protagonista, qualche anno or sono, di un memorabile concerto sotto la pioggia battente). Ma le offerte di Marina di Varazze non si esauriscono con le tariffe e con le manifestazioni. Tra le novità più interessanti per il 2013, l'accordo con Legambiente Liguria, affinché la Marina - che recentemente ha ottenuto il rinnovo della Bandiera Blu e la Certificazione Iso 14001 - diventi sempre più verde, con un ruolo da protagonista nell'iniziativa «Riciclaestate», progetto di sensibilizzazione ambientale che permetterà ai diportisti di effettuare la raccolta differenziata grazie a quattro nuove isole ecologiche installate nel porto.

Commenti