Cronache

Recco in «Festa» per la focaccia

Mille chili di formaggio, 15mila porzioni di focaccia da distribuire al pubblico: riparte da qui, da questi numeri record - ma certamente non sarà solo questo -, la Festa della focaccia di Recco, in programma il 25 e 26 maggio, che per l'edizione 2013 si arricchisce di nuove caratteristiche e tante attrazioni spettacolari. Una festa, comunque, per tutta la città, nel senso che coinvolge residenti, commercianti e civica amministrazione, solidali nel proporre un progetto non solo sul versante dell'enogastronomia tipica, ma anche su quello più ampio dell'offerta turistica e dell'ospitalità. Ne hanno sottolineato i particolari, ieri mattina in Comune, il sindaco Dario Capurro, all'unisono con gli assessori Valentina Grazioli, Franco Senarega e Gian Luca Buccilli (che hanno garantito l'indispensabile supporto operativo) e con il presidente dell'Ascom Marco Fumagalli Accanto a loro, la presidente del «Consorzio Focaccia di Recco col formaggio» Maura Macchiavello, e due testimoni «storici», tutt'ora sulla breccia, della ristorazione locale come Gianni Carbone e Lorenzo Moltedo, da sempre i grado di «esportare» Recco in Italia e nel mondo. Lo ha ricordato, fra l'altro, nel delineare i particolari della manifestazione, Daniela Bernini che dal 1987, con il marito Lucio con cui dirige «Dimensione Riviera Promozioni», è un po' l'ispiratrice, regista e sceneggiatrice, oltre che tante altre cose ancora, degli eventi originati a Recco e diffusi dappertutto. In questi giorni, tanto per dire, la focaccia di Recco è protagonista a Firenze e Milano, ma di recente lo è stata anche in Russia, come ricorda proprio Carbone, patron della Manuelina: «Abbiamo ricevuto alcuni tour operator di San Pietroburgo che sono rimasti entusiasti della nostra cucina assegnandoci le cinque chiavi, i loro simboli dell'eccellenza. Così - conclude Carbone - abbiamo restituito la visita e preparato la focaccia col formaggio anche in Russia».
Un modo per promuovere ulteriormente la qualità della cucina ligure all'estero, di ottimo auspicio anche per «lanciare» la Festa di quest'anno. Eccola, in estrema sintesi, visto che il programma è fittissimo e rivolto a tutte le età: a cominciare dall'anteprima di sabato 25 alle 16, con la Festa dei piccoli focacciai con gli alunni della Scuola Primaria Mameli. In via Biagio Assereto, nel tratto compreso tra i Panifici Moltedo e Tossini, verrà allestita una tavolata lunga 40 metri dove oltre 100 bambini prepareranno la focaccia, attrezzati con tanto di mattarello, teglia, pasta, formaggio e olio extravergine d'oliva. Domenica 26 - spiega ancora Daniela Bernini - il clou della manifestazione: distribuzione gratuita alla mattina di focaccia «con e senza» (cipolle) e al pomeriggio, dalle 14,30, la focaccia della tradizione. Lungo le vie e le piazze della città che i visitatori dovranno percorrere passeggiando per raggiungere i vari punti di distribuzione, molte le occasioni di shopping offerte dai negozi cittadini, aperti per l'occasione, oltre alle varie opportunità di intrattenimento. E per i più pigri, ci sarà il trenino, a disposizione gratuita.
Tra le novità di quest'anno, la speciale Festa della focaccia senza glutine: per i celiaci, domenica, a pranzo o cena nei ristoranti Vitturin, Manuelina, Da Vittorio e da Lino, la focaccia col formaggio senza glutine sarà in omaggio. Numerosi gli eventi collaterali: laboratorio di produzione a vista, mostra collettiva di artisti recchesi, libri usati, musica dal vivo, raduno delle moto Harley Davidson, motoraduno internazionale organizzato dal Moto Club Olivari di Rapallo. E inoltre visite guidate al santuario di N.S. del Suffragio, musica con la Banda «Rossini», mini volley, mini golf e angolo degli scacchi... Novità assoluta, infine, il «No Limits Challenge», alle 13,30, il «Men versus food» recchese sulla scia del format tv statunitense: 10 concorrenti, estratti a sorte fra gli iscritti, si sfideranno cercando di mangiare in 15 minuti una focaccia di un chilo di peso, cotta e sfornata al momento. Premi per tutti.

Commenti