Con il Giornale già 50 adozioni <br /> a distanza in soli due giorni

Siamo andati dritti al cuore dei nostri lettori che hanno già sposato, e non solo a parole, la nostra iniziativa di "Alice for children". In due giorni sono arrivate quasi 50 richieste di adozioni a distanza per i bambini di Nairobi

Con il Giornale già 50 adozioni  
a distanza in soli due giorni

Permetteteci di dire che abbiamo colpito nel segno. Siamo andati dritti al cuore dei nostri lettori che hanno già sposato, e non solo a parole, la nostra iniziativa di "Alice for children". In due giorni sono arrivate quasi 50 richieste di adozioni a distanza per i bambini di Nairobi. Un successo. Che dire? "Innanzitutto grazie a tutti i lettori che hanno dimostrato di credere alla nostra iniziativa benefica" spiega Luna Berlusconi, consigliere d'amministrazione del Giornale "C’è stato un grande entusiasmo nell'iniziativa. Ho ricevuto tante lettere e mail di lettori che vogliono adottare un bambino. E attualmente le adesioni raccolte potrebbero riuscire già ad adottare una classe intera di bambini".
Sembra una goccia nel mare della povertà. Ma si comincia dai piccoli numeri per ottenere grandi cambiamenti soprattutto in una delle zone più povere del pianeta dove basta davvero pochissimo per cambiare il destino di una vita. Lo ricordiamo, per adottare un bambino di Nairobi, per strapparlo dalla miseria e dalla malattia, basta conservare un euro al giorno. (per informazioni si può scrivere a questa casella email: genitoriadistanza@twinsinternational.org).
I lettori interessati a questa iniziativa sono tanti. Tutte persone generose, fino ad ora un po' scettiche. È difficile capire a chi rivolgersi per ottenere risultati concreti. E ora il Giornale è diventato il loro "timbro di garanzia". Sentite cosa ci scrive Christine e Ezio: "Siamo interessati ad adottare un bambino del Kenia, abbiamo avuto brutte esperienze con altre finte organizzazioni. Crediamo in voi… per favore mandateci informazioni". Poi Alessandro: "Sono un giovane e assiduo lettore. Ho visto sul sito questa ottima e splendida iniziativa. Sono seriamente intenzionato ad un'adozione a distanza e ad avere la scheda di un bambino. Cosa devo fare per procedere?". E ancora, Vittorio: "Desidero partecipare a questa ottima iniziativa soprattutto perché credo di aver capito che finalmente non ci saranno intermediazioni e di conseguenza le donazioni arrivano veramente a destinazione e usate per gli scopi descritti. Complimenti agli ideatori". Maria Beatrice: "Ho letto l'articolo sul Giornale. Sono veramente interessata ad un'adozione a distanza. Aspettavo solo una valida organizzazione". Persino il presidente del Circolo di Compagnia di Canicattì chiede "dettagliate informazioni per proporre al direttivo del circolo l'adozione di un bambino".
Ma l'elenco è lungo. Questi sono solo alcuni esempi di generosità legata alla concretezza di un risultato certo. E sicuramente i lettori non saranno delusi. Il Giornale andrà avanti con questa iniziativa. "Siamo convinti di ottenere ottimi risultati. Continueremo a tenere informati i lettori su quello che succede" aggiunge Luna Berlusconi. Che infine lancia un appello. "Chi ha già sottoscritto un'adozione, ci invii foto e il racconto della propria esperienza. Servirà da esempio per chi vorrà partecipare anche più avanti ad Alice for Children".


 

Autore

Commenti

Caricamento...