Gp Valencia Tocca a Badoer E Youtube avrà un team

YouTube sbarca in F1. Lo fa nella persona di uno dei fondatori, Chad Hurley, un ragazzone a stelle e strisce che dalla vendita dell’enorme intuizione Google ha incassato con i soci 1,65 miliardi di dollari, di cui 350 tutti per lui. Un Paperone stanco di nuotare fra sesterzi e dobloni e che ha pensato di foraggiare con 10 milioni, nel 2010, il neonato team Usa: la Us F1. Dice: «Non è solo un’occasione di business e assieme svilupperemo la squadra in modo diverso». Come? Vuole rivoluzionare i sistemi di comunicazione in F1, via carta, mail e altro; dentro video, cartoni animati e chissà cos’altro. Ha assunto uno dei maggiori animatori di Hollywood.
Capitolo Ferrari. Se da collaudatore mantieni un profilo basso, da pilota titolare mostri i muscoli. La metamorfosi in F1 è repentina e il veneto Luca Badoer non sfugge alla regola: «Ho letto che a Monza potrebbe rientrare Schumi... No, finché non torna Massa, la macchina è mia». Punto. Ebbravo Badoer, tanto più che il presidente Luca di Montezemolo, ieri, ha aggiunto che «non si può vincere tutti gli anni, ma domenica torneremo a farlo con un veneto». Si vedrà. Una Rossa comunque amatissima non solo dai tifosi, almeno a giudicare dalla processione di pretendenti al soglio: oltre ad Alonso, ormai dato per certo per il 2010, anche Kubica, rimasto senza Bmw, molto vicino alla Renault, ma che ha «la mente aperta» per altre offerte. Una Rossa che vede sempre più in bilico Raikkonen che, sì, ha un contratto per il 2010, spiega, «ma non dipende solo da me» e quanto a non aver fatto visita a Felipe dice: «Ci andavano in tanti, ho preferito non disturbarlo e mandargli una cartolina». Giusto per annoiarci un poco, la Fia ha ieri confermato per il 2010 il kers, ma difficilmente lo rivedremo. I maggiori team, Ferrari in testa, si sono già accordati per non averlo.

Commenti