Il grande cinema che resiste ai tagli e alla globalizzazione

E quindi (ri)uscimmo a riveder le stelle. Cannes e Dintorni, rassegna (da molti anni) tanto cara ai cinefili milanesi ma destinata a scomparire, sacrificata sia per motivi organizzativi (tempi stretti), sia (soprattutto) per le innegabili difficoltà che di questi tempi si hanno nel reperire fondi necessari per mettere in scena una kermesse così articolata e costosa, invece si farà. La soppressione non sarebbe stato un attacco alla cultura, come ha gridato qualcuno mettendo le mani avanti, ma una logica conseguenza di una situazione economica che non fa sconti a nessuno; figuriamoci al grande schermo. Invece, lo sforzo economico della Provincia e quello importante del quotidiano di via Solferino, uniti alla tenacia dell’Agis, hanno permesso ai milanesi di beneficiare del miracolo. Che tale deve essere considerato in una città, ma non è la sola, che sta sempre più cannibalizzando i film d’autore. La possibilità di potersi gustare, anche se solo per una settimana e con schermi ridotti rispetto al passato, pellicole di spessore che fanno a pugni con gli incassi (in particolare quelle provenienti dal «laboratorio» costituito dalla sezione «Quinzaine des Réalisateurs») è un piccolo raggio di sole in una realtà sempre più cupa. Film che difficilmente troverebbero spazio tra i nostri distributori se non recuperati in qualche rassegna dedicata o nelle poche sale che stoicamente resistono alla legge del botteghino. Non stupiamoci: è la logica e brutale conseguenza di un mercato che privilegia sempre più i prodotti blockbuster e le multisala. Milano, purtroppo, non fa eccezione. E’ notizia di questa settimana che Excelsior e Mignon (ve li ricordate nella Galleria di corso Vittorio Emanuele con le loro belle insegne?) hanno riaperto solo per far spazio ai muratori che li trasformeranno in centro commerciale; altre due sale che andranno a prendere definitivamente posto in quello che si potrebbe definire il cimitero di colei che fu la piccola Broadway milanese e che comprende pezzi di storia passata del centro storico come i cinema Ambasciatori, Corso, Pasquirolo, Mediolanum, Corallo, Astra. Così è se vi pare.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti