Grande schermo, anzi grandissimo

Pioggia di stelle nelle arene cittadine per ferragosto, con i titoli più visti della stagione scorsa e due lussuose rassegne ospitate all’isola Tiberina: un primo omaggio, previsto da domani al 17, sarà interamente dedicato a Sergio Leone nel ventennale della scomparsa, mentre da martedì 18 toccherà al re dell’horror Dario Argento svelare al pubblico i segreti del suo film-manifesto Profondo Rosso. Ma andiamo per ordine. La sera più «calda» dell’Estate Romana si avvicina e chi resta a Roma avrà solo l’imbarazzo della scelta, pardon dello schermo. Potrà infatti optare per una delle tante arene sparse in città (Arena Garbatella, Villa Mercede, Arena Monteverde, o persino fare una puntatina fuori città e dirigersi al Castello di Carbognano, in provincia di Viterbo, che ospita la II edizione del Cinema d’Autore: domani sullo schermo passerà il film drammatico La siciliana ribelle di Marco Amenta) e decidere se spendere il proprio tempo in compagnia delle arzille vecchiette dirette da Gianni di Gregorio in Pranzo di ferragosto, film osannato all’ultima Mostra del cinema di Venezia, in programma domani all’Isola del Cinema; oppure ridere in compagnia del lussuoso cast messo insieme da Fausto Brizzi per Ex, proiettato sabato al Cineporto.
Il cinema sotto le stelle continua ad attrarre un gran numero di romani, incantati da storie che arrivano da molto lontano - come quella importata dagli slums indiani del musical trionfatore agli Oscar The Millionaire di Danny Boyle – o da molto vicino, dall’Italia delle nostre mamme e delle zie in Due partite di Enzo Monteleone (entrambi in programma a Ferragosto alla sala Essai di Notti di Cinema a Piazza Vittorio). E poi c’è Sergio Leone. Il cineasta de Il buono il brutto e il cattivo, da domani fino al 17 sarà ricordato nella sala dell’Isola Tiberina che porta il suo nome con la proiezione di tre film capolavoro; pellicole che hanno influenzato generazioni di cineasti, da Clint Estwood a Quentin Tarantino, modificando la concezione stessa del film di genere. La mini-rassegna dedicata a Leone inizierà con Giù la testa, interpretato da Rod Steiger, James Coburn, Rick Battaglia, Romolo Valli e Maria Monti; seguirà C’era una volta il west con Charles Bronson, Henry Fonda, Claudia Cardinale e Gabriele Ferzetti, e si concluderà con l’epico C’era una volta in America, ascesa e declino di una banda di gangster nell’America del Proibizionismo, con un Robert De Niro davvero da antologia.
Tutt’altra atmosfera quella che si respirerà, sempre in Sala Leone, dal 18 al 20 agosto con la mini retrospettiva dedicata a Dario Argento. L’omaggio al re del brivido inizierà martedì alle 23.30. Il regista romano – figlio della modella brasiliana Elda Luxardo e del produttore cinematografico Salvatore Argento – introdurrà la proiezione di Profondo Rosso su colonna sonora dei Goblin, film culto di cui Argento ha ampiamente annunciato un remake in 3D per dare maggiore enfasi al terrore puro. Seguiranno, nell’ordine, L’uccello dalle piume di cristallo con Tony Musante e Enrico Maria Salerno (il 19) e Il gatto a nove code (il 20).

Commenti