Incidenti stradali, 578 morti in 6 mesi: -24%

Quasi con cadenza quotidiana gli incidenti stradali interessano le strade italiane. ma, rispetto all’anno passato, i casi e soprattutto le vittime sembrano in netto calo. Secondo i dati del Viminale rispetto al 2008 c'è un calo del 24%

Incidenti stradali, 578 morti in 6 mesi: -24%

Roma - Quello di oggi nel Casertano è solo l’ultimo di una serie di incidenti mortali che quasi con cadenza quotidiana interessano le strade italiane anche se, rispetto all’anno passato, i casi e soprattutto le vittime sembrano in netto calo. Secondo i dati del Viminale diffusi dall’Asaps, l’associazione sostenitori e amici della polizia stradale, nei primi sei mesi del 2009 in Italia si sono infatti verificati 23.897 incidenti (2.817 in meno e un calo del 10,5% rispetto allo stesso periodo del 2008), con 18.842 feriti (-2.877 e -13,5% dal 2008) e 578 decessi (186 in meno rispetto ai 764 del primi sei mesi dell’anno scorso, -24,3%).

I dati Asaps Se puntiamo l’attenzione nella fascia under 30 le vittime sono state 72 in meno e la diminuzione è del 25,5%. Dati ancora migliori per la fascia di incidenti delle ore notturne: nelle 16 ’ore maledettè che vanno dalle 22 del venerdì alle 6 del sabato e dalle 22 del sabato alle 6 della domenica. I morti nelle notti del week-end sono stati 167, ben 76 lenzuoli bianchi in meno rispetto ai 243 dello scorso anno e un calo record del 31,3%. Gli incidenti ai veicoli a due ruote nel primo semestre del 2009 hanno fatto registrare un dato complessivo di 193 sinistri mortali, una cifra certamente altissima, ma nettamente migliore rispetto ai primi 6 mesi del 2008, quando gli incidenti mortali furono 241. Il calo è del 24%, con 61 scontri micidiali in meno.

Commenti