ATTENTATO ALLA SICUREZZAE De Magistris finisce tra gli indagati per le buche-killer sulle strade di Napoli

Per de Magistris in arrivo un'ondata di grane. Due inviti a presentarsi sono stati notificati dai carabinieri al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, e all'assessore comunale alla Viabilità, Anna Donati, nell'ambito dell'inchiesta sui danni causati dalle buche presenti nelle strade della città. Nei provvedimenti emessi dal pm, Stefania Buda, e dal procuratore aggiunto Francesco Greco si ipotizzano i reati di attentato alla sicurezza stradale e omissione di atti d'ufficio. L'inchiesta sulle buche-killer formatesi in più punti della città che hanno causato anche gravi incidenti era stata portata all'attenzione dell'opinione pubblica anche dai servizi di «Striscia la notizia».«La prima reazione è stata quella della sorpresa: chiamare un sindaco come indagato per le buche mi sembrava e mi sembra un fatto inverosimile», ha replicato de Magistris. «Accanto allo stupore, questa mattina, ho provato anche rabbia. Un sindaco senza risorse, a cui hanno consegnato un ente in dissesto finanziario, cosa avrebbe dovuto fare?».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di miladicodro

miladicodro

Sab, 04/05/2013 - 08:11

Bastava non sperperare denaro con cose megagalattiche come l'arenile dell;American Cup o la Citta della Scienza poi andata a fuoco,l'eterna bonifica di Bagnoli,l'inviare la monnezza in Olanda, ecc, troppo facile poi piangersi addosso. Non so come facciano i Napoletani a sopportarlo. Senza dignita.