Berlusconi indagato in Irlanda? Ghedini smentisce: "Erronea informazione"

Secondo l'Irish Sun, il Cavaliere sarebbe indagato per riciclaggio ed evasione fiscale dalle autorità irlandesi. Ma Ghedini smentisce: "Erronea informazione"

Berlusconi indagato in Irlanda? Ghedini smentisce: "Erronea informazione"

L'assalto giudiziario adesso passa anche da Dublino. Secondo il quotidiano The Irish Sun, Silvio Berlusconi sarebbe indagato per riciclaggio ed evasione fiscale dalle autorità irlandesi. L'indagine sarebbe partita su segnalazione della poliza italiana e riguarderebbe le operazioni del Cavaliere con l’International Financial Services Centre di Dublino, con particolare riferimento al periodo 2005-2007 e per un ammontare di circa 500 milioni di euro. L'ipotesi è che i soldi siano finiti in conti offshorde l’operazione sia servita a trasferire il ’cash’ presso conti offshore.

Ma il legale di Silvio Berlusconi, Niccolò Ghedini, in una nota ha smentito: "La notizia apparsa sull'Irish Sun dell'esistenza di una indagine fiscale in Irlanda per il periodo 2005-2007 nei confronti del Presidente Berlusconi è certamente frutto di un travisamento e di una erronea informazione. Infatti non consta esservi alcuna indagine sul punto. Di certo negli anni scorsi vi era stata una rogatoria dall'Italia in Irlanda in relazione alla vicenda riguardante i diritti cinematografici. Come è noto per il periodo in questione vi è stata ampia assoluzione sia dal Gup presso il Tribunale di Milano sia dal Gup presso il Tribunale di Roma, decisioni confermate dalla Corte di Cassazione. È quindi evidente che non vi può essere alcuna indagine in merito. Null'altro vi è che possa essere ricondotto al Presidente Berlusconi salvo che il giornale non accosti erroneamente al Presidente la vicenda di Banca Mediolanum che ha notoriamente da tempo in corso un contenzioso tributario in Irlanda, che è in corso di risoluzione con un arbitrato fra la stessa Irlanda e l`italia. È ovvio che si procederà in ogni sede giudiziaria per tutelarsi dalla propalazione di notizie false e inesatte".

Commenti