Politica

La Cancellieri a Monti: "Governo non è piegato agli interessi di qualcuno"

Il ministro della Giustizia replica alle dure accuse del senatore a vita

La Cancellieri a Monti: "Governo non è piegato agli interessi di qualcuno"

Il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri interviene sulle dichiarazioni di Mario Monti, che ieri ha preso le distanze dal governo Letta e da diversi membri di Scelta civica. "Mi dispiace molto per quello che è accaduto" dice facendo riferimento alle dimissioni di Monti dal partito. Quanto al presunto tradimento da parte di undici senatori del partito che Monti stesso ha fondato, il ministro replica con freddezza: "Solo Monti sa e può giudicare. Sono fatti interni al suo partito". Cancellieri ribadisce però la sua grande stima e gratitudine per il senatore a vita: "Non dimentichiamoci quello che ha fatto per il nostro Paese". Il Guardasigilli si sofferma anche sulle accuse mosse da Monti al governo. Si tratta, più che altro, di una difesa d'ufficio: "Questo Governo non è piegato agli interessi di nessuno. Penso ci sia stato da parte di Monti un momento di scoramento che forse non è stato compreso a fondo. Io ho grande stima, affetto e ammirazione per il presidente Monti. Sono convinta che non può aver detto una cosa del genere - ha aggiunto -. Questo Governo non è piegato a nessuno, solo agli interessi del paese".

Anche il capogruppo di Selta civica alla Camera, Lorenzo Dellai, prende le distanze dal professore. In un’intervista al Mattino sottolinea che le dimissioni di Monti rappresentano un’accelerazione del tutto priva di fondamento: "Non è affatto vero che il ministro Mauro o altri abbiano cercato o congetturato accordi oppure alleanze con Berlusconi. Non bisogna confondere un’attenzione doverosa a quanto si mette in moto all’interno del Pdl con l’idea di alleanze. Qui nessuno pensa a un centrodestra allargato, ma il nostro obiettivo è quello di verificare se c’è la possibilità di costruire un’area di matrice popolare che segni una precisa discontinuità con la stagione di questi ultimi vent’anni", spiega Dellai, secondo cui "Monti sbaglia a pensare che qualcuno abbia intenzione di tradire la linea politica di Sc".

"Non c’è dubbio che Scelta Civica continuerà a sostenere lealmente il Governo Letta e a offrire il proprio contributo concreto per realizzare un’agenda realmente riformatrice, in coerenza con lo spirito che ha portato alla formazione di questo progetto", dice l’esponente di Scelta Civica Ilaria Borletti, sottosegretario ai Beni Culturali. "La necessità di dare stabilità all’azione di Governo - aggiunge - richiede spesso difficili compromessi tra le richieste dei partiti che compongono la maggioranza, ma queste richieste non possono e non devono essere accolte esclusivamente in funzione di un possibile consenso elettorale. Alcune scelte, come ha sottolineato il Senatore Monti, sono andate più verso il consenso che verso un’azione di consolidamento del programma di Governo che, ciò nonostante, deve andare avanti confermando e rilanciando la propria azione riformista e innovatrice, che sta portando i primi risultati".

Commenti