“Carne halal per tutti i bimbi”. Esplode il caso nelle scuole di Lodi

Da metà dicembre in tutte le mense scolastiche di Lodi viene servita carne halal ai bambini senza che le famiglie siano state informate

“Carne halal per tutti i bimbi”. Esplode il caso nelle scuole di Lodi

A Lodi, nella bassa Lombardia, da giorni è al centro dell'attenzione il caso della carne halal servita nelle mense scolastiche a tutti i bambini. Le cronache locali riferiscono che lo scorso dicembre questo particolare tipo di carne macellato secondo i dettami islamici era stato introdotto per i bambini di fede musulmana ma è stato rapidamente esteso a tutti, senza che le famiglie ne siano state informate. Le segnalazioni, inevitabili, sono arrivati da diversi istituti già da metà dicembre ma a oggi la giunta comunale non ha ancora dato risposte concrete per una decisione che discrimina gli italiani e tutte le minoranze che, in passato, avevano avanzato medesime richieste.

"Le famiglie islamiche hanno pienamente il diritto di poter avere una alimentazione che sia rispettosa dei propri principi religiosi, se ne fanno richiesta. Ciò che è inaccettabile è che questo tipo di carne sia stata fornita a tutti i bambini nelle mense di Lodi senza alcuna comunicazione trasparente in merito da parte dell’amministrazione di centrosinistra", ha dichiarato Lorenzo Maggi, già vicesindaco di Lodi, capogruppo del gruppo consiliare "Il Broletto con Maggi" e presidente di Lodi Liberale.

Maggi ha sottolineato che la gravità di quanto accaduto sia insita soprattutto dell'impossibilità di scelta da parte delle famigli non di fede islamica. "Come esiste il diritto di avere cibo conforme ai propri principi religiosi deve esistere anche il diritto di non mangiare carne proveniente da animali sgozzati vivi, senza un precedente stordimento, se si vuole che i propri figli mangino carne a scuola. Altrimenti semplicemente si abdica alla libertà di scelta delle famiglie", ha concluso Maggi.

Da Palazzo Broletto, il capogruppo della Lega in consiglio comunale, Eleonora Ferri, tuona: "Italiani discriminati, obbligati ad adattarsi a usi e credenze degli stranieri". L'esponente della Lega aggiunge: "L’amministrazione ha deciso così, in un silenzio assordante che dura ormai da quasi un mese, da quando ha dato l’ok affinché la ditta Pellegrini somministrasse a tutti i bambini la carne con macellazione con metodo islamico. Un fatto gravissimo che dimostra quanto la giunta targata Pd prediliga le tradizioni e le credenze di chi viene in Italia a discapito degli italiani stessi".

Il caso, grave nelle modalità in cui si è svolto, si appresta ad approdare a Roma per voce di Gian Marco Centinaio, vicepresidente del Senato: "Presenterò una interrogazione parlamentare al ministro di Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste e al ministro di Istruzione e Merito per

accertare se a Lodi sia stata effettivamente utilizzata carne halal nei menù rivolti a tutti i bambini, se si tratti di un caso isolato e in che modo il governo intenda garantire la libertà di scelta delle famiglie".

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica