Svuotavano le casse e si regalavano stipendi d'oro

Dai 400mila euro di aumento per Mussari ai 4 milioni di buonuscita per l'ex dg Vigni

L'ex presidente Mussari si aumenta fino a 350mila euro lo stipendio che era già corposo di suo (400mila). Il numero due Vigni si è beccato 4 milioni di euro di buonuscita, come «adeguato riconoscimento per l'opera svolta di questi anni alla guida della Banca». Eccoli i protagonisti del crac Mps. Partiamo da Vigni, direttore generale di Banca Monte dei Paschi dal 2006 fino al 12 gennaio 2012, quando il Cda della banca approva – come si legge nella Relazione sulla remunerazione 2012 – il suo licenziamento. Vigni, braccio destro del presidente Mussari in Mps, è l'autore principale dell'operazione Antonveneta, l'iceberg che apre una falla spaventosa nel Titanic senese. Anche lui è indagato, come Mussari, dalla Procura di Siena. Quando il nuovo Cda si riunisce il dg non è ancora ufficialmente sotto indagine, ma dentro Rocca Salimbeni sanno tutto, e decidono il siluramento. Immediato ma addolcito, diciamo così, da un «incentivo» alle dimissioni, 4 milioni di euro tondi tondi, oltre allo stipendio annuale di 1,6 milioni di euro. «Nella riunione del 12 gennaio 2012 il Consiglio di amministrazione ha approvato la risoluzione del rapporto di lavoro, in via consensuale, con il dottor Antonio Vigni, dal 2006 direttore generale della Banca. La Banca ha corrisposto al dottor Vigni la somma lorda di 4 milioni di euro a titolo di incentivo per agevolare la risoluzione del rapporto di lavoro». Al danno si aggiunge la beffa quando i nuovi capi di Mps scrivono che così «si è mirato a coniugare la politica del contenimento dei costi con l'obiettivo di assicurare al dott. Vigni l'adeguato riconoscimento per l'opera svolta in questi anni alla guida della Banca». Certo, c'è il contratto nazionale dei dirigenti che prevede un compenso per la risoluzione anticipata del rapporto di lavoro, ma di fronte al disastro Mps-Antonveneta, con responsabilità precise, 4 milioni di euro come «incentivo» a non restare più nella banca, appaiono una beffa.

La banca e la Fondazione, dal 2006 in poi soprattutto, vengono spolpate, e i loro amministratori continuano a incassare compensi d'oro. A cominciare dal presidente Mussari, che appena arrivato, nel 2006, si aumenta l'indennità di carica. Il suo predecessore, Pierluigi Fabrizi, presidente Mps nel 2005, percepiva 372mila euro come stipendio annuale, Mussari, pochi mesi dopo, ne prende 483.780. Ma non basta, perché solo qualche anno dopo, nel 2009, lo stipendio di Mussari è già lievitato a 716mila euro, come minimo. «In conformità a quanto previsto dallo Statuto – si legge in una relazione ufficiale - in data 25 Giugno 2009 l'Assemblea della Banca ha deliberato di riconoscere al Presidente Avv. Giuseppe Mussari un compenso annuo fisso lordo di 700.000,00, comprendente anche l'emolumento spettante come membro del Consiglio, cui si potrà aggiungersi un'ulteriore parte variabile fino ad un massimo di 150.000,00 eventualmente da attribuire su delibera del Cda». C'è da togliere però dai 70mila ai 100mila euro l'anno, ogni anno, dalla retribuzione dell'avvocato Mussari.

La cifra, cioè, che regolarmente, per dieci anni, il presidente Mps ha versato nelle casse del Pd di Siena (quasi 700mila euro regalati da Mussari al partito), pratica seguita da molti altri top manager e dirigenti della banca. La liquidazione quando è uscito per andare a presiedere l'Abi, nel 2012, quella sembra che la banca l'abbia risparmiata, perché non è prevista per la presidenza, anche se va aggiunto invece il compenso da presidente della Fondazione Mps, incarico precedente di Mussari e ben retribuito, attorno ai 250mila euro (le fondazioni non hanno obblighi di rendere noti i compensi...).

Stipendi d'oro anche per i consiglieri di amministrazione di Banca Mps. Stiamo all'ultimo bilancio, quello del 2012. Più di 400mila euro l'anno per il vicepresidente vicario Ernesto Rabizzi (che poi regalava 75mila euro l'anno al Pd senese, anche lui un simpatizzante...), un po' meno, 145mila euro, per il vicepresidente Francesco Gaetano Caltagirone, suocero di Casini e capo di un impero di costruzioni. Minimo 100mila euro per gli altri, con un exploit del consigliere Alfredo Monaci, fratello del presidente del consiglio regionale (Pd) Alberto Monaci. Grazie agli svariati emolumenti nelle controllate del gruppo oltre che per la sedia nel cda, ad Alfredo Monaci è spettato un compenso annuo di 263mila euro. Ora l'ex consigliere ha rotto col Pd e corre con la Lista Monti, alla Camera. Più di 240mila euro anche per il professor Di Tanno, presidente del collegio dei sindaci di Mps, l'organo che doveva controllare che tutte le operazioni, negli anni caldi dell'acquisizione Antonveneta e di altre acrobazie finanziarie finite male, fossero corrette e trasparenti. Nella finanza, più ancora che in politica, chi sbaglia non paga. Ma viene pagato.

Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 29/01/2013 - 08:34

briciole, briciole e solo briciole: a questi nobili signori venivano concesse paghette e solo paghette: chiedetelo a bersani se non è vero!

angelomaria

Mar, 29/01/2013 - 09:02

ROBA DA MONTI

eglanthyne

Mar, 29/01/2013 - 09:20

Poerini avevano un misero stipendio,ora spenderanno i quattrini per pagare gli AVVOCATI.

vince50

Mar, 29/01/2013 - 10:02

Per poi sentire il martellamento continuo e ininterrotto dei sinistrati,accusare gli Italiani di essere evasori e,di conseguenza controllati in puro stile staliniano anche se si va in bagno.La vergogna potrebbe fare arrossire,ma questo stadio è stato ampiamente superato.Ma gli adepti li voteranno in ogni caso anche se hanno le tasche piene,gli ordini si eseguono non si discutono.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mar, 29/01/2013 - 10:02

Che strano! Il Pd, non è il partito che non può fare a meno del finanziamento pubblico perchè i suoi iscritti sono tutti proletari????? Poverini percepivano/scono dai dirigenti Mps pochi spiccoli............e gli altri nomi, chissa come la magistratura con solo l'occhio sinistro si ricorderà di guardare!!!

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mar, 29/01/2013 - 10:03

Popolo bue! Sparate un po' di ca@@ate, dite che la colpa è di Berlusconi.

Charles buk

Mar, 29/01/2013 - 10:14

Dovrebbero pignorare tutto, stipendi case e beni. Sciacalli.

Rossana Rossi

Mar, 29/01/2013 - 10:15

Ma questi galantuomini non appartengono al 'partito degli onesti'? Buffoni....altro che Berlusconi.......

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 29/01/2013 - 10:16

Mussari for president! questo è oramai il detto di Bersani che riconosce con la mancanza di prove, la genialità di questo grande stratega finanziario: dunque è lui l' uomo da far proporre a Napolitano, come senatore a vita per una inevitabile nomina a "presidente della repubblica italiana" altro che Draghi!

franky6464

Mar, 29/01/2013 - 10:17

viva i falsi invalidi

cast49

Mar, 29/01/2013 - 10:22

monti, o chi per lui, dovrebbe chiedere di rimborsare quanto dato a chi ha fatto danni considerevoli, questi stipendi d'oro sono uno schiaffo ai poveri ma anche ai meno poveri...

Gianca59

Mar, 29/01/2013 - 10:28

Che squallore, che gentaglia.....E' l' ora di darsi una regolata !

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mar, 29/01/2013 - 10:34

Tutte uguali le banche italiane, le piu' care e meno efficienti d'Europa. E chi gli ha dato tutti i privilegi e le ha messe in queste condizioni invidiabili? Ma Carlo Azelio Ciampi, naturalmente, che fu fatto persino Capo dello Stato per i suoi servizi alla finanza italiana. Il presidente piu' amato dagli Italiani, seeeee ... popolo di vacche che si lasciano mungere.

giovauriem

Mar, 29/01/2013 - 10:57

ma i manager e i comustiti hanno sempre e solo fatto questo mestiere: svuotare le casse, le banche italiane devono fallire tutte solo cosè(forse)si potrà rifondare un vero sistema bancario in italia

m.m.f

Mar, 29/01/2013 - 11:00

furto aggravato,appropriazione indebita,falso in bilancio,esportazione di valuta,tangenti,corruzzione ,se questo assieme ad altri non va in galera,giusto che da qui la gente scappi e giusto che in questo paese la gente continui a evadere e a delinquere.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 29/01/2013 - 11:11

Comunisti (o post tali) con i soldi altrui.

Massimo Bocci

Mar, 29/01/2013 - 11:20

Welfare dei compagni, questi son democratici i MISERABILI (COME LORO!!!!) li tutelano!!!

MAgo

Mar, 29/01/2013 - 11:22

ma il sindacato dove era e dove è? Perchè non lotta per imporre un SALARY CAP, un tetto salariale: che le retribuzioni stabilite con il contratto collettivo di categoria siano inderogabili non solo nei minimi ma anche nei massimi! é una vita che lo predico al vento! abbiamo i sindacati più venduti del mondo!!

rancarani.giacinto

Mar, 29/01/2013 - 11:25

Non ho mai sentito dire al gargamella "dimeziamo il finanziamento pubblico ai partiti" o mi sbaglio? Il Renzi lo disse ma nessuno gli credette. Cordialità

Ritratto di allecarlo

allecarlo

Mar, 29/01/2013 - 11:31

Evviva la moralità dei kompagni!!!! Sempre a fare le croste a Berlusconi (... peraltro senza mai cavare un ragno dal buco!!) per poi comportarsi come gli ultimi dei farabutti!!! Ma se sei un kompagno tutto è permesso .........al massimo sei un kompagno "che sbaglia".

Benado

Mar, 29/01/2013 - 11:37

Sono anni che che ho denunciato alla Consob,ABI ,Banca D'Italia,gli imbrogli,non ho avuto mai nessuna risposta.Sono una associazione delinquere. Sono superstipendiate e non controllano nulla. Draghi, javeva uno stipendio di 3-4 lo stipendio di Obama.

ruberorubisa

Mar, 29/01/2013 - 11:42

Questa gente deve restituire tutto poi essere processata e sbattuta in galera.LICENZIAMOLI TUTTI non vuole essere un semplice slogan del M5S,ma il primo passo per ripulirci da questi sciacalli.Cambiamo marcia, cambiamo le teste,coraggio.

aredo

Mar, 29/01/2013 - 12:00

Poveri comunisti proletari... Come D'Alema devono prendere un mutuo per la barchetta..eh!

Roberto Casnati

Mar, 29/01/2013 - 12:08

Il PD? Una banda di ladri!

odifrep

Mar, 29/01/2013 - 12:23

Non solo nel mondo della Finanza, chi sbaglia non paga. Ma viene pagato. Anche in Magistratura, vige la stessa regola.

Il giusto

Mar, 29/01/2013 - 12:27

Purtroppo questa è l'italia...non contano capacità e risultati ma solo le conoscenze!E' cosi' ovunque(Inps,asl,alitalia,fiat....)

Marzia Italiana

Mar, 29/01/2013 - 12:30

Tale e Quale Show! Sembrano la fotocopia dei nostri dirigenti pubblici. E la storia sembra abbia la stessa fine: si scoprono gli avidi ladroni, si scoprono le loro malefatte, si fa un po' di polverone intorno a loro e poi scompaiono nell'oblio. Nessuno paga! Prima devono mollare il malloppo immediatamente, compreso la meta' degli stipendi che si sono assegnati abusando del loro potere e poi sparire nell'oblio! sono loro che devono risarcire la Banca, non noi! Finche' non cambiano queste regole, hai voglia a indagare e processare, non se ne ricava un ragno da un buco. Il fatto che lo facciano tutti, non giustifica, pagate in contanti e/o con immobili e sparite, mascalzoni!!!

roliboni258

Mar, 29/01/2013 - 12:30

sciacalli buffoni questi devono marcire in galera,voglio di ritorno i soldi dell'imu,bastardi,

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 29/01/2013 - 12:39

La banca d'Italia? La Consob? La finanza? Monti? l'ex governatore della banca d'Italia Draghi? il centinaio di "sinistri" facenti parte del cda della mps? Chi avrebbe dovuto controllare l'emorragia di milioni di euro usciti dall'Italia? Le società di revisione? TUTTI COSTORO, DOVE ERANO? COSA HANNO FATTO?

oggettivo

Mar, 29/01/2013 - 12:42

COME MAI NON VI è MAI TRACCIA DI CHI è ENZO CHIESA ????? fiduciario di Ponzellini, il commercialista bolognese Guido Rubbi l'ex direttore generale della Bpm Enzo Chiesa e Marco Milanese, ex braccio destro dell'ex ministro dell'Economia Giulio Tremonti, al centro di altre vicende giudiziarie seguite dalla procura di Napoli e da quella di Roma. di Stefano Elli e all'interno approfondimento di Antonio Quaglio - Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/SmPea

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 29/01/2013 - 12:45

Semplicemente lazzaroni.

Marzia Italiana

Mar, 29/01/2013 - 12:45

Benado - certo, questo e' il problema, si coprono a vicenda, perche' ci mangiano tutti! Se non triplico lo stipendio a te, non posso triplicare nemmeno il mio, e giu' fino ai semplici fannulloni, se faccio andare a lavorare te, ci devo andare anch'io. Invece, sai che facciamo? Vivi e lascia vivere! Non e' questa la filosofia dell'italiano? I dipendenti fanno i loro porci comodi, perche' i dirigenti sono sporchi e non li possono obbligare ad essere onesti.

barbanera

Mar, 29/01/2013 - 12:49

Si,ma che gli frega ai sinistrati!Loro li votano comunque.Li voterebbero anche se avessero fregato un milione di volte di più.E' un fatto psicologico.

gianni.g699

Mar, 29/01/2013 - 12:50

E' vero questa è solo la punta dell'iceberg !!! pensate se spostassero anche il tiro verso le coop rosse !!!

Ritratto di pinox

pinox

Mar, 29/01/2013 - 12:52

pene giuste per chi distrugge volontariamente una banca di seicento anni e contro chi si aumenta lo stipendio anche con i soldi degli azionisti truffati. class action sicura e alla quale partecipero' come azionista truffato tramite una delle tante associazione consumatori. invito tutti quelli che come me sono stati truffati da questi squali a non chinare il capo, non hanno scapmpo devono PAGARE e PAGHERANNO!!!!....spero anche con il patrimonio personale e sopratutto con la galera!!!

robylella

Mar, 29/01/2013 - 13:00

Loro sono i giusti, solo gli altri sbagliano. Loro sono perfetti! Povero popolo rosso, lo prendete nel deretano anche dai vostri idoli! I peggiori sono proprio i dirigenti rossi, la crème de la crème, e voi sinistrosi avanti col votarli! Se siete nella mer..da, recitate il mea culpa!

Marcello.Oltolina

Mar, 29/01/2013 - 13:08

I politici come le banche in Italia sono peggio dei ladri.

Benado

Mar, 29/01/2013 - 13:11

in rif. Allo stipendi di Mussari e Viola, La Banca D'Italia,la Consob ,non hanno mai controllato? Cosa poteva fare Draghi ,visto che il Suo stipendio era superiore? La Sig.ra Tarantola ,per aver ben controllato e' stata nominata Presidente Rai. Vanno espropriati tutti i beni delle persone coinvolte e messi in galera, (come fanno negli USA.)

silverio.cerroni

Mar, 29/01/2013 - 13:34

@- Un Paese normale, ove vige uno stato di diritto, avrebbe dovuto premunirsi di una legislazione tale da poter procedere in questi casi e nell'immediatezza, al sequestro cautelativo di tutti i beni mobili ed immobili posseduti dai seguenti personaggi e loro parenti fino al secondo grado: Mussari, Vigni, Rabizzi, Caltagirone, Monaci, Di Tanno ed il resto del Consiglio di Amministrazione; Agli stessi andrebbe devoluta, per la sopravvivenza, una somma pari ad una pensione al minimo. Interessati al Mps, non sono, a mio avviso, soltanto i Ds, che hanno ricevuto regolari finanziamenti ma anche altri politici imparentati con personaggi interessati. Viene da chiedersi che cosa il M.p.s ricevesse dal Pd, in cambio dei finanziamenti erogati.

eglanthyne

Mar, 29/01/2013 - 13:41

Al "Monte dei FIaschi",oramai i FIASCHI son tutti VOTI!

Ritratto di Ambrosia

Ambrosia

Mar, 29/01/2013 - 13:55

Ma non avevano vergogna a farsi vedere in Banca, a lavorare a stretto contatto con i loro dipendenti? GIANCARLO DEAMBROGI.

Benado

Mar, 29/01/2013 - 14:19

Dandogli la pensino minima, si offenderebbero quelli che la prendono. Propongo i lavori forzati.

Benado

Mar, 29/01/2013 - 14:25

La colpa per aver percepito super stipendi non e la loro,bensì di chi li ha concessi. Propongo la galera per tutti.

Marzia Italiana

Mar, 29/01/2013 - 15:50

m.m.f - in carcere ci hanno schiaffato il bandito piu' pericoloso d'Italia: Corona! Chissa', quanto abbiamo speso per andarlo a recuperare. In fondo, ha fatto il suo mestiere di paparazzo. L'estorsione e' quella che fanno i mafiosi che ti minacciano di farti saltare in aria, non quella di un paparazzo senza scrupoli! Quello che ha fotografato Berlusconi nella privacy della sua casa, e' stato addirittura proposto da Ingroia per il parlamento! In Italia, solo gli stronzi rimangono a galla, i poveretti affondano!

silverio.cerroni

Mar, 29/01/2013 - 16:21

@- Monti! Portati anche Mussari in lista! Nella malaugurata ipotesi di una tua vittoria, gli potresti dare il Ministero dell'Economia e delle Finanze, affiancato da Monaci come sottosegretario.

Ritratto di fioellino

fioellino

Mar, 29/01/2013 - 17:18

I veri fessi siamo noi, che continuiamo a guardare e a stare zitti. Anzi, peggio ancora, saremo fra poche settimane tutti in fila per votare!!! Chi voterà Casini, per esempio, lo farà per la sua bella faccia di genero di Caltagirone? E chi sceglierà Bersani lo farà perché lui è dalla parte dei lavoratori? Quelli di Sinistra quanto sono stati presi in giro dai loro papaveri! E noi, invece, che faremo, staremo dalla parte di Monti, l'intelligentone, che ha fatto calare le iscrizioni alla Bocconi? Oppure metteremo il segno su Fini, il padre di tutti i traditori? O su Berlusconi che, appena lo vedono gli altri politici, per l'invidia lo accecherebbero? Poveri noi, che abbiamo fatto l'Italia col nostro lavoro,con le nostre famiglie, con i nostri valori, silenziosamente ma con grande dignità!

Ritratto di fioellino

fioellino

Mar, 29/01/2013 - 17:24

Se ci fosse un barlume di giustizia, questi signori andrebbero trattati peggio della Mafia, ed espropriati di TUTTO. Ma quello che dico è pura utopia. E noi paghiamo.

canaletto

Mar, 29/01/2013 - 17:59

MICA E' UNA NOVITA'. LA SINISTRA HA FATTO QUESTO E ANCHE DI PEGGIO E ALLORA???? CONTINUATE VOTARLI E VI LEVERANNO LE MUTANDE DI DOSSO PERCHE' IL LORO MOTTO E' ED E' SEMPRE STATO, "QUELLO CHE E' TUO E' MIO, MA QUELLO CHE E' MIO E' MIO E BASTA"......

vacabundo

Mar, 29/01/2013 - 18:41

Tutto questo a spese dei poveri ignari piccoli azionisti e successivamente anche di noi cittadini italiani.VERGOGNA.ESISTE SOLO LA CONFISCA DI TUTTI I BENI,ANCHE DI QUELLI CHE SICURAMENTE HANNO ALL'ESTERO.lA NOSTRA GUARDIA DI FINANZA CERCA GLI SCONTRINI DI POVERETTI, PICCOLI COMMERCIANTI ED ARTIGIANI CHE SI AIUTANO MAGARI EVADENDO QUALCHE SPICCIOLO E LORO GUARDA CHE FANNO.DOVE ERA LA MAGISTRATURA? DOVE ERA LA BANCA D'ITALIA A SORVEGLIARE? ERA A SONNECCHIARE MAGARI QUALCUNO DELLA BANCA D'ITALIA AVEVA LE SUE RICCHE PROVVIGGIONI.IO ME LA PRENDO CON LA MAGISTRATURA CHE NON E' SERIA, ED ANCHE LA MAGGIOR PARTE COLLUSA,DOVE SORVEGLIANO? CHE SORVAGLIANO? MENTRE FANNO SPENNARE POVERA GENTE PER UNA SEMPLICE RATA DEL MUTUO NON PAGATA.VERGOGNA.SERVE UNA BELLA RIVOLUZIONE ARMATA,SERVE SPARARE,DOVREMMO CAMBIARE IL DNA DI QUESTI E DEI LORO FAMILIARI.VOGLIAMO, CORRETTEZZA,SERIETà.ONESTà.QUESTE SONO LE QUALITà PER LA DEMOCRAZIA.

vacabundo

Mar, 29/01/2013 - 18:43

CONFISCA DEI BENI,TUTTI,GALERA E FARE VIVERE LA FAMIGLIA CON 1000 EURO AL MESE,SENZA CASA,CHE SE L'AFFITTANO CON QUESTI 1000 EURO.FORSE CAPIREBBERO MOLTO,A LORO ALTRO CHE 41 BIS.VERGOGNATEVI.

Aldo50

Mar, 29/01/2013 - 18:57

adesso abbiamo capito cosa intendeva per "SBRANARE" erano le casse della banca ad essere "sbranate" dal solito partito. Stesso metodo della SERRAVALLE gonfiare il costo per ricavarne mazzette. E il segretario fa anche l'incazzato (forse perche lo vogliono far perdere alle elezioni)

lamwolf

Mar, 29/01/2013 - 19:15

Gente vigliacca, arrogante, presuntuosa per i propri interessi e c'è sempre più povera gente che non arriva a fine mese, che ha perso il lavoro e giovani che non lo troveranno mai. Vergogna è una parola fine.....

Marzia Italiana

Mar, 29/01/2013 - 19:43

Penso che l'unico che potrebbe costringere i nostri politici ladri a restituire le ingenti somme di denaro e beni immobili sottratte allo stato italiano sarebbe proprio Berlusconi, perché è' l'unico che non ha rubato e non ha bisogno dei soldi dello stato per campare. Per lui lo stipendio di parlamentare e' un optional! Non illudetevi che gli altri leaders facciano mai una legge per far restituire il maltolto ai politici e ai dirigenti pubblici, perché sono tutti corrotti e colpevoli di peculato e appropriazione indebita.

silverio.cerroni

Mar, 29/01/2013 - 20:52

@- Bene! Così si fa in un Paese di pecoroni!

CARLOBERGAMO50

Mer, 30/01/2013 - 07:58

POCHE PAROLE SOLO FATTI: GALERA PER QUESTI BANCHIERI DA STRAPAZZO, MA SOPRATUTTO LA RESTITUZIONE DI QUANTO E' STATO RUBATO AGLI AZIONISTI ED ALLO STATO CHE ANCORA CONCEDE SOLDI AD UNA BANCA CHE DEVE SSERE SOLO COMMISSARIATA E TOLTA DALLE MANI DI QUESTI LADRONI. NOI COMUNI MORTALI DALLE BANCHE SIAMO MESSI SUL LASTRICO MENTRE LORO SI PORTANO A CASA O IN MANIERA PIU' SICURA ALL' ESTERO SOMME DA CAPOGIRO.