«Data elezioni entro 5 giorni». Polverini: «Ricorso»Lazio, ultimatum del Tar

«Data elezioni entro 5 giorni». Polverini: «Ricorso»Lazio, ultimatum del Tar

«Renata Polverini indìca entro 5 giorni le elezioni regionali, che dovranno svolgersi il prima possibile e comunque non oltre 90 giorni dallo scioglimento del Consiglio regionale del Lazio del 28 settembre». È la disposizione del Tar del Lazio, che ieri ha accolto il ricorso del Movimento difesa del cittadino, contro cui però la Regione farà appello al Consiglio di Stato. Se la presidente uscente non lo farà, toccherà al Viminale, nominato come commissario. Quella del Tar sarebbe una decisione, si legge in una nota della Regione, «in totale contraddizione con le recenti pronunce della medesima sezione del Tar del Lazio con riferimento alle regionali 2010». Commenta la stessa Polverini: «Resta la mia volontà di assecondare l'indirizzo del governo per unificare la data del voto a quella delle altre regioni e di ridurre a 50 il numero dei consiglieri». La sentenza del Tar spiega che l'esigenza perseguita dalla legge elettorale della Regione «è di garantire una tempestiva ricostituzione degli organi di governo, secondo i principi costituzionali di efficacia e buon andamento e il criterio di continuità di funzionamento delle istituzioni». Infine i giudici amministrativi escludono come motivazione per far slittare il voto la riduzione o meno del numero dei consiglieri e l'accorpamento di alcune province laziali.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento