Decadenza, Alfano avverte il Pd: "Così mette in pericolo Letta"

Angelino Alfano avverte il Partito democratico: "Non tratti Berlusconi come nemico storico: con questo atteggiamento mette in pericolo Letta più del Pdl"

Decadenza, Alfano avverte il Pd: "Così mette in pericolo Letta"

"Posso dire che in questo momento l’atteggiamento del Pd sta mettendo molto più a rischio il governo di quanto non lo faccia il Pdl". A dirlo è Angelino Alfano che a pochi giorni dal voto della Giunta per le immunità del Senato per la decadenza di Silvio Berlusconi, mette in guardia il Partito democratico sul futuro della maggiornaza.

"Se io rispondessi parlando di una conseguenza netta, immediatamente si creerebbe un meccanismo che farebbe dire è un ricatto", ha sottolineato il vicepremier a Rainews24, ricordando quanto il Pdl si è battuto per far nascere il governo Letta, "Dire che la caduta del governo dipende da chi l’ha più voluto, cioè da noi, non ha aggancio con la realtà. Noi questo governo l’abbiamo voluto e oggi siamo rammaricati per il fatto che Silvio Berlusconi stia ricevendo un trattamento poco riguardoso da parte di chi con ogni probabilità avrebbe potuto tenere un atteggiamento differente".

Per questo Alfano, in collegamento telefonico alla festa di Scelta Civica ha lanciato un appello affinché i "membri della Giunta non si atteggino", come se dovessero giudicare "l’avversario storico da abbattere", ma piuttosto riflettano sul "diritto" ad essere senatore del leader di uno dei partiti della maggioranza.