Decadenza, i Cinque Stelle presentano una proposta per cambiare il regolamento

Il capogruppo al Senato Morra: "Cancelliamo ogni ipotesi di voto segreto, anche quando si usano le schede"

Decadenza, i Cinque Stelle presentano una proposta per cambiare il regolamento

Sul voto sulla decadenza di Silvio Berlusconi, il Movimento 5 Stelle ha deciso di passare ai fatti. Il capogruppo al Senato Nicola Morra ha annunciato di aver presentato una proposta di modifica del regolamento del Senato che cancella di fatto ogni ipotesi di esprimersi in Aula con il voto segreto.

Secondo questa proposta, che ora dovrà essere esaminata dalla giunta per il Regolamento e poi dall’Aula, si cancella tutta la parte dell’articolo 113 del regolamento di Palazzo Madama che disciplina il voto segreto. Secondo questa interpretazione del Movimento 5 stelle dovrebbe effettuarsi a scrutinio palese anche l’elezione mediante schede. "Noi voteremo compatti per la decadenza di Berlusconi, ma siccome molti altri gruppi parlamentari temono che i propri senatori salvino il Cavaliere noi con questa proposta gli togliamo ogni timore. Se ci fosse il voto palese, infatti, non ci sarebbero più problemi di questo tipo", ha detto Morra. A chi, come Giovanni Pellegrino (avvocato ed ex senatore del Pds e poi dei Ds), ricorda che nel caso di Andreotti non servì cambiare il regolamento per chiedere il voto palese, il capogruppo dice: "Noi siamo assolutamente d’accordo, ma siccome già sappiamo che 20 senatori sono pronti a chiedere il voto segreto in Aula, noi abbiamo preparato questo strumento per garantire che il voto in assemblea sia sempre palese. Se vuoi la pace, prepara la guerra".