Ecco chi sono i diecipiù ricchi d'Italia

Ecco chi sono i dieci "paperoni" d'Italia, secondo la classifica stilata da <em>Forbes</em>

Una montagna di soldi da 50 miliardi di euro. È questa la somma dei patrimoni delle dieci persone più ricche d’Italia, secondo quanto emerge dall’ultima classifica stilata da Forbes nel marzo scorso.

Ecco chi sono i dieci "paperoni" del nostro Paese:

1) MICHELE FERRERO: il patron dell’omonimo gruppo dolciario vanta un patrimonio di 14,2 miliardi di euro e si conferma l’italiano più ricco, al 23mo posto nella classifica mondiale.

2) LEONARDO DEL VECCHIO: il fondatore del colosso degli occhiali Luxottica è al 74mo posto nel mondo, con una fortuna di 8,6 miliardi di euro.

3) GIORGIO ARMANI: con lo stilista irrompe la moda nella classifica dei più ricchi d’Italia. Armani ha un patrimonio di 5,4 miliardi.

4) MIUCCIA PRADA: ancora moda con la stilista, considerata da Forbes anche la 79ma donna più potente del mondo. La nipote del fondatore Mario ha un patrimonio di 5,1 miliardi di euro.

5) PAOLO E GIANFELICE ROCCA: i fratelli Rocca hanno ereditato il 10% di Techint Financial, che controlla Tenaris, attiva nel campo dell’ingegneria energetica. Il patrimonio è di 6 miliardi di 4,5 miliardi di euro

6) SILVIO BERLUSCONI: l’ex premier e fondatore di Mediaset e Fininvest è ’solò sesto, con un patrimonio di 4,4 miliardi.

7) PATRIZIO BERTELLI: il marito di Miuccia Prada, amministratore delegato del gruppo, ha un patrimonio di 2,77 miliardi di euro.

8) STEFANO PESSINA: ex ingegnere nucleare, patron di Alliance Unichem, fusa col colosso farmaceutico britannico Boots nel 2006. Un patrimonio da 1,95 miliardi.

9) BENETTON: la famiglia veneta, titolare dell’omonimo marchio di abbigliamento, è presente per intero: Carlo, Gilberto, Giuliana e Luciano vantano un patrimonio di 1,5 miliardi ognuno.

10) MARIO MORETTI POLEGATO: il numero uno di Geox, nonostante il calo delle quotazioni azionarie, resta fra gli italiani più ricchi, con un patrimonio di 1,35 miliardi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

nino47

Dom, 01/04/2012 - 17:32

...e adesso che facciamo? Li Impicchiamo?????

Lugar

Dom, 01/04/2012 - 20:21

Questi signori sono dei benefattori, infatti con i loro capitali invece di sperperarli lo reinvestono per creare altra ricchezza e posti di lavoro. Quelli che invece derubano il danaro publico per Fini di casta, depauperano i nostri risparmi e creano povertà.

piero1939

Dom, 01/04/2012 - 20:27

ma perche' continuate a farci sapere chi e' piu' rficco invece di insegnarci co;e hanno fatto ho a far notare chi vive marcando il cartellino e non fa una sega????? di quelli che hanno i soldi se li sono guadagnati e molti di loro hanno fatto e fanno guadagnare chi lavora con loro. perche' il fisco e gli ufficiali preposti ai controlli su chi evade si sono ;ossi solo ora in questa di;ensione macrosco[pica e con tutta questa pubblicita,? ma a chi credete di darla a bere??? basta con queste palle lasciateli lavorare e fa lavorare chi deve lavorare. paga minima 2000 euro netti al mese massima compresi i dirigenti 10000 euro al mese netti aliquota 25% a tutti fino ai 2000 euro al mese e 33% a scalare dai 2001 ai 10000 euro al mese netti chi guaganna di piu' di 120000euro netti all'anno pghera' una aliquota del 45% sul netto> i lordi sranno dati da netto piu' imposta di competenza, le imprese paghreanno il 45% sugli utili. per tutti obbligatoria la fatturazione e deduzioni a fattura.

piero1939

Dom, 01/04/2012 - 20:28

se penso a quello cher pagano di tasse, se le pagano davvero, mi ammazzo

Ritratto di tantoquanto

tantoquanto

Lun, 02/04/2012 - 08:12

Perchè non vi fate promotori di un referendum per abbolire tutti i privilegi delle caste. Le caste sono molte, compreso quella di voi giornalisti. Non ho mai visto una lista di quanto i giornalisti della carta e delle TV si pappano per vedere se siete dei poveretti o se siete pure dei ricchi, cioè una casta. Aspetto questa list se avete il coraggio di farla.

migrante

Lun, 02/04/2012 - 09:39

il piu`ricco e`nel settore dolciario-alimentare, 5, anzi, 6 sono legati al settore della moda...nonostante cio`molti importanti brand di questi settori negli ultimi anni sono passati in mano straniera e le societa`di cui sono entrati a far parte sono molto piu`grandi di quelle sopra menzionate ( con esclusione di luxottica)...per la precisione,gruppi francesi...quando si confrontano le economie dei vari paesi, contano i gruppi di controllo e non dove si trovino eventuali "stabilimenti" !!!