Politica

Esodati, Fornero promette: "Salve 130mila pensioni"

Il ministro del Lavoro: "L'Inps sta verificando i requisiti, poi avviserà uno per uno i lavoratori"

Esodati, Fornero promette: "Salve 130mila pensioni"

Dai 65mila di giugno, siamo arrivati a 130mila. Stiamo parlando degli esodati (quello cioè che, nonostante gli accordi con le aziende, non potranno andare in pensione con la riforma del governo). A prometterlo è il ministro del Lavoro, Elsa Fornero: "Il governo ha cominciato a considerare salvaguardie che hanno interessato finora 120mila persone alle quali se ne possono aggiungere altre 10mila". Secondo il ministro, l’Inps (che a giugno parlava di 400mila esodati) sta già verificando le posizioni di chi con le vecchie norme poteva andare in pensione nel 2013 o nel 2014, "ma molti ancora non hanno ricevuto notifica".

"Molte persone sono comprensibilmente in ansia", ha detto a SkyTg24. "Il governo non era al corrente dei numeri sugli accordi collettivi o individuali che sono difficili da monitorare. Ci siamo trovati davanti a un fenomeno molto ampio e diffuso", si giustifica la Fornero ricordando che "si tratta di individuare non categorie, ma persone con nome e cognome. L’Inps sta verificando i requisiti e se tutto sarà a posto manderà lettere dicendo lei potrà andare in pensione ". E gli altri? Quelli cioè che avevano accordi con le aziende per andare in pensione dal 2015 in poi? "C’è da discutere. Ma non si torna indietro sulla riforma delle pensioni".

Commenti