Grillo: "Ora al voto per vincere. Napolitano non si opponga"

Il leader dei grillini accusa il Quirinale della crisi e ne chiede le dimissioni. "Dopo le elezioni un governo a 5 Stelle"

Grillo: "Ora al voto per vincere. Napolitano non si opponga"

"I prossimi mesi saranno per cuori forti". La pensa così Beppe Grillo, che guarda alle dimissioni dei ministri Pdl dal governo come a un'occasione per il Movimento 5 Stelle, a cui chiede di tenere "in alto i cuori" e di mirare a un obiettivo: "Andare al voto per vincere e salvare l'Italia".

Grillo chiede al Quirinale di non opporsi a nuova elezioni e punta il dito contro il Colle: "L’Italia non può più reggersi sulle spalle di un ultra ottuagenario". Per il leader dei 5 Stelle, Napolitano sta "esercitando poteri da monarca che nessuno gli ha attribuito" e dovrebbe "rassegnare le dimissioni", riconoscendo che "a lui dobbiamo questo impasse".

Grillo aggiunge che "non era necessario un indovino" per preconizzare quanto accaduto ieri e se la prende anche con Berlusconi: "Napolitano non poteva non sapere che un governo di larghe intese con un potenziale delinquente finisse nel peggiore dei modi". Poi con Letta: "Passerà alla storia minima del nostro Paese per non aver mai deciso una cippa".

La crisi, dice l'ex comico, non è "di governo", ma "del popolo italiano che fa fatica a capire". "L'Italia - conclude - ha perso un anno a gingillarsi mentre l'economia stava precipitando".