Imu, Crimi: "Favorevoli alla sua abrogazione Ma solo per redditi bassi"

Il capogruppo M5S: "Non possiamo favorire chi ha redditi elevati". Brunetta: "Un limite sarebbe incostituzionale"

Imu, Crimi: "Favorevoli alla sua abrogazione Ma solo per redditi bassi"

Se ci sarà un decreto per la sospensione dell'Imu a giugno anche il Movimento 5 Stelle potrebbe votare a favore. Ma solo se l'abrogazione riguarderà solo chi ha un reddito basso. "Altrimenti favoriremmo chi ha casa e redditi elevati", ha spiegato Vito Crimi a L'intervista di Maria Latella su SkyTg24, "Invece deve essere garantito a soglie di reddito basse, con un limite".

"Dobbiamo vedere il decreto innanzitutto. In sede di conversione vedremo", ha aggiunto il capogruppo grillino al Senato, ribadendo che deve essere garantito "un certo equilibrio rispetto ai redditi: l’Imu non può essere tolta in maniera orizzontale, perché toglieremmo il respiro ai Comuni che quella tassa aspettano, ma andrebbe commisurata all’effettiva capacità contributiva".

A Crimi risponde però il capogruppo Pdl al Senato, Renato Brunetta, secondo cui basare l'abrogazione dell'imposta sui redditi sarebbe in qualche modo una discriminazione e sarebbe incostituzionale: "Noi lo abbiamo detto in diverse occasioni e sempre in modo chiaro: l’abolizione dell’Imu deve essere per tutti, senza nessun limite e senza nessuna distinzione tra i redditi. L’Imu va eliminata come abbiamo fatto noi con l’Ici, e successivamente va ripensata complessivamente la tassazione sugli immobili".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento