Ingroia smaschera Violante "È stato lui a propormi il patto di desistenza"

Il candidato di Rivoluzione Civile torna sulla proposta dei due senatori in cambio della desistenza: "È stato Violante, il Pd lo sa bene". Poi canta Bella Ciao con gli operai Fiom

L'artefice della proposta di un patto di desistenza tra Rivoluzione Civile e il Pd è Luciano Violante. È stato lui, secondo Antonio Ingroia, a offrire al partito dell'ex pm due posti di senatori tra i seggi dei democratici in cambio di non presentare la lista Rc in Campania.

Partecipando a Pomigliano d’Arco a un’iniziativa elettorale, il candidato premier di Rivoluzione civile ha aggiunto che "Franceschini ha ragione quando dice che non ci siamo mai visti, infatti è stato Violante, nel corso di un incontro, ad avanzare la proposta dei due senatori mascherati. Il Pd sa bene chi è stato".

Il partito di Bersani ha sempre smentito l'esistenza di una trattativa. Mentre Ingroia, ieri ha fornito ulteriori dettagli spiegando che "la proposta diceva che noi dovevamo desistere e che un paio di senatori "mascherati" dovevano essere presentati nelle liste del Pd. Dico "mascherati" perché non si doveva riconoscere che erano nostri perché evidentemente Bersani poi doveva dimostrare a Monti di non aver mai fatto un accordo con me".

Sempre a Pomigliano, il magistrato siciliano è stato circondato dai 18 operai della Fiom, assunti nella newco della Fiat su disposizione della Corte d’Appello di Roma, che hanno cantato Bella Ciao! .

Commenti
Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Dom, 03/02/2013 - 14:12

Si sbugiardano fra di loro. E raccontano di essere SINCERI e ONESTI. Sono proprio deficienti, questi Komunisti!

Romolo48

Dom, 03/02/2013 - 14:53

Bersani ma l'hai sentito? ... pensa, si è azzardato. Adesso ce lo dobbiamo sbranare!

vince50_19

Dom, 03/02/2013 - 15:12

Questa telenovela è suggestiva.. tuttavia è apprezzabile che Ingroia dica come stanno le cose e che nessuno, finora, dall'altra parte abbia smentito. In effetti non c'è nulla di penalmente rilevante, ma certi giochini cui sono avvezzi personaggi di csx sono da disprezzare in quanto fatti nelle solite camere caritatis partitocratiche. Per il resto della politica di Ingroia, il mio apprezzamento finisce ipso facto..

odifrep

Dom, 03/02/2013 - 15:34

Violante chi, colui il quale, assieme a Caselli, volevano inc..... il senatore a vita ANDREOTTI? Si contraddicono sempre, questi comunisti : vogliono l'unione tra pari sesso e, poi, non ammettono un -bacio- giusto come primo approccio, tra Giulio e Totò.

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Dom, 03/02/2013 - 16:07

Poveri ex comunisti! Ormai sono alla frutta! Mi auguro che gli elettori di sinistra capiscano in quale fogna di falso perbenismo sono caduti!!

Wolf

Dom, 03/02/2013 - 16:30

una manica di furfanti...

capitanuncino

Dom, 03/02/2013 - 18:34

Se lex PM avesse voluto la certezza di un bel posto di Senatore avrebbe dovuto trattare col PD ed il suo posticino l'avrebbe avuto, Di Pietro fece così e fu eletto al Mugello sotto l'egida di d'Alema, ricordate? Comunque è mia fervida speranza che Rivoluzione Civile perda la sua "battaja" non raggiungendo il minimo per superare lo sbarramento. La sua presenza in Parlamento sarebbe o del tutto inutile o,peggio, dannosa....

honhil

Dom, 03/02/2013 - 19:07

E’ il segno del destino. Ogniqualvolta, con chicchessia, i figli del Pci intavolano una trattativa segreta, il loro ambasciatore è Violante.

Triatec

Dom, 03/02/2013 - 19:27

Senti..senti il Violante lavora sotto traccia!!

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Dom, 03/02/2013 - 19:33

Bersani e Violante non sono riusciti a "Scilipotare" Ingroia. Dilettanti!

tiro

Dom, 03/02/2013 - 20:52

Che differenza abissale sussiste tra, l’incessante ingegno prospero di vitalità del grande Cavaliere, e l'ignominia dei soliti mentecatti comunisti, notoriamente abili a divincolarsi nei meandri dei sotterfugi. Se da una parte si sbandierano programmi e progetti orientati a ridare smalto e fiducia agli italiani, promettendo la restituzione di ciò che lo Stato, indebitamente, ha sottratto a tanti italiani; dall’altra parte, il mondo fatuo del “proletariato erudito” inneggia alle esilaranti battaglie prive di una qualsiasi bozza di progetto per lo sviluppo e la ripresa economica, impellente in questo momento storico. Ma i “compagni” come sappiamo hanno una qualità singolare che li contraddistingue da qualsiasi altro essere umano e civile: sanno ritrovarsi all'occorrenza nei luoghi a loro consoni, per innalzare al cielo il rapsodico pugno chiuso e cantarsela con l’immancabile inno comunista partigiano “bella ciao”! Cari signori come possiamo affidare l’Italia a questi lerci squilibrati e ignobili personaggi della vergogna!

Ritratto di stegalas

stegalas

Dom, 03/02/2013 - 21:03

VIOLANTE? Il nuovo che avanza. Eh sì, il PD è proprio tutto rinnovato ed ha aperto ai giovani, vero compagni glandicefali? Ah, no, non ci siete. Oggi guadagnate il soldo solo postando sulla notizia dell'IMU. E' per quello che vi pagano per scaldare una sedia...

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Dom, 03/02/2013 - 22:38

NOn c'è bisogno di un Ingroia per capire che è tutto un inciucio fra Pd, lista monti, ingroia, svendola, grillo, insomma tutta la sinistra, adesso si scannano, il giorno dopo il voto saranno tutti insieme appassionatamente.

Paolo Fanfani

Dom, 03/02/2013 - 23:55

Il diritto non è purtroppo una scienza esatta e tantomeno lo è la ricostruzione postuma di una fattispecie controversa. In tale situazione la ricostruzione del fatto e del diritto non va esente dalla impostazione ideologica della propria coscienza. Ciò può essere perdonato ad un uomo proprio perchè tale; certo è meno perdonabile che i Magistrati che legittimamente si riconoscono in una ideologia si associno per sostenerla. Rispettabile resta l'ideologia dell'uomo ma non il Magistrato che se ne fa paladino. Si dice:- anche il Magistrato ha diritto di coltivare le sue ideologie. Il Magistrato ha anche diritto di stare a tavola con chi vuole; eppure il Magistrato "commensale abituale" di una delle parti in causa o di uno dei difensori non è considerato (dalla legge) un buon Magistrato. Ritengo che un buon Magistrato non è tale se sta a tavola (leggi: - si associa)nemmeno con una Ideologia.

Gioortu

Lun, 04/02/2013 - 08:42

questi sinistronz,venderebbero l'anima al diavolo per un pugno di voti.Italiani!!!!!! Sveglia!!!!!

gicchio38

Lun, 04/02/2013 - 08:59

ODDIO. ORA SI SVERGOGNANO L'UN L'ALTRO. POVERI "PAGLIACCI". MA CHE COSA DIRANNO QUESTE "BESTIE" ALLA STORIA ITALIANA???

Ritratto di sberlusca

sberlusca

Lun, 04/02/2013 - 10:33

Io pensavo che dopo il fallimento dell'era Bertinotti in Italia fossero maturati i tempi per una sinistra meno sinistra invece con l'avvento di questi Ingroia che per me faceva bene a restare in magistratura ,ci siamo ricaduti dentro, ma il fallimento dei vari magistrati passati alla politica (De Magistris, Di pietro,Papa) non lo fanno riflettere , ma la faccia finita, la sua è un utopia irrealizzabile a cui nemmeno lui crede, ma si sa in politica si guadagna molto di più che fare il magistrato. Premetto che non sono Berlusconiano perché per me potrebbe sparire dalla faccia della terra, non ne sentirei la mancanza ,ma una sinistra come quella di Ingroia mi disgusta.