Il podio

Lady Soumahoro nei guai, Crisanti stonato, la cricca rossa delle mazzette: il podio dei peggiori

Chi sale sul podio? Liliane Murekatete indagata col fratellastro e la madre. E poi Crisanti che fa il maestrino con Mattarella. Ma, più in alto di tutti, Panzeri e tutta la cricca del Qatargate

Lady Soumahoro nei guai, Crisanti stonato, la cricca rossa delle mazzette: ecco il podio dei peggiori

Una settimana di scandali. E tutti targati con il bollino rosso. Rosso sinistra. L'inchiesta sulla famiglia Soumahoro, da una parte, e il Qatargate, dall'altra, stanno svelando all'opinione pubblica il vero volto dei progressisti, delle cooperative e delle organizzazioni non governative. Non che avessimo bisogno di altre prove per condannare il doppiopesismo dei radical chic. Sempre pronti a fare la morale, ora inciampano proprio sui diritti umani. Quelli dei migranti usati, secondo la procura di Latina, per intascare soldi da girare poi all'estero mentre i centri di accoglienza venivano lasciati al freddo e nello sporco. E quelli degli abitanti del Qatar che, in cambio di mazzette (tantissime mazzette!), venivano volutamente dimenticati.

Ma veniamo al podio dei peggiori. Questa settimana sul gradino più basso troviamo Liliane Murekatete. Dopo la madre Marie Therese Mukamitsindo, anche la moglie del deputato Aboubakar Soumahoro è finita indagata dai pm di Latina. Lei, però, si dice estranea ai fatti. E noi, ovviamente, rimaniamo assolutamente garantisti. Epperò per giorni ha rivoltato la frittata facendo la vittima perché qualcuno, dopo aver spulciato i suoi profili social, aveva osato far notare la sua passione per i vestiti e le borse di lusso. Tante, negli ambienti femministi di sinistra, si sono pure schierate al suo fianco. Ora, dopo gli ultimi colpi giudiziari, avranno tutti quanti ben altro a cui pensare. Perché le accuse mosse a Lady Soumahoro e ai suoi famigliari sono tutt'altro che gossip e, se confermate da un giudice, saranno una macchia indelebile.

Al secondo posto del podio troviamo Andrea Crisanti. Già professore ordinario di microbiologia all'Università di Padova, dalle ultime elezioni siede a Palazzo Madama tra i banchi del Partito democratico. Nei giorni scorsi, uscita la notizia della positività al Covid-19 del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, lo ha attaccato pubblicamente perché alla prima della Scala non ha indossato la mascherina. "Il presidente è una persona anziana - ha detto - siccome le persone anziane se si infettano, specialmente fragili, sono a rischio di morire, forse avrebbe fatto bene a dare l'esempio". E ancora: "Ha commesso una leggerezza, sicuramente non è un giovanotto e magari ha dato l'idea che il problema non esista più nemmeno per le persone anziane e invece il problema esiste". Prima cosa: chi glielo ha detto che il capo dello Stato si è contagiato a teatro? Ma, poi, anche fosse andata così... speravamo tanto fossero finiti i tempi dei virologi che vanno in giro a fare i maestrini. E, invece, grazie a Enrico Letta ce li ritroviamo pure in parlamento!

Al primo posto troviamo la cricca delle mazzette: Antonio Panzeri, Eva Kaili, Francesco Giorgi e compagnia bella. Sono davvero tanti! E tante anche le mazzette che dalle casse del Qatar finivano nelle tasche di una sessantina di eurodeputati. Che figuraccia questa sinistra: le ong usate per far girare i soldi in Europa, i diritti umani calpestati per vacanze da 100mila euro, i contanti usati per corrompere, i borsoni di soldi stipati in casa. Che poi, è la stessa sinistra che in Italia vuole far passare per evasore chiunque si opponga alla dittatura del Pos. Che coerenza!

Commenti