M5S, Pizzarotti rifiuta la verifica online

Il sindaco di Parma rifiuta di essere giudicato online: "Chi dovrebbe votare? Tutti gli attivisti?"

M5S, Pizzarotti rifiuta la verifica online

"La verifica? Non è tecnicamente fattibile. E poi cosa facciamo? Cominciamo ad amministrare una città e poi ce ne andiamo e lasciamo le cose a metà?". Federico Pizzarotti rimanda al mittente l'ipotesi (caldeggiata da Vito Crimi e approvata da Gianroberto Casaleggio) di una consultazione online tra gli iscritti al M5S per giudicare il suo lavor come sindaco di Parma.

La verifica - dice a Tv Parma Agorà - "andrebbe normata stabilendo un preciso iter. Non è chiaro chi dovrebbe votare: tutti gli attivisti? Chi partecipa alle assemblee? Chi ha già votato on line? Sino ad oggi poi sono state fatte per coloro che sono all’opposizione e sempre in modo informale. A noi piace essere misurati una volta completato il mandato per quello che abbiamo effettivamente realizzato. Io so l’impegno che ci siamo assunti e so come lo stiamo assolvendo: non si può certo dire che abbiamo fatto il passo più lungo della gamba". E su Casaleggio aggiunge: "Considerazioni di questo tipo gettano ombra sulla città e questo è ciò che non vogliamo".

Commenti