Nuovo look per Piazza di Siena, sport ad alto livello nel rispetto dell'ambiente

Al via l'ottantunesima edizione del Concorso Ippico Internazionale Ufficiale di Roma. Le ingombranti tribune degli anni passati sono state sostituite da 28 palchi che rispettano il paesaggio di Villa Borghese. In gara il meglio dell'equitazione mondiale. Si comincia il 23 maggio

Parte con un nuovo look l'ottantunesima edizione del Concorso Ippico Internazionale Ufficiale di Piazza di Siena, tradizionale mix di sport ad alto livello e mondanità. Quest'anno, infatti, le lamentele degli ambientalisti non sono rimaste inascoltate e la Federazione Italiana Sport Equestri, insieme a Roma Capitale, ha studiato un nuovo progetto per far convivere uno degli appuntamenti irrinunciabili del calendario equestre mondiale con l'affascinante cornice dell'ovale di Villa Borghese. Dunque via le tribune da 4mila posti che forse stonavano un po' con il paesaggio, gli spettatori potranno assistere alla manifestazione da uno dei 28 palchi a bordo campo che sorgeranno nell'anello di ghiaia che circonda il campo di gara e da una pedana posizionata sempre nel parterre capace di accogliere 300 persone. Sono rimaste soltanto le tribune più piccole, nel lato di ingresso dei cavalli, per gli addetti ai lavori e per i cavalieri. Anche il Villagio ospitalità è stato ridimensionato per salvaguardare l'ambiente: le tende non saranno più 24 ma 17.
Il concorso prenderà il via il 23 maggio e si concluderà il 26 maggio. Sarà presente il meglio dell'equitazione mondiale. Parteciperanno alla tradizionale Coppa delle Nazioni le squadre di Arabia Saudita, Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna, Svezia, Svizzera, Ucrania e naturalmente Italia, in gara come paese ospitante. A titolo individuale, invece, scenderanno in campo Australia, Belgio, El Salvador, Irlanda e Usa. «I nostri cavalieri arrivano a Piazza di Siena con grandi emozioni e grandi aspettative - spiega il presidente della Fise Antonella Dallari - andranno a confrontarsi con i migliori del mondo, sarà uno stimolo eccezionale. Stiamo intraprendendo un lavoro di medio-lungo termine con l'obiettivo di qualificarci per le Olimpiadi di Rio de Janiero». Per il presidente del Coni Giovanni Malagò «Piazza di Siena è uno dei fiori all'occhiello del nostro Paese e del sistema sportivo italiano».

Commenti