Papa Francesco: "La piaga della fame aggravata dai nostri sprechi"

Nel messaggio "Urbi et Orbi" appello alla pace del Pontefice: "L'amore fa fiorire la speranza nel deserto"

Papa Francesco: "La piaga della fame aggravata dai nostri sprechi"

In una piazza San Pietro, decorata con migliaia di fiori dall'Olanda alla presenza dei picchetti militari d'onore della Guardia Svizzera e delle Forze armate italiane, oltre 200mila fedeli hanno abbracciato papa Francesco durante la Santa Messa di Pasqua. "Sconfiggere la piaga della fame, aggravata dai conflitti e dagli immensi sprechi di cui spesso siamo complici - è l'auspicio del Pontefice nel messaggio pasquale "Urbi et Orbi" - proteggere gli indifesi, soprattutto i bambini, le donne e gli anziani, a volte fatti oggetto di sfruttamento e di abbandono".

Il Pontefice, vestito con i paramenti bianchi, è stato l'unico celebrante della messa di Pasqua sul sagrato vaticano. Come previsto dal rituale, i cardinali e i vescovi presenti hanno assistito alla liturgia ma senza concelebrare. Alla Santa Messa, che è iniziata con il rito del "Resurrexit", hanno partecipato oltre 200mila fedeli romani e pellegrini provenienti da ogni parte del mondo per le feste pasquali. "In ogni situazione umana, segnata dalla fragilità, dal peccato e dalla morte, la Buona Notizia non è soltanto una parola, ma è una testimonianza di amore gratuito e fedele - ha spiegato il Papa - è uscire da sé per andare incontro all'altro, è stare vicino a chi è ferito dalla vita, è condividere con chi manca del necessario, è rimanere accanto a chi è malato o vecchio o escluso. Venite e vedete: l'amore è più forte, l'amore dona vita, l'amore fa fiorire la speranza nel deserto".

Al termine della benedizione "Urbi et Orbi", papa Francesco ha rinnovato dalla loggia centrale della basilica vaticana gli auguri di Pasqua a tutti i pellegrini accordi in piazza San Pietro e a tutti i fedeli sparsi nel mondo. Auguri che sono stati pronunciati solo in italiano, non più come con i predecessori nelle decine di lingue del mondo. "Portate nelle vostre famiglie e nelle vostre comunità - ha aggiunto il Papa - il lieto annuncio che Cristo nostra pace e nostra speranza è risorto! Grazie per la vostra presenza, grazie per la vostra preghiera e per la vostra testimonianza di fede".

Commenti