Cronaca locale

Parte un colpo al poligono, ferito in modo grave il marito del viceministro Gavia

Il colonnello Antonio Dibari è stato sottoposto a un lungo e delicato intervento chirurgico alla gamba destra

Parte un colpo al poligono, ferito in modo grave il marito del viceministro Gavia

Ascolta ora: "Parte un colpo al poligono, ferito in modo grave il marito del viceministro Gavia"

Parte un colpo al poligono, ferito in modo grave il marito del viceministro Gavia

00:00 / 00:00
100 %

Il marito del viceministro per l'Ambiente e la Sicurezza energetica Vannia Gavia, il colonnello dei carabinieri Antonio Dibari, è rimasto gravemente ferito in modo accidentale nel corso di un'esercitazione al poligono di Aviano (Pordenone). Secondo quanto precisato da alcuni media locali, l'episodio si sarebbe verificato durante il pomeriggio di ieri, sabato 27 maggio, presso la Scuola italiana di tiro pratico, ex cava Sartori, di San Martino di Campagna (Pordenone), dove il colonnello Dibari si stava addestrando. Un colpo partito in modo fortuito ha colpito l'ufficiale alla gamba destra, provocandogli una seria lesione all'arteria.

Trasportato d'urgenza all'ospedale di Pordenone, il colonnello Antonio Dibari è stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva e quindi sottoposto a un delicatissimo intervento chirurgico, della durata di circa 12 ore. Si è trattato di una "operazione lunga e importante, ma che si è conclusa bene intorno alle sei e mezza di questa mattina senza complicazioni", ha spiegato il viceministro per l'Ambiente e la Sicurezza ambientale, "solo nelle prossime ore si saprà qualcosa di più". Le condizioni al momento restano gravi, ma l'ufficiale dei carabinieri è fuori pericolo di vita.

"Mio marito si stava allenando da solo, quando è partito un colpo e si è ferito a una gamba", ha raccontato ancora Vannia Gavia, come riferito da Il Messaggero. Il viceministro si trovava a Sacile, quando "mi hanno chiamata per dirmi che lo stavano portando in ospedale. Quando è partito lo sparo, non c'era nessuno con lui. Credo abbiano sentito un urlo e quando sono usciti l'hanno trovato a terra".

I messaggi di solidarietà

"Sono vicino al Colonnello Dibari e confido che possa rimettersi al più presto così da poter tornare dalla sua famiglia", dichiara il ministro per i rapporti con il Parlamento Luca Ciriani."Alla mia amica Vannia Gava un forte abbraccio e tutto il mio affetto in questo momento difficile". "Auguro al colonnello Dibari di superare questo grave incidente ed esprimo vicinanza alla viceministra Gava per il difficile momento che sta affrontando", commenta la deputata dem Debora Serracchiani, "conforta apprendere che il marito è fuori pericolo di vita". "Sono molto colpita e addolorata da quanto occorso al colonnello Dibari, cui auguro di ristabilirsi presto e del tutto, col sostegno della moglie Vannia Gava, della famiglia e dell'Arma dei Carabinieri. A tutti loro va il mio pensiero", scrive invece la senatrice del Partito democratico Tatjana Rojc.

Commenti