Elezioni Regionali 2023

"Pensioni a 1000 euro e sanità pubblica". La ricetta del Cav per le Regionali

L'impegno di aumentare le pensioni per tutti, portandole a 1000 euro, e l'ottimizzazione della sanità pubblica per vincere in Lombardia e Lazio

"Pensioni a 1000 euro e sanità pubblica". La ricetta di Berlusconi per le Regionali

La campagna elettorale per le regionali si fa serrata in queste settimane che separano dal voto del 12 e 13 febbraio. Meno di un mese separa gli elettori dalle urne e i leader di partito sono più agguerriti che mai per tentare di recuperare soprattutto il voto degli indecisi. Anche per questa tornata elettorale, Silvio Berlusconi ha deciso di cavalcare l'onda del successo social per far arrivare il programma di Forza Italia a quanti più elettori possibili, sfruttando il grande seguito su ogni piattaforma social. Comunicatore 3.0, il Cavaliere si sta spendendo in prima persona per sostenere le candidature degli uomini scelti dalla coalizione per il Lazio e la Lombardia, rispettivamente Francesco Rocca e Attilio Fontana, entrambi in testa nei sondaggi. Il tema delle pensioni è ricorrente nei programmi di Forza Italia fin dal 1994, è uno dei pilastri del partito che Silvio Berlusconi sostiene anche in queste elezioni.

"Proprio in questi giorni i pensionati con più di 75 anni riceveranno più soldi di quelli che hanno ricevuto sinora. Come avevamo promesso, quando si è formato il governo abbiamo subito aumentato le pensioni minime. Continueremo a lavorare, anno dopo anno, perché tutti i pensionati e i disabili possano arrivare ad avere almeno 1000 euro al mese per 13 mensilità", ha dichiarato il Cavaliere ribadendo la natura cristiana e liberale di Forza Italia, che sostiene anche e soprattutto le fasce più deboli della popolazione. "L'Italia che noi vogliamo è un Paese che non può dimenticare nessuno. Altrettanto decisivi sono i tempi d'attesa per le visite specialistiche, per gli esami e per i ricoveri nel settore della sanità pubblica. Noi ci impegniamo a dimezzare gli attuali tempi di attesa", ha aggiunto Berlusconi, che ha come pilastro di questa campagna elettorale in Lombardia e Lazio la sanità.

Le due regioni chiamate a rinnovare le proprie amministrazioni sono, in modo diverso, fondamentali per l'Italia. Da qui passa l'economia e la gestione del Paese, quindi "è necessario che dispongano di amministratori all'altezza di questo grande impegno e, per questa ragione, abbiamo individuato due candidati che hanno l'esperienza è la capacità per farlo: Attilio Fontana, che ha ben governato la Lombardia nei momenti più difficili, e Francesco Rocca, che è stato un validissimo capo della Croce Rossa per molti anni". Le professionalità dei candidati individuati dalla coalizione sono sotto gli occhi di tutti e gli elettori sembrano volersi fidare, considerando i sondaggi in crescita. Ma Silvio Berlusconi guarda soprattutto agli indecisi e agli astenuti, che rappresentano ancora un'ampia fetta dell'elettorato: "È importante andare a votare, è fondamentale scegliere il centrodestra, è decisivo votare per forza Italia. Mi raccomando".

Commenti