LA PROVOCAZIONE DI UN SINDACO TREVIGIANOE il Comune lo «sfratta»: «Meglio la foto di Papa Francesco»

LA PROVOCAZIONE DI UN SINDACO TREVIGIANOE il Comune  lo «sfratta»: «Meglio la foto di Papa Francesco»

Via dal Comune la foto di Napolitano, simbolo dello Stato gabelliere. Al suo posto, papa Francesco. La staffetta forse alla fine resterà sulla carta, ma la decisione è presa: il consiglio comunale di Vidor, piccolo centro del trevigiano, ha accolto la proposta avanzata dalla minoranza. Ed ha scelto di cestinare il ritratto ufficiale del presidente della Repubblica per sostituirlo con quello del Pontefice. «Napolitano - si legge nella mozione - è il primo simbolo di istituzioni che continuano ad arroccarsi tra mancate risposte ed atti vessatori nei confronti di privati, imprese e amministrazioni comunali». Il sindaco Albino Cordiali, vicino alle posizioni della Lega, non s'è fatto pregare. Ed ha messo il cappello sull'iniziativa, dicendosi «stanco di fare il gabelliere per il governo». Tutti d'accordo su come riempire il vuoto tra le cornici: già pronto un mini poster d'un sorridente papa Francesco. «È l'unico che lo meriti», tagliano corto a Vidor, avamposto in terra italiana del nuovo stato pontificio.

Commenti