Roma contro via Lenin:"Un nome che stride"La sinistra insorge

La Commissione toponomastica del Campidoglio pensa a trasformare via Lenin in via dei Martiri del Comunismo. Alemanno: "La via stride con l'idea di una toponomastica condivisa". Il Pd: "Sciocco revisionismo"

La toponomastica è spesso fonte di diatribe politiche e di polemiche intrise ora di revisionismo storico ora di provocazione ideologica. E' successo un'altra volta. Se a gennaio scorso la bagarre si era scatenata sull'intitolazione di una strada a Giorgio Almirante, il leader storico della destra italiana, adesso è la volta di Lenin.

Con la sola differenza che la via esiste già. E c'è chi la vuole cancellare. A Roma, infatti via Lenin potrebbe trasformarsi in via dei Martiri del Comunismo. La Commissione toponomastica del Campidoglio sta valutando se avviare l’iter per cancellare dalla mappa di Roma via e largo Lenin, nel quartiere Portuense.

"Una provocazione intelligente per rivedere un po' tutti i parametri di riferimento della toponomastica romana", ha definito l'iniziativa il sindaco Gianni Alemanno, aggiungendo che la via "stride con l'idea di una toponomastica condivisa". Più netto il presidente della Commissione, Federico Mollicone del Pdl: "Lenin era un tiranno".

Favorevole a "cancellare" Lenin è il deputato del Pdl ed ex ministro della Gioventù Giorgia Meloni, secondo la quale Roma potrebbe fare da "apripista" in Italia allo sfratto dei dittatori dalle strade.

Assolutamente contrario invece il consigliere comunale del Pd Mario Nanni per il quale "la revisione toponomastica su base ideologica è una vera sciocchezza". Ma il più scatenato oppositore dell'idea del Campidoglio si è rivelato il segretario dei Comunisti-Popolari di Sinistra, Marco Rizzo.

Che prima ha disertato il dibattito sull’ultimo libro di Gennaro San Giuliano, "Scacco allo zar", dedicato al soggiorno di Lenin a Capri negli anni precedenti la rivoluzione bolscevica, perché vi era presente anche Alemanno. E poi ha rivendicato la sua scelta spiegando che per lui "la pregiudiziale antifascista è costitutiva".

La risposta di Alemanno non si è fatta attendere: "Ho partecipato a molti dibattiti con lui in passato anche televisivi, quindi mi pare che Rizzo abbia avuto un’involuzione senile in cui porta alle estreme conseguenze la discriminante ideologica della sua gioventù".

Insomma, la speranza che la scelta su via Lenin sia condivisa appare come qualcosa di irrangiungibile. Di recente la sinistra romana ha chiesto l’intitolazione di una via a Sasà Bentivegna, comandante partigiano scomparso a 90 anni all’inizio di aprile. La destra e parte del Pdl ha ricordato il coinvolgimento di Bentivegna nella strage di militari nazisti a via Rasella e il susseguente eccidio per rappresaglia delle Fosse Ardeatine nel 1944. Una "macchia" che a loro giudizio non permetterebbe di considerare Bentivegna un eroe e di intitolargli una strada.

Nel 2010 ancora una polemica. Questa volta sull’intitolazione, poi avvenuta, di un largo nel Bioparco all’esploratore e orientalista Giuseppe Tucci, sottoscrittore del "Manifesto della Razza", caposaldo delle leggi razziali fasciste. Nello stesso anno si era parlato anche di via Bettino Craxi: la chiedevano i giovani socialisti, che posarono una targa vicino all’Hotel Rafael, dove il leader socialista e presidente del Consiglio risiedeva nella Capitale e davanti al quale venne investito dalle monetine in una delle scene madri del periodo di Tangentopoli. Non se ne fece nulla.

Commenti

voce.nel.deserto

Mer, 18/04/2012 - 12:59

Il Partito Democratico è l'erede del partito Comunista italiano di tendenza stalinista.Espropri proletari anche con l'uso dei cd rimborsi elettorali.L'imprenditore muore suicida,Equitalia fa il pieno di risorse che dovrebbero restare nell'impresa,almeno per la parte corrispondente ai debiti dello stato verso di essa ed il Partito Democratico accumula risorse per la rivoluzione, contrastato dall Lega.Niente servizi al popolo,tanti servizi ai partiti ed alle famiglie dei capi. Fossi magistrato indagherei sui rapporti fra Belsito e gli europarlamentatri della Lega troppo vicini ad Amsterdam,dove i diamanti si comprano bene coi soldi del popolo, mandato al suicidio.

Ritratto di sepen

sepen

Mer, 18/04/2012 - 13:03

Concordo in stra-pieno.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 18/04/2012 - 13:04

Roma contro via Lenin: "Un nome che stride" La sinistra insorge. - Il PD si risente che a qualcuno desti meraviglia che una larga e lunga strada di Roma porti il nome di Lenin. Che dire? A mio avviso sembra già molto estremo che un'altra via sia intestata a Togliatti, ma posso capirlo. Una via intestata a Lenin, la cui memoria è stata cancellata anche in Russia, mi sembra addirittura offensivo. Lasciatelo riposare nella memoria dello sterminato numero delle sue vittime, ma toglietelo dalle strade di Roma!

voce.nel.deserto

Mer, 18/04/2012 - 13:08

Orribile a vedersi in Roma le indicazioni di Via Lenin e via Togliatti . Le mettano a Bologna. Roma è città sacra. Anche i leghisti ladroni si tengano lontani dal sacro suolo di Roma e da Napoli e dalla Sardegna che un certo Borghezio vuol vendere senza averne diritto. Per farne cosa dei soldi?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 18/04/2012 - 13:22

Via Benito Mussolini o via Adolf Hitler esistono? No. Bene e allora facciamo sparire anche la via Lenin. Se no arriva un altro delirante di sinistra che ridenomina la via Appia antica in via "Giorgio Napolitano", visto che il de cuius per essere "antico" è antichissimo e poi sta abbassando l'Italia al livello di Napoli.

Lu mazzica

Mer, 18/04/2012 - 13:23

Via i nomi dei dittatori , bianchi, rossi, neri, ovattati ecc.ecc., tenendo presente che : "" I TOTALITARISMI del XX SECOLO NON SONO STATI SOLO DUE MA TRE : fascismo,nazismo e anche comunismo sovietico "" !! Rgds., Lu mazzica

mauriziopiersigilli

Mer, 18/04/2012 - 13:25

lo scandalo è che uno come rizzo difende ancora questi assassini levate via togliatti lenin ho chi min che guevara di bentivegna eroe è meglio non parlare per pieta' cristiana

Ritratto di perseus68

perseus68

Mer, 18/04/2012 - 13:27

Io vivevo a Bologna. Dovrebbero rinominare la meta' delle vie delle citta' praticamente. Comunque e' vero. Le vie con i gerarchi comunisti vanno sempre bene anche se sta gente ha fatto ammazzare migliaia di persone in nome delle loro idee. Ovviamnete da noi, una via intitolata a un esponente dell'altra sponda sarebbe peccato! E' cosi' in tutto in Italia.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 18/04/2012 - 13:29

Abolire Via Lenin è antisemitismo ??? E' questo ciò che temono? Fatto sta che Lenin fu l' ispiratore del sistema dei Gulag e quindi responsabile diretto di milioni di morti

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mer, 18/04/2012 - 13:32

Dunque, secondo il Pd Mario Nanni "la revisione toponomastica su base ideologica è una vera sciocchezza". A parte che la prima sciocchezza è stata proprio quella di intitolare una strada in base a una pregiudiziale ideologica, bisognerebbe spiegare a questo comunistello in ritardo che le vie Lenin sono state abolite anche e soprattutto in Russia, paese che ha potuto direttamente "beneficiare" dei magnifici risultati dell'opera del fondatore del bolscevismo (in Italia, malgrado i Nanni del tempo, questo ci è stato per fortuna risparmiato): è quindi veramente ridicolo che sia rimasto solo a Roma, insieme a qualche amena città della Corea del Nord, il dubbio privilegio di conservare una via intitolata a quel personaggio.

Ritratto di scandalo

scandalo

Mer, 18/04/2012 - 13:35

Io un proposta l'avrei basterebbe aggiungere al nome della via dù BELIN fa anche rima !!

Ritratto di scriba

scriba

Mer, 18/04/2012 - 13:56

TOPONOMASTICA DI REGIME. A Roma e nel resto d' Italia non c'è solo il caso vergognoso di una via intitolata al criminale assassino chiamato lenin, ci sono piazze marx, piazze stalin e tutta una serie di strade intitolate a galoppini e portaborse rossi. Ma, sempre a Roma, c'è da tanti anni uno sperduto viottolo di campagna in prossimità dello svincolo di Labaro, intitolato ad Albert Sabin. Chi era costui, si chiederà il beota codazzo rosso? E' lo scienziato che ha liberato l' umanità dalla poliomielite scoprendone il vaccino omonimo. Questa è la realtà di regime: piazze e strade intitolate a capipopolo, assassini e deportatori rossi, le cui foto arredano pure gli uffici pubblici, e mulattiere di periferia intitolatre agli eroi dell' umanità. Fare largo alle nullità comuniste.

scipione

Mer, 18/04/2012 - 13:57

Bravissimo sindaco Alemanno. Concordo con te che nell'eccelsa CAPUT MUNDI non ci sia una strada,una piazza o un luogo qualsiasi intitolato a un tiranno teorico di una ideologia criminale che nel suo nome ha trucidato milioni di esseri umani innocenti,al pari del nazismo.Sindaco non deflettere,lascia che i fetidi eredi del tiranno criminale ,protestino,ma Roma ha bisogno di questa PULIZIA.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mer, 18/04/2012 - 14:06

Perché via dedicate a comunisti si, e una via dedicata a Mussolini Benito no? Fa paura intestare anche una strada ad uno che, comunque, guardando la prima parte del ventennio e ciò che è stato fatto durante quel periodo per l'Italia, è stato un grande statista?

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 18/04/2012 - 14:11

Il PD si risente che a qualcuno desti meraviglia che una larga e lunga strada di Roma porti il nome di Lenin. Che dire? A mio avviso sembra già molto estremo che un'altra via sia intestata a Togliatti, ma posso capirlo. Una via intestata a Lenin, la cui memoria è stata cancellata anche in Russia, mi sembra addirittura offensivo. Lasciatelo riposare nella memoria dello sterminato numero delle sue vittime, ma toglietelo dalle strade di Roma!

voce.nel.deserto

Mer, 18/04/2012 - 14:12

Il comunismo non è un valore:equivale al nazismo ed è nemico dell'Uomo. Semmai andrebbe bene una via "Martiri della libertà" Martiri della Democrazia".

Patrick

Mer, 18/04/2012 - 14:16

Dovreste aggiungere "Via Lenin ....di qui!"

Patrick

Mer, 18/04/2012 - 14:18

Oppure in piccolo sotto aggiungere a politico e statista anche tiranno, genocida ed assassino politico.

Ritratto di -lorenzo-

-lorenzo-

Mer, 18/04/2012 - 14:19

Ci pensavo l'altro giorno, anche a Bologna, che si aspetta a togliere via Lenin, via Leningrado, via Stalingrado, ecc... è un assurdo macroscopico. Perchè dobbiamo avere dei seminatori di morte nei nomi delle nostre strade ???

gdn1963

Mer, 18/04/2012 - 14:20

Era ora ! Ne ha ammazzati più di Hitler !!!

mariolino50

Mer, 18/04/2012 - 14:21

Cari signori studiate la storia, è dopo Stalin che si sono avute le cosidette purghe, dette infatti staliniane, Lenin era già morto da tempo ed avvertì anche di stare attenti al compagno Stalin, che poi fece fuori tutti i veri comunisti compreso Trotsky vero comadante della rivoluzione d'ottobre, se poi vi fate due conti di morti ne ha fatti molti di più il capitalismo in tutte le sue secolari sfaccettature, l'unico vero genocidio riuscito è quello fatto dai nuovi americani, quasi tutti immigrati inglesi, contro i nativi locali, che sono praticamente estinti, altro che Hitler.

lamwolf

Mer, 18/04/2012 - 14:22

Nemmeno Hitler è riuscito allo sterminio di persone come Lenin. Allora perchè non fare altrettanto con il tedesco e Mussolini?, secondo e terzo nella classifica? Quel comunismo era il fascismo ed il nazismo, sfido chiunque a dire l'incontrario.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 18/04/2012 - 14:30

Bravi.... fate la Via anche intitolata a Kaganovic o Yagoda, responsabili di 30 milioni di morti....

TRIDENTINA AVANTI

Mer, 18/04/2012 - 14:39

Distruggete quel ignobile francobollo di marmo. Ma i PD non hanno assicurato e continuano ad assicurate che loro non sono comunisti???

nigher

Mer, 18/04/2012 - 14:43

Senza se,senza ma...ELIMINARE immediatamente...manca fra un po ,intitolino anche via BIN LADEN

Pravda-99

Mer, 18/04/2012 - 14:51

Intitolare a Lenin Piazza Venezia sarebbe ancora piu' consono alla sua grandezza e al servizio reso, prima al popolo Russo e poi all'umanita'. Per aver mostrato come un movimento di GIUSTI ed ESASPERATI, prostrati per generazioni dai soprusi degli Zar affamatori e assassini, puo' demolire la TIRANNIA e la CASTA che naviga nel suo intorno e gode di BENEFICI e PRIVILEGI ingiusti. Tutti coloro che affamano i popoli per trarne BENEFICI PERSONALI meditino sulla storia. Viva Piazza Lenin, e viva vie e piazze intitolate ai partigiani che combatterono il Fascismo e il Nazismo, e a tutti coloro che in varie epoche hanno combattuto CONTRO L'INGIUSTIZIA.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 18/04/2012 - 14:52

Non solo é giusto eliminare via Lenin ma, in nome della vera democrazia, andrebbero eliminate tutte, ripeto tutte le intitolazioni ai rappresentanti di ideologie antidemocratiche e tra queste un posto in prima fila spetta sicuramente al comunismo. Con buona pace di Rizzo poi andrebbe proposto un referendum di "par condicio" : per istituire il reato di apologia del comunismo.

Ritratto di jagomar

jagomar

Mer, 18/04/2012 - 15:21

Ma si tutti uguali, Lenin, Stalin, Hitler, Pol Pot, Mussolini, e chi più ne ha più ne metta. Maammammiaaa che ignoranza.

elpilagro

Mer, 18/04/2012 - 15:24

Eliminare in tutto il paesi le vie ,piazze , stradini e anche viottoli che inneggiano ai criminali comunisti! Un suggerimento a Bologna la sede dell'Unipol Assicurazioni (compagnia dei rossi da sempre) è in via Stalingrado. Bisogna cambiarla in via martiri dei crimini comunisti!!!!!!

muscoliecervello

Mer, 18/04/2012 - 15:28

@ #26 Pravda-99: la finisca, una buona volta, di scrivere sempre scemenze od insulti gratuiti all'altrui intelligenza prima che si possa tacciarla di appartenere alla categoria dei mentecatti!

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 18/04/2012 - 15:31

Be se ad Almirante fu negata una via , perche dovrebbe stare li un criminale come lenin?D altronde non vedo perche a Nerone non sia dedicata una strada magari davanti al colosseo? Io cancellerei anche viale togliatti, degno compagno di baffone .

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 18/04/2012 - 15:35

PUSSA VIA LENIN - Spero che quel "PUSSA" qualcuno glie lo aggiunga con un bel marker indelebile. Se fosse stato a Milano ci sarei andato io stesso ad eseguire la doverosa correzione la notte del primo di aprile. Analogamente il primo aprile di alcuni anni fa qualcuno modificò il cartello dell'agenzia delle entrate di Monza con una scritta: "Avis".

sorans99

Mer, 18/04/2012 - 15:36

Ancora più scifoso: "Viale Palmiro Togliatti"! Non comprerei MAI un appartamento con quell'orrendo indirizzo! Poi "Via Stalingrado" Che schiiiifo! Voi comunistacci, tumore maligno di ogni società, tenetevi Livorno e Bologna come i musei dei ricordi orrendi della vostra fede malata. Roma NO! Alemanno: Azione! Ed ora con l'anagrafe del catasto/IMU computerizzato non esistono scuse di archivi di carta ecc.

enrico10

Mer, 18/04/2012 - 15:40

non solo a roma ma in tutte le altre città che hanno ancora vie dedicate ai sanguinari dittatori e politici comunisti deve essere fatta pulizia. via dunque anche a togliatti,che guevara, stalin e mao.

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 18/04/2012 - 15:43

x26 pravda99-Aspetto le scemenze di alenovelli. Ma datosi che e' un libro aperto sicuramente dira le stesse ston.ate che ha detto lei.Le ripeto esca dal paese , in coreadel nord, potra fare una cura dimagrante se casomai e afflitto da obesita, o se ne vadi a cuba e mi saluti fidel , anzi gli tenga la mano , sta per andarsene uno dei suoi idoli.

moggista percaso

Mer, 18/04/2012 - 15:54

tra lenin aledanno e i banchieri-truffa non so chi sia il meno peggio... forse le brigate giallorosse..

tato_mi

Mer, 18/04/2012 - 15:56

nessuna via deve essere intotolata a despoti o dittatori(Lenin,Mussolini, Hitler,Stalin etc) ne ai ladri(Craxi).

cromatide

Mer, 18/04/2012 - 15:58

Quanta partigianeria. Quanta fatica ad essere liberi e limpidi nei pensieri. E' un problema solo di forza. Se la guerra l'avesse vinta il fascismo ora avremmo le vie intitolate al fascio e loro sarebbero i bravi. Non è andata così e loro sono i cattivi. I bravi sono i comunisti perciò a loro si possono intitolare le strade. E guai a contraddire questa cosa. Riconoscere che il comunismo è stato un male? Mai!, per carità! Marco Rizzo protesta? Ma chi è? Che fa? Che lavoro fa per guadagnarsi la pagnotta? O è solo un altro radical chic della ******* che si bea di essere comunista solo perchè, per l'appunto, chic? Rizzo: vai al lavorare e sporcati le mani; poi, forse, potrai dirti dalla parte del popolo.

MEFEL68

Mer, 18/04/2012 - 15:59

##Pravda-99 # Già il nickname dice tutto.Se ci credi tanto al comunismo, potevi emigrare in Russia finchè eri in tempo. Non hai avuto neanche il coraggio dei cinesi di Mao, dei rumeni, ucraini e di tutti quelli che hanno cercato un futuro migliore nel mondo occidentale e capitalista che, con tutti i suoi errori, è di gran lunga migliore di un'opprimente dittatura, seconda solo al nazismo. Riflettici.

Pravda-99

Mer, 18/04/2012 - 16:07

#21 mariolino50 - Inutile, a "loro" la Storia non interessa, interessano le storielle di propaganda che si tramandano di bocca in bocca, esagerandole in stile "il mio e' piu' grosso del tuo". Chi la spara piu' grossa vince. Vediamo alla fine della giornata chi avra' dato i numeri piu' grandi...

shark

Mer, 18/04/2012 - 16:22

26 pravda, dai retta, cambia "dealer" quella roba ti stà fottendo il cervello. Parli come un comunista.

giessebi

Mer, 18/04/2012 - 16:53

#21 mariolino50: infatti non ci sono molte vie intitolate al capitalismo. Ma che discorso e'? Hanno fatto molte vittime anche le miniere di carbone se e' per questo oppure l'influenza spagnola o la peste del seicento. A cosa vi attaccate per sminuire i crimini comunisti! Il fatto che Stalin sia peggio di Lenin non e' che renda quest'ultimo un santo.

giessebi

Mer, 18/04/2012 - 17:00

Pravda-99: la sua adorata rivoluzione d'ottobre sara' anche stata un momento di rottura nei confronti dell'epoca degli Zar, ma le farei notare che un conto sono le utopie sulla carta, un altro e' spazzare via gli Zar per metterci il soviet supremo con lo stesso tipo di disuguaglianza rispetto ai proletari che venivano sfruttati e ingannati. La rivoluzione di Mao ha seguito la stessa parabola: tutti uguali, tutti in divisa, abbattiamo i monumenti millenari e poi e' finita con la banda dei 4 che abitava nella citta' proibita. Ma possibile che non riusciate a vedere che gli "ismi" sono tutti uguali? Solo che gentaglia come Togliatti, che pure sapeva esattamente come stavano le cose nella grande URSS, ha costruito un apparato per convincere i creduloni italici che il comunismo fosse la soluzione ottimale. La storia vi ha sbugiardato, fareste una figura migliore ad ammetterlo.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 18/04/2012 - 17:00

Il PD si risente che a qualcuno desti meraviglia che una larga e lunga strada di Roma porti il nome di Lenin. Che dire? A mio avviso sembra già molto estremo che un'altra via sia intestata a Togliatti, ma posso capirlo. Una via intestata a Lenin, la cui memoria è stata cancellata anche in Russia, mi sembra addirittura offensivo. Lasciatelo riposare nella memoria dello sterminato numero delle sue vittime, ma toglietelo dalle strade di Roma!

baio57

Mer, 18/04/2012 - 17:09

#40 Pravda99 - Dimmi la verità , lo fai apposta per spirito di contraddizione , ti diverti a creare scompiglio nel forum. Se non fosse così , devi proprio farti curare credimi . Tu dici che la storia non ci interessa , ebbene ti cito "solo" alcune "notiziole" che i libri di testo hanno taciuto fino pochi decenni fa .Visto che scrivi di Zar affamatori ,vatti a leggere cosa significa "Holodomor" . Poi già che ci siamo fai una capatina dalle parti di "Nazino" ( sempre nel senso di lettura ma stai attento , è per palati "forti" ). Poi caro Komunistoide della steppa , sempre per restare in tema di " prodezze" Staliniane cerca Kozielsk ,Starobielsk,Ostashkov,Kalinin,Kharkov , Katyn . Potrei continuare fino domattina , passando dalle stragi di ebrei , ai nostri poveri soldati lasciati morire di stenti e di freddo con l'avvallo del "Peggiore", ma mi fermo quì , ho già il voltastomaco . ( p.s.) evita di sparare ******* , fai più bella figura.

Ritratto di tantoquanto

tantoquanto

Mer, 18/04/2012 - 17:47

Lenin quanti ne ha fatti morire assieme a Stalin. Perchè voi giornalisti non fate articoli su questo aspetto per far capire alla gente che Hitler era meno cattivo di Lenini e di Stalin, per non fare nomi italiani.

Ritratto di copyleft

copyleft

Mer, 18/04/2012 - 17:53

#43 giessebi concordo con lei. Tutti gli -ismi sono uguali. Fascismo, nazismo, comunismo, liberismo e capitalismo hanno e stanno illudendo le masse da un secolo. Cominciamo a costruirci un nuovo futuro lontano da questi spauracchi.

tofani.graziano

Mer, 18/04/2012 - 17:52

Ma come, esistono ancora vie intitolate a lenin??Questo lugubre e feroce personaggio con l'istaurazione in Russia del regime bolscevico, ha contribuito a far si che durante la sua vita e ancora di piu' in seguito questa nazione diventasse di gran lunga un apparato di sterminio e prigionia che non ha uguali nel mondo,credo che a confronto il regime del criminale e ripeto criminale hitler sia stato meno duro.Idiota e' conservare certi nomi nella toponomastica delle ns. citta'.Potrebbe essere intitolata VIA KATYN, per ricordare a che livello di barbarie si e' spinta la mente di certi personaggi.

mariolino50

Mer, 18/04/2012 - 17:54

#42 giessebi santi che comandano ne devo sempre vedere, credo che non nasceranno mai, io cerco di essere abbastanza obiettivo e so bene che il comunismo di tipo russo non è stato certo quello immaginato da Marx, invece della dittatura del proletariato abiammo avuto quello del partito e dei suoi capi, forse il vero comunismo fu quello della comune di Parigi, soffocato nel sangue anche dopo che si erano arresi, perchè volevano estirpare la pianta, a quanto pare abbiamo sempre bisogno di avere un qualche capo che ci comandi, perchè non siamo pronti per vivere in vera libertà senza sfruttatori di nessun genere, ne di partito ne padroni delle ferriere, se dite che sono utopie lo sò benissimo, ma almeno lasciate la speranza, ora però che abbiamo il supermario, purtroppo si chiama come me, che ci starna a modino tutti incazzati siamo, tardi è.

Ritratto di copyleft

copyleft

Mer, 18/04/2012 - 18:00

Diciamo che mettere in discussione una via Lenin si può anche capire ma coloro che blaterano sulle Vie intitolate a Palmiro Togliatti dovrebbero soltanto vergognarsi o andare nel paesino natale del duce a fare combriccola con gli altri *******i ammiratore del ventennio. Togliatti, come De Gasperi, e Nenni ecc ecc hanno fatto la storia italiana regalandoci una costituzione finalizzata affinchè in italia non si potesse mai avere un altra dittatura. Intitolargli qualche piazza e vie mi sembra il minimo.

oiramissor

Mer, 18/04/2012 - 18:11

C'e' uno con un nomignolo che e' tutto un programma di fesserie rosso fallimentare. Se ha cotto il cervello i moderatori dovrebbero levarcelo di torno ma forse sono in combutta altrimenti come si possono far passare 557 demenziali commenti.

Ruy Diaz

Mer, 18/04/2012 - 18:18

Io vorrei che fosse intitolata una via o una piazza ad alenovelli, perché mi rimane simpatico.

Ritratto di copyleft

copyleft

Mer, 18/04/2012 - 18:27

E comunque prima di scrivere magari riguardatevi qualche libro di storia...parlate di stragi avvenute dal 1930 in poi (purghe, katyn ecc ecc), Lenin è morto nel 1924...beata ignoranza...

cast49

Mer, 18/04/2012 - 18:27

ma questi comunisti pensano veramente che la loro ideologia sia la migliore? non si accorgono che ancor oggi sopravvivono stati dittatoriali che uccidono o fanno morire in galera chi non la pensa come loro? dimenticano i milioni di morti che hanno sulla coscienza? ma diciamolo, è questa la democrazia dei comunisti? ma andate a farvi fot.....

Ritratto di jagomar

jagomar

Mer, 18/04/2012 - 18:31

#45 baio57: capra! stai parlando di Stalin, l'articolo parla di Lenin, Capra!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 18/04/2012 - 18:31

I soliti specchietti per le allodole, per sviare l'attenzione dai genii che sono al governicchio... e della loro imprese deliranti ed antiu-italiani...

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mer, 18/04/2012 - 18:42

sono d'accordo con il sindaco, non potrebbe essere diversamente! Per completezza, però, uno gradirebbe sapere quelii che vivono a quell'indirizzo cosa na penzano("Z") del loro biglietto da visita! -Una "sola" ciliegina sulla torta:-Ma i rossi, quanti nomi hanno cambiato(per la vergogna?) !!!

Izdubar

Mer, 18/04/2012 - 18:43

Questo è niente. In Italia non si contano le vie Stalingrado, e a Raffadali (AG) c'è anche una Via Stalin. Mentalità veterocomunista e anti-italiana impone la tutela del nome dei tiranni che hanno massacrato decine di milioni di persone, non lo sapevate?

APG

Mer, 18/04/2012 - 18:55

Una via dedicata a quel porco pluri-criminale sifilitico? Ma dovete essere fuori di melone!

antonio_sciaret...

Mer, 18/04/2012 - 19:00

....ma non abbiamo personaggi di elevata statura morale nati in Italia???.....ma in Russia esiste via Alcide De Gasperi???.....

baio57

Mer, 18/04/2012 - 19:15

#55jagomar - Ho solo risposto a "pravda" che tesseva le lodi del comunismo,e ho circostanziato solo alcuni fatti storici , con riferimento agli affamatori di popoli anche naturalmente a Stalin . Caprone!!!!!!!!!!!!

Franco Ruggieri

Mer, 18/04/2012 - 19:18

Sono d'accordo che ci problemi ben più gravi, ma secondo me è uno schiaffo alla gente una via intitolata a chi ha fondato il comunismo, del quale non si ricorda un solo governo che non sia stato tiranno (dalla URRS al Viet Nam di Ho Chi Min, a Cuba, alla Cina prima che si svegliassero, ma anche adesso non scherzano, alla Corea del Nord, e mi fermo qui). Ogni volta che mi capita di passare di là devo prendere un sedativo per lo stomaco. Cambiare il nome è il minimo in uno stato democratico. Una via, poi, intitolata a chi con la sua strage a Via Rasella ha innescato il massacro delle Fosse Ardeatine e che non ebbe la faccia di presentarsi, onde evitarlo, con la vergognosa scusante che lui da vivo era utile alla causa e quelli lo sarebbero stati da morti, sarebbe il colmo. Con l'occasione stigmatizzo Rai 4 e Rai Storia che continuano a trasmettere documentari sul nazi-fascismo: comincino anche con quelli su Stalin (ogni anno va bene), Krushev (Ungheria 1956), Brezniev (Praga 1968), ecc.

MEFEL68

Mer, 18/04/2012 - 19:26

A Roma ci sono anche: via PALMIRO TOGLIATTI, una delle strade più lunghe della capitale; via LUIGI PETROSELLI, sindaco di Roma senza infamia e senza lode, ma comunista. Per intitolargli questa via hanno addirittura cambiato il nome ad una importante via del centro storico- Via del Teatro Marcello (così chiamata per la presenza di un antico teatro romano come il colosseo, ma più piccolo). Via GIUSEPPE DI VITTORIO (uno dei primi sindacalisti della CGIL). Sicuramente ce ne saranno anche altre, ma non le conosco tutte. Spero di non vedere mai via dei compagni comunisti, angolo via P. Bersani.

Ritratto di llull

llull

Mer, 18/04/2012 - 19:29

Premetto che non me ne fr**a nè dell'uno nè dell'altro, ma se insieme a Via Lenin esistesse una Via Hitler, giusto per par condicio, cosa direbbero i nostalgici?

Pistino

Mer, 18/04/2012 - 19:36

x#53 copyleft - Certo, certo, Lenin è morto nel 1924. Ma fu lui a creare LA CEKA (che cambiò poi ripetutamente nome, infine KGB), affidata al sanguinario Dzerzinskij. Fu lui a organizzare il sistema dei campi di concentramento (poi ufficialmente "Gulag") che nel 1922 già "ospitavano" più di 150.000 detenuti. Eh, sì, beata ignoranza (o malafede?)

Ritratto di jagomar

jagomar

Mer, 18/04/2012 - 19:37

#61 baio57: scusa, più che capra allora dovevo darti del demente. Il compagno Pravda tesseva le lodi di Lenin e tu rispondi parlando di un criminale come Stalin????

scipione

Mer, 18/04/2012 - 20:10

Copyleft,temo che tu abbia le idee poco chiare su Togliatti. Rileggiti la storia : A parte tutto il resto,LO SANNO ANCHE I SASSI che Togliatti fu un fedele e devoto collaboratore del dittatore criminale Stalin,e inoltre ti prego di leggere la lettera che Togliatti scrisse a Vincenzo Bianco sui prigionieri ITALIANI in Russia.Se pensi che Togliatti meriti la dedica di una via,una piazza o un qualsiasi altro luogo.credimi,E' UNA BESTEMMIA.Pravda 99, il comunismo di Lenin e Stalin " UN MOVIMENTO DI GIUSTI ED ESASPERATI ? Ma che caxxo dici? Leggiti ,tra le altre fonti storiche, " IL PARADIGMA DEL TERRORE NELL'URSS DI LENIN E STALIN" del Prof. Marco Messeri.Forse ti passera' la voglia di tessere le lodi di quei due criminali e forse diventerai liberal-democratico. Te lo auguro di cuore,basta che la finisci di dire str.....te.

scipione

Mer, 18/04/2012 - 20:24

jagomar,temo che tu sia contemporaneamente " capra " e " demente ". Ne vuoi una prova ? leggi " IL PARADIGMA DEL TERRORE NELL'URSS DI LENIN E STALIN " Capirai che l'UNO vale L'ALTRO E NON DIRAI PIU' STRO.....TE.

Tino Gianbattis...

Mer, 18/04/2012 - 20:37

E' giusto cambiare nome alla via in VIA 200 MILIONI ASSASSINATI DAL COMUNISMO.

baio57

Mer, 18/04/2012 - 21:14

#66jagomar - Senti deficiente ( nel senso di deficitario) ,ribadisco che il tuo amico pravda parla di affamatori . Ho solo descritto komunisti assassini e affamatori punto. A proposito Kompanero sei al corrente di ciò che ho descritto , non te l'hanno insegnato a scuola vero ? Ti sei informato ? Ti rode l'amara verità ? Sei ridicolo.

Pravda-99

Mer, 18/04/2012 - 23:04

CHI LA SPARA PIU' GROSSA VINCE! Avevo scritto all'inizio della giornata che "la Storia non interessa a certi scrittori del forum, che a loro interessano invece le storielle di propaganda che si tramandano di bocca in bocca, esagerandole in stile "il mio e' piu' grosso del tuo". Chi la spara piu' grossa vince. Vediamo alla fine della giornata chi avra' dato i numeri piu' grandi...". E in un'escalation all'ultimo "morto", vince #69 Tino Gianbattista Colombo, che alle 20:37 spara DUECENTO MILIONI! Ricevera' un simpatico busto di Lenin in omaggio!

rokko

Mer, 18/04/2012 - 23:22

Ma faccia un po' quello che vuole Alemanno con la toponomastica ... i romani ormai avranno capito che da lui più che nomi diversi per le strade non c'è molto da attendersi. Credo che alle prossime elezioni se lo ricorderanno.

cgf

Mer, 18/04/2012 - 23:30

Lenin, grande beneffattore? andatelo a chiedere a Mosca..... di sciocco non c'è questo revisionismo, questo termine poi, usato da chi ha sguazzato tra cambi nome, alberi e fiori....

TRIDENTINA AVANTI

Gio, 19/04/2012 - 00:29

Egregi “21 mariolino50” & “26 Pravda-99” da come agite, da come vi comportate, da come filosoficamente pensate e da come scrivete senza dubbio siete istruttori di “free climbing”, non su roccia, ma bensì su specchio insaponato. Saluti

chiachia75

Gio, 19/04/2012 - 04:59

APRROVARE IN VIA COSTITUZIONALE L'ABOLIZIONE DI QUALSIASI PARTITO O ASSOCIAZIONE ABBIA COME FONTE DI ISPIRAZIONE IL COMUNSIMO, cosi' come si è fatto per il fascismo e prevedere la galera per chi ne usa fare apologia (vedi deficiente tipo PRAVDA E JAGOMAR)....fuori dai co...ni, pazzi che non siete altro

degno_superstar

Gio, 19/04/2012 - 08:51

non ho mai votato a destra ma sono d'accordo. Nessuna strada nominata a sanguinari dittatori.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 19/04/2012 - 09:29

chiamatela "via le dita dal naso"

Ritratto di copyleft

copyleft

Gio, 19/04/2012 - 09:54

#67 scipione mi spiega dove avrei tessuto le lodi di lenin e stalin? Su Togliatti ho solamente ricordato il motivo per cui gli sono intitolate piazze e vie...se per lei non è sufficiente l'aver blindato la nostra costituzione ad una possibile nuova dittatura mi sà che deve ricredere la sua liber-democrazia...comunque ho ricordato anche gli altri leader storici meritevoli di toponomastica... Inoltre lei parla di Togliatti come fedele collaboratore dell'urss di stalin, verità storica anche se alla morte di stalin ci sono anche distanze e sollievo per la fine del dittatore... Lo stesso però possiamo parlare di De Gasperi e gli Usa, senza parlare dei fucili bianchi pronti ad intervenire in caso di vittoria alle elezioni del PCI. Come scritto io ripudio Fascismo, Nazismo, Comunismo...Liberismo e capitalismo, rei a suo modo di povertà e morte. Si studi in merito la differenza tra libertà formale e quella sostanziale...