Politica

Stefàno specula sulla decadenza dell’ex premier: "Ecco il mio libro"

Instant book del presidente della Giunta del Senato, violata la riservatezza istituzionale

Stefàno specula sulla decadenza dell’ex premier: "Ecco il mio libro"

Decaduto Berlusconi da dieci giorni, c’è già un libro sulla sua decadenza.Un in­stant book che promette di svelare segreti, retroscena, e pure di più: «Gli imprevisti, l’assalto dei media,le pressioni della poli­tica » dietro la decadenza di Berlusconi de­cisa dalla Giunta delle elezioni del Senato, poi ratificata dall’aula. Tutto normale, se non fosse per un dettaglio: l’autore. Un giornalista parlamentare, un retrosceni­sta in possesso di documenti inediti? Mac­ché, lo stesso presidente della Giunta del­le elezioni del Senato,Dario Stefàno,ven­doliano con l’accento sulla «a». Ma come, il presidente della Giunta,l’«organo giuri­sdizionale » che- con imparzialità e segre­tezza, come fosse un tribunale di giudici ­decide sui requisiti dei senatori per essere eletti o cessare dal mandato, si mette a sve­lare «atti ufficiali, retroscena e manovre» della sua stessa Giunta, a denunciare «le pressioni della politica» (lui non fa il politi­co?), a raccontare- si legge nel risvolto del libro - «dall’osservatorio privilegiato del palcoscenico più rovente, e con la prospet­tiva del dietro le quinte, in prima persona e attraverso un’ampia documentazione tutta la vicenda, come in un reportage». Un reportage? Del presidente della Giun­ta? Che peraltro, all’articolo 3 del proprio regolamento, prescrive: «I componenti della Giunta (...) sono obbligati al segreto per quanto concerne i risultati dei control­li n­onché gli accertamenti sulle cariche ri­vestite dai senatori». Talmente segreto da farne un libro, La decadenza , per l’editore salentino (come Stefàno) Manni. E pre­sentarlo domani a Roma, con l’ex senato­re Pd Ceccanti, ad una fiera del libro. Ma con grande riservatezza.

Commenti