Storace sbugiarda Marino

Cosa non si fa, e non si dice, in campagna elettorale. Una candidata in rosa magari sarebbe tentata di abbassarsi l'età: vanità femminile. Ignazio Marino invece, pur di suscitare simpatia, si fa più vecchio. A un comizio il candidato al Campidoglio per il centrosinistra, visto che un megafono non funzionava, ha esclamato: «Datelo a me, che lo aggiusto. Io ho fatto il '68...». Peccato che in agguato ci sia il buon Francesco Storace, che di politica e piazza ne capisce e non fa sconti a nessuno. Twitta il segretario de La Destra: «Marino usa il megafono perché sa come si fa, dice di aver fatto il '68. Ma è nato nel 1955, aveva tredici anni. Bugie a raffica». Lo strafalcione di Marino non è sfuggito, tra gli altri, al senatore del Pdl Francesco Giro. «Marino - sottolinea Giro - ha dichiarato di aver fatto il '68 per poi essere sbugiardato dalla sua carta d'identità. Siamo abituati alle menzogne di Marino che dice una cosa per poi essere smentito dai fatti. Arrivare a spacciarsi per sessantottino è l'ultima comica di un candidato sempre più improbabile e sorprendente».

Autore

Commenti

Caricamento...