Urlano per Tortora, tacciono sulle botte

Al Pdl è stato contestato il diritto stesso di manifestare "contro la magistratura". Ma Berlusconi non ha mai paragonato la sua odissea giudiziaria a quella di Tortora

Che Berlusconi e il suo Pdl non godano di buona stampa, non è certo una notizia: gran parte di chi lavora nei media ha mutuato dalla sinistra una sorta di senso di superiorità, che a volte sconfina nel disprezzo, verso l'homo novus che da vent'anni sovverte sistematicamente il galateo e non perde occasione per mostrare un'estraneità quasi civettuola ai riti e ai miti del dibattito politico tradizionale. Sta probabilmente in questa incapacità cognitiva la ragione del costante successo elettorale del Cavaliere: è impossibile sconfiggere un avversario che ci si rifiuta di comprendere.

Ma ciò che è successo a Brescia sabato, e ieri sui giornali, merita una riflessione particolare. A Berlusconi e al Pdl è stato infatti contestato il diritto stesso di manifestare «contro la magistratura»; il reato di lesa maestà sarebbe tanto più grave, in quanto a Brescia erano presenti anche alcuni ministri, a cominciare dal vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno Angelino Alfano. Si tratta tuttavia di una menzogna, o almeno di una non verità: e spiace che quasi tutti i giornali ieri l'abbiano invece ripetuta.

A Brescia fra due settimane si vota, e sul palco da cui ha parlato Berlusconi non c'era scritto «I giudici puzzano» ma, più prosaicamente, «Per Paroli sindaco». È certamente vero che il Cavaliere ha usato parole molto dure contro inchieste e sentenze che considera infondate, infarcite di pregiudizi e mosse da avversione politica. La verità è che dipingere Berlusconi a tinte fosche risponde ad un disegno politico, caro in particolare al partito di Repubblica e a quel mondo politico e culturale che lavora per lo scioglimento del Pd nel Movimento 5 stelle e per la scomparsa della sinistra e della sua autonomia dal panorama politico.

Dopo aver mostrato un Berlusconi eversore, è certo più facile chiedere al Pd di rompere subito ogni alleanza, e poi denunciarlo per alto tradimento - o addirittura per «correità», come ha detto Rosy Bindi - se non si separa all'istante dal Caimano. Il pericolo maggiore per Letta viene proprio dalla caricatura feroce che ne viene fatta. Anche il riferimento a Enzo Tortora è stato travisato e, senza reale fondamento, condannato con sdegno.

È vero che i giornali per necessità semplificano, soprattutto nei titoli, ma è altrettanto vero che Berlusconi non ha paragonato la sua odissea giudiziaria a quella di Tortora, né se stesso al più amato e al più sfortunato dei presentatori. «Ho visto le immagini di Tortora - queste le parole del Cavaliere nel resoconto del Corriere della sera - quando diceva ai suoi giudici: “Io sono innocente e spero dal profondo del mio cuore che lo siate anche voi”. È questo il sentimento di tantissimi italiani che ogni giorno entrano nel tritacarne infernale della giustizia». Riletta con serenità, è una frase persino banale. E se è del tutto comprensibile la richiesta delle figlie di Tortora perché non venga usato in alcun modo il nome del padre, molto meno comprensibile, e anzi un po' indisponente, è l'indignazione dei commentatori. L'aspetto più grave della manipolazione politico-mediatica del comizio di Brescia riguarda i fatti che si sono consumati a pochi metri dal palco.

Diversi militanti del Pdl sono stati aggrediti e pestati, alcuni feriti in modo per fortuna lieve: eppure di questo, sulle prime pagine e nei commenti serali rilasciati ai Tg, non c'era traccia. Contestare Berlusconi è un diritto, tanto quanto Berlusconi ha il diritto di contestare i magistrati: ma la violenza fisica, in qualsiasi forma si manifesti e per qualsiasi scopo, non può essere tollerata. Perché, com'è ovvio, è un reato. Ma anche perché - e questo la sinistra dovrebbe saperlo meglio di altri - soltanto isolando, arrestando e condannando i violenti si garantisce il diritto di tutti a manifestare liberamente il proprio dissenso. Di «compagni che sbagliano» trattati con indulgenza dai giornali e dai salotti l'Italia della crisi proprio non ha bisogno. Ha bisogno invece di un governo che lavori serenamente, nel rispetto di tutti coloro che ne fanno parte, e possibilmente colga dei risultati. Per litigare, se proprio non se ne può fare a meno, si troverà sempre il tempo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 13/05/2013 - 08:21

credo che la figlia di tortora abbia perso una buona occasione per stare zitta

boffodocet

Lun, 13/05/2013 - 08:36

Aspetto la conferma della Cassazione così mettiamo fine alla pagliacciata di un uomo senza vergogna e senza rispetto.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 13/05/2013 - 08:37

In nome della verità è il contrario di quello che si dice in questo articolo.

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 13/05/2013 - 08:39

han ragione ad urlare per tortora! è una vergogna che Berlusconi citi una frase detta da Tortora e per fortuna c' è qualcuno che pensa e dica come sia una vergogna che la figlia di tortora abbia detto la frase che ha detto.

Rosario Filippo...

Lun, 13/05/2013 - 08:55

QUANDO UN POPOLO DIVORATO DALLA SETE DI LIBERTA’SI TROVA AD AVER COPPIERI CHE GLIENE VERSANO QUANTA NE VUOLE, FINO AD UBRIACARLO, ACCADE CHE I GOVERNANTI PRONTI AD ESAUDIRE LE RICHIESTE DEI SEMPRE PIU’ ESIGENTI SUDDITI VENGANO CHIAMATI DESPOTI. ACCADE CHE CHI SI DIMOSTRA DISCIPLINATO VENGA DIPINTO COME UN UOMO SENZA CARATTERE,UN SERVO. ACCADE CHE IL PADRE IMPAURITO FINISCA COL TRATTARE I FIGLI COME I SUOI PARI E, NON E’ PIU’ RISPETTATO. ACCADE CHE IL MAESTRO NON OSI RIMPROVERARE GLI SCOLARI E CHE QUESTI SI FACCIAN BEFFE DI LUI. ACCADE CHE I GIOVANI PRETENDANO GLI STESSI DIRITTI DEI VECCHI E PER NON SEMBRAR TROPPO SEVERI I VECCHI LI ACCONTENTINO. IN TALE CLIMA DI LIBERTA’, E IN NOME DELLA MEDESIMA, NON VI E’ PIU’ RISPETTO E RIGUARDO PER NESSUNO. E IN MEZZO A TANTA LICENZA NASCE, SI SVILUPPA UNA MALA PIANTA : ” LA TIRANNIA “ PLATONE

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 13/05/2013 - 09:06

appunto! sinistronzi, state attenti a quello che vi raccontano i giornali: sono 20 anni che state leggendo un mare di cazzate e vi hanno cementato la convinzione - del tutto erratissima! - che berlusconi ha commesso dei reati. la vostra è una convinzione semplicemente "giornalistica" basata addirittura su pressupposti errati, o peggio, fondati su bugie. tortora era un esempio di come i metodi della magistratura non sono affatto cambiati, dai quei tempi del suo arresto (1983). basterebbe leggere questa storia per capire che a berlusconi stanno facendo esattamente lo stesso metodo, che è appunto il metodo mafioso!

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 13/05/2013 - 09:15

Bisogna essere in malafede - oppure essere molto ma molto distratti - per interpretare la frase di Berlusconi su Tortora come un tentativo di sfruttamento dell'immagine.

baldo1

Lun, 13/05/2013 - 09:22

...adesso è il momento del vittimismo! Domani quello dell'aggressione e della provocazione costante nei confronti della sinistra. Ma a chi volete fregà. Fate ridere.

piertrim

Lun, 13/05/2013 - 09:26

Berlusconi ha sbagliato nel paragonarsi a Tortora. Ma figlie e compagna del presentatore potevano stare zitte e non indignarsi (forse per fini politici), perché, prigione a parte, l'odissea giudiziaria di Berlusconi, sia nel civile che nel penale, fino ad oggi è stata senz'altro peggiore di quanto capitato al povero Tortora.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 13/05/2013 - 09:27

gpl,forse è lei che dovrebbe per rispetto tacere,la FIGLIA del Sig.Tortora ha decisamente più credito e credibilità di lei e del suo idolo se si parla del padre.Capisco che le parole della Sig,ra Tortora sono una bella figuraccia per il suo leader,ma purtroppo quando si ha l'indecenza di far paragoni così indegni questi sono i risultati.

LAMBRO

Lun, 13/05/2013 - 09:35

Letta deve vietare le comparsate anche a se stesso perché è stato il primo a partecipare all'assemblea del suo partito. Comunque la legge deve valere per tutti. Questo non giustifica il dirigente FIOM,che ha la faccia come i glutei, quando taccia di provocazione Silvio, che non aveva ancora parlato, quando gli SQUADRISTI DI GRILLO e di SEL ci hanno aggredito, picchiato, ferito, insultato, sputato, minacciato, bruciato le bandiere (ci hanno risparmiato l'olio di ricino). Capisco che Letta non abbia potuto spendere una parola in merito ma non capisco perché abbia implicitamente giustificato queste violenze. Siamo in un Paese Civile o fra poco ci propineranno la censura di COMUNFASCISTA MEMORIA?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 13/05/2013 - 09:36

Anzitutto piena e totale solidarietà alle persone aggredite,la violenza è l'anticamera della fine della democrazia e questo non è accettabile ne giustificabile in nessun modo.Purtropo saranno contenti i tanti che ormai da ambo le parti soffiano sul fuoco,i tanti che scrivono sui diversi blog minacce di violenza di piazza.L'avevo scritto la scorsa settimana quando certi commentatori sia di una parte che dell'altra invocavano violenza e armi che di questo passo finiamo male.Purtroppo la nostra classe dirigente non ha alcun senso di responsabilità,anzi gioca specularmente su tutto ciò che può aizzare,alla faccia del moderatismo o del riformismo,purtroppo tocca a noi cittadini responsabili stare attenti affinchè non si degeneri.Un abbraccio sincero a coloro che hanno subito violenza.

frado

Lun, 13/05/2013 - 09:46

Mi stupisco della levata di scudi delle figlie di Tortora. Loro si che hanno fatto carriera grazie al loro cognome. E la signora Scoppellitti,compagna di Tortora, Non disdegnava Berlusconi quando la candidava per Forza Italia. Cosa non si fa per un po' di visibilità!!!

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 13/05/2013 - 09:48

luigipiso: se pensiamo che lei è il contrario di tutto !!!

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 13/05/2013 - 09:54

Agrippina: guardi che non esiste più l'anticamera della fine della democrazia, è già superata ora siamo nella guerriglia urbana da parte della sinistra eversiva che viaggia con la frase "chi non è con me è contro di me e va fermato a tutti i costi". La sua e mia solidarietà alle persone malmenate contano poco anche se le facciamo volentieri, ci vuole polso fermo dalle istituzioni con condanne esemplari a chiunque si macchi di episodi di violenza.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 13/05/2013 - 09:54

Lambro,come fate a paragonare un Assemblea di partito in cui si deve eleggere un "reggente,segretario o non so che altra diavolo di figura si sono inventati",con un comizio in piazza.Sono due cose completamente distinte e distanti per sostanza.Quella del pd non era una manifestazione ma una assemblea fanzionale a eleggere un dirigente,quella del pdl era manifestazione di piazza fatta per attaccare( o se preferisce criticare,ma visti i toni pre-durante e post mi pare più adatto dire attaccare) le Istituzioni dello Stato.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 13/05/2013 - 10:00

Eversione = "Contestare Berlusconi è un diritto, tanto quanto Berlusconi ha il diritto di contestare i magistrati" @marione1944 Pensate? Strano siete fan berlusconiani. Non ci credo. Le barzellette devono ammiccare ad un minimo di realtà per far sorridere. Ma Lei non lavora? E' un fancazzista statale come me o un pensionato che grava sulle spalle degli imprenditori?

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 13/05/2013 - 10:03

Tutti voi sinistri che scrivete su questo blog sapete chiaramente chi sono e di che partito sono gli eversivi ma "dovete" difenderli per amore del partito sinistro. Anche noi difendiamo i nostri partiti ma mai sputiamo, spintoniamo, calciamo, picchiamo persone, anche anziane, che hanno tutto il diritto di manifestare in tranquillità. Siete bravi solo a manifestare con violenza verbale e fisica come negli anni 70 coperti dai vostri pseudo partiti democratici e dai magistrati compiacenti. Attenti, noi li abbiamo passati quegli anni e sappiamo come ridurli all'impotenza.

Ritratto di frank.

frank.

Lun, 13/05/2013 - 10:07

Rondolino, il Berlusca non ha mai paragonato la sua storia a quella di Tortora?? Ah no?? E allora di che cacchio ha parlato ieri? di taglio e cucito?? Per giunta qui dentro c'è pure gente che si permette di dire alla figlia di Tortora di stare zitta!!! Secondo voi ha più diritto di parlare di Tortora il vostro padrone piuttosto che la figlia! Certo che il delirio di servilismo ormai vi porta a spararle sempre più incredibili!!

Giorgio1952

Lun, 13/05/2013 - 10:07

Il cittadino Berlusconi ha tutto il diritto di contestare i giudici, deve però ricordare che la legge è uguale per tutti. Il PDL invece non deve schierarsi in difesa di una sola persona contro la magistratura, tanto più con ex o attuali ministri del governo. Per quanto riguarda il processo Ruby mi domando come si fa a mistificare, ad alterare la verità di fornte a riscontri come testimonianze, intercettazioni telefoniche della Minetti, delle oglettine, di Briatore e Sanatchè che definiscono "malato" il cavaliere, il suo difensore Ghedini lo definì "utilizzatore finale" delle ragazze. Il suo ex difensore Pecorella qualche tempo fa disse che a tutto c'è un limite, che è stato superato quando fecero votare in Parlamneto che Ruby era la nipote di Mubarak, Nicole Minetti intervistata recentemente alla stessa domanda se credeva veramente che Ruby fosse nipote del premier egiziano si è messa ridere!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 13/05/2013 - 10:07

Immaginate se l'aggressione e le botte di Brescia ci fossero state in occasione di un comizio comunista. Invece a Brescia abbiamo visto che picchiare qualche settantenne innamorato di Berlusconi è giusto e lecito. Una variante: sembra che alla violenza rossa si sia aggiunta quella grillina. Mala tempora currunt.

Rossana Rossi

Lun, 13/05/2013 - 10:11

Berlusconi ha ragione, ha solo citato il caso di Tortora come un esempio lampante di malagiustizia e le figlie avrebbero fatto più bella figura a stare zitte. Questo articolo dice solo verità anche se ci sono i buffoni alla luigipiso che fanno finta di non capire, buffoni prontissimi a giustificare la violenza di sinistra sempre pronta e attiva e democraticamente pronti a voler zittire in tutti i modi e con tutti i mezzi gli avversari politici. Sinistronzi, andate tutti al diavolo.......

Ritratto di frank.

frank.

Lun, 13/05/2013 - 10:11

Marione, in merito alla violenza verbale, ti devo ricordare mica qualche simpatica parolina nei commenti al post sul ministo kyenge, del tipo lurida negra troia puttana bocchinara torna in congo a mangiara banane...Questa come la chiami? Simpatica ironia?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 13/05/2013 - 10:12

Marione1944,la stessa cosa si può dire per la sua parte politica e per le sue stesse opinioni,il problema è proprio questo.Non solo,nel momento in cui lei scrive che ormai siamo fuori dalla democrazia scrive e pensa una cosa gravissima e pericolossisima,lei è libero di pensarla,ma commenti come i suoi sono ciò che leggitimano e contribuiscono ad andare in quella direzione,piuttosto che al contrario.Ci pensi bene,e comunque non è mai piccola,ne mai poca ne inutile la solidarietà umana,mai.Io preferisco SCRIVERLA a caratteri cubitali,perchè nell'indifferenza o nel giustificazionismo si annidano i germi della dittatura.

Ritratto di sitten

sitten

Lun, 13/05/2013 - 10:29

x agrippina, per aver credibilità e senza scomodare chicchesia, basta essere sinistroide. Tutte le stronzate detto da sinistra, che sia un politico o un sindacalista è oro colato.

Kenny Craig

Lun, 13/05/2013 - 10:36

Berlusconi ha strumentalizzato a tutti gli effetti il nome di Tortora, fingendo di ignorare la fondamentale distinzione tra innocenza e colpevolezza. Berlusconi ha truffato e corrotto per anni, e per non pagarne le conseguenze ha tenuto in ostaggio un paese intero, portandolo al collasso solo per i propri bassi interessi. Quella che Rondolino chiama "legittima critica ai giudici" e' totalmente priva di argomenti, e si configura come una mera difesa di interessi, in palese contrasto con la giustizia.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 13/05/2013 - 10:36

Gandhi ha insegnato al popolo più bastonato dle mondo a prendere ulteriori bastonate. Non so se ha fatto un gran bene. A volte occorre infatti restituire gli sganassoni presi.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 13/05/2013 - 10:47

Frado,R.Rossi,Sitten,come dire che voi non avete titolo di parlare dei vostri genitori?mi pare un po' troppo,ma se si arriva a tanto vuol dire che siamo in piena fase di stalinizzazione,se il capo dice una cosa su di una persona ne' i figli ne' la moglie ne altri si possono permettere di dissentire o obiettare,strano modo di essere liberali,spero solo non tocchi mai a nessuno di noi

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 13/05/2013 - 11:02

Un poveraccio disturbatore del sito come #luigipiso#, nella sua sgrammaticata ignoranza dice: "Non è vero." Invece quel che è successo a Brescia è di una chiarezza accecante. Una banda di nazicomunisti ha manganellato una parte politica come un tempo han fatto i fascisti, i comunisti ed i nazisti. Ed i politici sono riusciti ad eccepire "soltanto" sulla presenza di alcuni ministri alla manifestazione e sul "paragone" tra Tortora e Berluska. Scemenze. C'è comunanza politico-mediatica per agevolare la tirannia giudiziaria, difesa per ora dalle squadracce nazicomuniste. L'Italia non sta solo nella crisi economica o finanziaria. E' succube di una istituzione, quella che ha il potere di manette galera vita e morte. Che, ormai, è tirannia. Il resto, in un assordante consenso, è falso, incompreso, taciuto e temuto. Come alla nascita di una tirannia politica. "Non è vero" si fa dire agli ignoranti. Appunto.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 13/05/2013 - 11:19

mr.cavalcavia,meglio Gandhi che il suo pensiero,non a caso uno ha fatto la storia,l'altro si limita a scrivere sul blog.Al contrario,c'è bisogno di coraggio ed il vero coraggio sta nella responsabilità di tutti noi,anche nello scrivere discutendo in maniera civile,tenendo lontano ogni allusione alla violenza.S

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 13/05/2013 - 11:47

Quando ho visto le reazioni indignate e roboanti di certuni a quanto detto da SB sul caso Tortora, sono rimasto perplesso e mi son chiesto se la mia memoria non facesse cilecca visto che non ricordavo SB si fosse mai paragonato al compianto E. Tortora. Orbene, leggendo attentamente la frase incriminata, ho avuto la conferma che non era la mia memoria a far cilecca, ma il cervello e l'onestà (eufemismo) di quanti devono per forza distorcere la verità, costi quel che costi. Non vedo come cacchio si possa affermare che "si è paragonato a Tortora" quando dice "È questo il sentimento di tantissimi italiani che ogni giorno entrano nel tritacarne infernale della giustizia". Brutta ed incurabile bestia la prevenzione/malafede, specie quando è infarcita d'invidia, astio e livore; il tutto, incartato nell'ipocrisia.

Acquila della notte

Lun, 13/05/2013 - 11:49

i sinistronzi sono idioti. non capiscono l'italiano e sono profondamente stupidi. volete che capiscano ciò che sentono?

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Lun, 13/05/2013 - 11:50

Mortimermouse. Prima di parlare leggi di B. su wikipedia. 1988 falsa testimonianza (amnistia)-1988 falso in bilancio fondi neri 1MMl€ (prescritti nuova legge).1991 3MMl a Craxi (prescritto)1989 corruzione giudice Metta ed altri (metta condannato a 13 anni)B prescritto ed altri. Poi sono i giudici i colpevoli. Si paragona a De gasperi come statista ora a Tortora come perseguitato. Per voi sono gli altri imbecilli.

Acquila della notte

Lun, 13/05/2013 - 11:53

+abcj14 giusto il tuo commento, ma sei troppo buono. non sono nè in mala fede nè ipocriti, sono stupidi. non hanno capito la frase! semplice.

no b.

Lun, 13/05/2013 - 11:56

mortimermouse: quindi le intereccetazioni con i boss della mafia sono tutte inventate? Come mai l'ndrangheta in lombardia ha legami soprattutto (o solo) con esponenti del pdl? E tutte le prove su atti di corruzione? Le prove ci sono eccome, caro mortimermouse!

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Lun, 13/05/2013 - 11:57

Ma come non era una manifestazione per l'elezione del sindaco? Giocate sempre sugli equivoci. Caro Giornale noi italiani possiamo manifestare contro i tre poteri dello stato, ma i politici che rappresentano un potere non possono manifestare contro gli altri. Volete far passare un'attentato alla costituzione come una cosa normale e poi vi lamentate se sorgono tafferugli.

no b.

Lun, 13/05/2013 - 12:03

berlusconi risolverebbe tutte le critiche presentandosi e difendendosi in tribunale come tutti i normali cittadini. Ha invece paralizzato per anni il Parlamento e il Governo per i suoi meschini fini e per fuggire ai processi

Acquila della notte

Lun, 13/05/2013 - 12:06

+filippo agostani la prescrizione non è una sentenza di condanna. con la prescrizione si blocca il processo e non c'è il 3° grado di giudizio. ed i capi di imputazioni non sono condanna automatica. 33 procedimenti senza colpevolezza, nessuno ha subito così tanto, e migliaia di udienza- manco totò riina ha subito tanto. Solo un idiota non vede che c'è un accanimento politico. Non sono gli altri gli imbecilli, ma qualcuno degli altri. che ce ne sono tanti è verissimo.

Acquila della notte

Lun, 13/05/2013 - 12:13

+filippo agostani in un paese normale non accade che i magistrati scendano in politica con la casacca dell'ex PCI dopo aver attaccato per anni il leader dell'altro partito. nè succede che ingroia parli di golpe per questo governo e che ironizzi sul capo dello stato. Nè succede che ci sono giudici in politica che hanno ancora la tessera da magistrato. quale attacco alla costituzione? tangentopoli ha risparmiato SOLO il PCI e guarda casa quei magistrati si sono candidati per il 90% proprio con l'ex PCI. Parla ancora di attacco alla costituzione? questa magistratura è corrotta e mafiosa in una sua parte. Chi ha distrutto la vita di Tortora non ha mai pagato, Falcone è stato massacrato dal consiglio superiore della magistratura perché il pool antimafia fu smantellato dall'area sinistronza della sinistra, mentre era difeso dai "mafiosi" per voi martelli ed andreotti che lo chiamarono a ROma". Falcone voleva una legge per la responsabilità civile dei magistrati e per regolamentare al massimo l'uso dei pentiti, la cui parola oggi val più di mille persone per bene con la fedina penale pulita. Dite falsità su falsità senza conoscere la storia difendendo la storia infame del PCI della sua collusione con la magistrature di sinistra e con le brigate rosse negli anni 70 mentre prendeva soldi dalla dittutura sovietica. quando si riscriverà la storia la gente come te emigrerà per la vergogna di essersi definito italiano!! L'unico insulto alla costituzione è l'ignoranza del popolo. Vi meritate romano prodi ed andreatta con la sinistra appecorinata alla germania ed a bruxelles che ci hanno portato ad essere una colonia dell'europa!!

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 13/05/2013 - 12:45

"no b." 13/05 12:03 scrive: "berlusconi … Ha invece paralizzato per anni il Parlamento e il Governo per i suoi meschini fini e per fuggire ai processi" - - - Non è Berlusconi che ha paralizzato il Parlamento/Governo, ma il coacervo di irresponsabili guardoni ossessionati solo di scassargli le sfere in ogni modo per impedirgli qualsiasi normale attività. Quanto al "fuggire ai (o dai ?) processi", beh … se ne ha subiti oltre 30 in 20 anni, devo ammettere che Berlusconi non è proprio un razzo nelle fughe.

bruno49

Lun, 13/05/2013 - 13:26

“Ieri sera ho visto le immagini di Tortora quando diceva ai giudici ‘io sono innocente e spero dal profondo del mio cuore che lo siate anche voi’. Ed è questo il sentimento di tantissimi italiani che ogni giorno entrano nel tritacarne infernale della giustizia”. Questo testualmente ha detto Berlusconi a Brescia. Quindi ha fatto un'analogia fra lui e Tortora. E in ogni modo al risentimento delle figlie di Tortora (papà si è dimesso da europarlamentare e si è fatto giudicare, Berlusconi invece ha tentato di fuggire dal processo in tutti i modi)avrebbe potuto dire: "MI DISPIACE DI AVER PROVOCATO QUESTO DISPIACERE AI FAMILIARI DI TORTORA: CHIEDO SCUSA MA NON VOLEVO". Al contrario ha contrattaccato dicendo che avrebbero potuto stare zitti. Certo non ha lo stile di un vero signore!

bruno49

Lun, 13/05/2013 - 13:28

Marione 1944- Le chiedo: Come si può ridurli all'impotenza? Mi dica.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 13/05/2013 - 13:47

Questi teppisti di SEL dicono che Berlusconi non può protestare contro la magistratura, ma si dimenticano che quel logorroico del loro capo andava a pranzo col giudice che l'ha assolto. Quando si dice "l'imparzialità" della magistratura.

CARLINOB

Lun, 13/05/2013 - 13:50

In un paese normale avrebbero mandato la Celere !!!!Contestare i Magistrati non è un atto democratico di Libertà n, è terrorismo di Stato!!!E quel ignavo privo di idee proprie di Alfano dovrebbe vergognarsi di esistere altro che occupare la posizione che gli eè stata data al Governo .

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 13/05/2013 - 13:56

bruno49 13/05 13:26 – SB dice una cosa e lei "deduce" quel che vuol dedurre. SB non ha detto "Ed è questo che fa l'analogia tra me e Tortora", ha parlato di un "sentimento di TANTISSIMI ITALIANI che entrano nel tritacarne infernale della giustizia". Vogliamo compilare una lista dei tritacarnati dalla giustizia? Si può fare, bisognerebbe però assicurarsi prima che ci sia abbastanza spazio disponibile nel disco rigido.

Amon

Lun, 13/05/2013 - 13:56

credo che stiate dimenticando il processo per evasione fiscale per cui berlusconi ha fatto tutte le leggi per depenalizzare il reato altrimentisarebbe in galera da parecchio tempo. si si uguale a Tortora...

Ritratto di stufo

stufo

Lun, 13/05/2013 - 14:38

Qualcuno che si ricordi anche del trattamento riservato ad Ottaviano Del Turco. E' di questi giorni, tutto sommato.

killkoms

Lun, 13/05/2013 - 14:40

@venividi,la malafede è essenziale per i seguaci di un mantra teutonico datato 1848 e sconfessato ovunque dalla storia!

killkoms

Lun, 13/05/2013 - 14:44

@luigipiso,se per voi(e la vostra superiorità culturale)contestare significa aggredire fisicamente chi non la pensa come voi,che bei contestatori che siete!se qualcuno si fosse permesso di emettere qualche fischio al discorso di qualcuno dei vostri"lìder maximi" subito ad urlare al fascismo ed alla provocazione!

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Lun, 13/05/2013 - 14:46

Un eccellente Fabrizio che, come sempre con chiarezza ed educazione, esamina alcuni aspetti delle vicende quotidiane traendone saggia conclusione. Distinti saluti. Roby

killkoms

Lun, 13/05/2013 - 14:47

@amon,i togati i reati se li inventano con chi vogliono!perchè non hanno processato un certto mortadella che stava svendendo un'azienda pubblica a 470 miliardi di vecchie lire(in comode rate ventennali)ad un certo personaggio co,passaporto svizzero?e la predetta società,aveva pure 500 miliardi in cassa!come se io co prassi dallo iacp una casa popolare con dentro la parte una cassaforte contenente una somma equivalente al prezzo di vendita!misteri meneghini!

killkoms

Lun, 13/05/2013 - 14:54

@carlinob,va be che essendo comunista non ti sono richiesti grossi sforzi intellettivi,ma un paese"normale"non avrebbe é una magistratura come la nostra,é personaggi come la bokassa ed il gallo di legno!ma

killkoms

Lun, 13/05/2013 - 14:58

@filippo agostani,per essere ancora comunisti,(dopo il crollo dell'urss)senza esserne parlamentari,la stoltaggine è condizione necessaria!

killkoms

Lun, 13/05/2013 - 15:05

@giorgio1952,ma se non c'era berlusconi di mezzo quel processo sarebbe mai partito?come mai i personaggi da te citati non sono ne indagati ne sentiti come persone informate sui fatti?l'Italia è un paese in cui si fanno processi senza sentire le presunte parti parti offese,come in un altro a napoli contro dei poliziotti accusati di violenze contro manifestanti!tra le parti offese fù segnalato un giovane manifestante di cui si diceva fosse stato"sodomizzato"da dei poliziotti con un manganello!il giovane negò tale violenza,"si sono limitati a fermarmi",disse,e chidendo di esere sottopèosto a specifica visita poichè tale "operazione"lascia segno,ma i togati,"no!tu sei stato abusato"!